Espandi menu
cerca
Napoli spara

Regia di Mario Caiano vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FABIO1971

FABIO1971

Iscritto dal 15 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 115
  • Post 11
  • Recensioni 526
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Napoli spara

di FABIO1971
6 stelle

Scritto da due maestri del genere come Gianfranco Clerici e Vincenzo Mannino e dallo scenografo Antonio Visone, Napoli spara!, incastonato nella filmografia di Caiano tra Milano violenta e La svastica nel ventre, costituisce un crudelissimo tributo all'action movie nostrano più violento e spietato, al punto da non risparmiare nulla allo spettatore, in un tripudio di sparatorie sanguinose, incidenti mortali, decapitazioni (e c'è anche, per contrappasso, l'evirazione di un pedofilo): è l'azione a trionfare, dirompente e vertiginosa, perchè trama, dialoghi e caratterizzazione psicologica dei personaggi si assestano, invece, sui livelli di una mediocrità scontata e superficiale, sorretta esclusivamente dalle fiammate stilistiche di una regia survoltata e travolgente nelle sequenze d'azione (su tutte, lo stratosferico inseguimento dell'autocisterna) e sempre incisiva nei trapassi drammaturgici della narrazione (si osservi ad esempio, la sontuosa efficacia spettacolare del carrello circolare che accompagna l'entrata in scena di Henry Silva ed avvia la sequenza dell'assalto al treno). Il film funziona meno, invece, nonostante la smagliante messinscena (dal montaggio strepitoso curato dallo specialista Vincenzo Tomassi alla colonna sonora di Francesco De Masi e alla fotografia di Pier Luigi Santi) quando abbandona i toni stringati dell'inchiesta poliziesca (la guerra senza tregua di un commissario contro i banditi che insanguinano le strade di Napoli, protetti dal boss Don Alfredo) per indugiare sul versante patetico e bozzettistico (il personaggio del piccolo Gennarino), che culminerà nei toni eccessivamente melodrammatici del finale.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati