Espandi menu
cerca
Dopo l'amore

Regia di Joachim Lafosse vedi scheda film

Recensioni

L'autore

jonas

jonas

Iscritto dal 14 gennaio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 163
  • Post -
  • Recensioni 2705
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Dopo l'amore

di jonas
7 stelle

Dopo 15 anni il matrimonio fra Boris e Marie è arrivato al capolinea: i due vivono da separati in casa, cercando di non turbare troppo le gemelline, e comunque lei lo sollecita continuamente a trovarsi un altro alloggio; ma non riescono a (o piuttosto non vogliono) mettersi d’accordo, perché la casa è di proprietà di lei ma lui rivendica le migliorie che vi ha apportato con il suo lavoro di architetto. Dopo l’amore ci sono gli avvocati, i notai, le carte bollate, gli agenti immobiliari per stimare il valore della casa, i turni per la custodia dei bambini, “gli amici da dividersi” (Pooh, Dove sto domani), litigi, dispetti, ripicche: una quotidianità triste e un po’ squallida (come da titolo originale, L'économie du couple), fotografata con equanime freddezza. Lei è più ricca, e involontariamente (o no?) glie lo fa pesare; lui le fa pesare il fatto di farglielo pesare, e così via all’interno di un circolo vizioso interrotto da un finale volutamente brusco. Da ciò che il film mostra si tende a stare dalla parte di lui, perché lei è sempre tesa, agitata, lo incalza, lo provoca, lo umilia; ma si intuisce che, se avessimo potuto seguire l’involuzione della coppia nell’arco di 15 anni, forse la penseremmo diversamente (fra l’altro, lui deve un sacco di soldi a dei tipacci). Soccorre la saggezza di nonna Marthe Keller, che in realtà è solo esperienza: lei ci è già passata, e sa che da certe lotte si esce sempre sconfitti in due.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati