Espandi menu

cerca
Star Wars: Gli ultimi Jedi

Regia di Rian Johnson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

ethan

ethan

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 143
  • Post -
  • Recensioni 1522
  • Playlist 7
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Star Wars: Gli ultimi Jedi

di ethan
5 stelle

Nell'ottavo capitolo della saga fantascientifica creata - negli ormai lontani anni '70 - dal genio di George Lucas la regia passa da J. J. Abrams a Rian Johnson ma la sensazione di già visto, avvertita ne 'Il risveglio della forza', rimane l'elemento che prevale su tutto il resto : 'Star Wars: Gli ultimi Jedi' porta avanti la stanca lotta tra il bene e il male, rappresentata dalla Resistenza nel primo caso e dall'Ordine Supremo nel secondo come tema principale della sceneggiatura scritta dallo stesso regista e come snodi secondari i turbamenti dei principali personaggi, dando particolare risalto a Luke Skywalker (Mark Hamill) tra i 'buoni' e a Kylo Ren (Adam Driver) tra i 'cattivi', con cambi di vedute per quest'ultimo che, come del resto accadeva nel precedente capitolo, appaiono fin troppo disinvolti.

Il film soffre di una prima parte dove dei dialoghi tediosi e infiniti (i due vocaboli la forza ricorrono fino allo sfinimento) prevalgono su tutto - storia, personaggi e paesaggi - dando all'opera una verbosità inusitata per un film di Fantascienza, per poi rifarsi in una seconda meglio costruita, dove (finalmente) si dà libero sfogo all'azione che prende il sopravvento, per culminare nella splendida - per montaggio, scenografia e scelte dei colori (con dei memorabili rossi) - scena della battaglia finale, che restituisce a 'SW ep. VIII' il suo carattere di scontro epico tra valori opposti messi in atto dalle forze contendenti.

Ottimo il comparto tecnico, con fotografia (Steve Yedlin), scenografia (Rick Heinrichs) ed effetti visivi sempre di prim'ordine, ma sebbene il corposo budget di 200 milioni di dollariè già stato più che quintuplicato dagli incassi mondiali del film in soli sedici giorni dalla sua uscita, la resa artistica è paragonabile alla oraziana 'Montagna che ha partorito un topolino'.

Tra gli interpreti molto valide le prove  della combattiva e tenace Rey della bellissima Daisy Ridley e l'incontrollabile Poe Dameron di Oscar Isaac, mentre il resto del cast viaggia con il pilota automatico: da Mark Hamill a Carrie Fisher, alla sua ultima prova sul grande schermo, all'enigmatico Kylo Ren di Adam Driver, per passare alle new entry Laura Dern e Benicio Del Toro, che pare una rimasticatura caricaturale del Lando Carlissian di Billy Dee Williams, tutti non lasciano particolari sussulti durante la visione, mentre i duetti tra John Boyega e la goffa Kelly Marie Tran lasciano il tempo che trovano.

Al termine di tali considerazioni ci si chiede cosa riusciranno a sfornare gli Studios (con la regia nuovamente affidata a J. J. Abrams) nel IX e (si spera) definitivo capitolo della saga per poterla rivitalizzare e chiudere come merita... Ai posteri l'ardua sentenza!

Voto: 6--.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati