Espandi menu
cerca
The Disaster Artist

Regia di James Franco vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 132
  • Post 16
  • Recensioni 8989
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Disaster Artist

di mm40
6 stelle

Tommy Wiseau: chi era costui? Tuttora nessuno realmente lo sa: emigrato negli Usa dall’est Europa, senza alcuna esperienza cinematografica nel 2003 scrisse, girò e interpretò un film, The room, considerato uno fra i peggiori di sempre, e lo finanziò lautamente di tasca sua, sebbene non si sia mai capito da dove attingesse tutto quel denaro.

La storia era nota, fino a qualche anno fa, solamente negli ambienti di Hollywood e dintorni, per poi spopolare attorno al mondo grazie a un tamtam pubblicitario ingigantito dal web: parliamo di The room, il film che il totale sconosciuto Tommy Wiseau (si ignora perfino quale sia il suo vero nome) scrisse, interpretò, diresse e produsse nel 2003. A ragione The room è considerato uno dei peggiori lavori mai visti su un grande schermo: sciatto, privo di idee, recitato da cani, involontariamente comico. Con un vero e proprio atto d’amore verso il genio incomprensibile (o compreso suo malgrado) di Wiseau, James Franco decide di girare un film su quel film, assumendosi anche il ruolo di protagonista e partecipando alla produzione della pellicola. The disaster artist è una commedia assolutamente non scontata, che cammina volontariamente barcollando sul limite fra comico e tragico, un omaggio ai tanti cineasti entusiasti la cui passione non è stata sufficiente a evitare il flop e a uscire dall’anonimato, mirabilmente rappresentati dal Wiseau di cui sopra. Franco chiama suo fratello Dave come coprotagonista, a rivestire il ruolo di quel Greg Sestero amico fraterno di Wiseau la cui autobiografia (scritta con Tom Bissell) è stata la base della sceneggiatura di The disaster artist, firmata da Scott Neustadter e Micheal H. Weber; altri interpreti degni di nota sono Seth Rogen, Ari Graynor, Paul Scheer e, in particine minori, Zac Efron, Melanie Griffith e Sharon Stone. Sui titoli di coda compare anche il vero Wiseau. Nel complesso un’opera davvero godibile e ben organizzata (impressionante lo split screen in chiusura che mette a confronto le sequenze originali di The room e quelle rigirate per The disaster artist). 6/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati