Trama

Quattro banditi, inseguiti dalla polizia dopo un colpo in banca, sparano sulla folla. Lizzani prende lo spunto da un fatto di cronaca e realizza un poliziesco pieno di suspense, ben fotografato e con qualche autentico pezzo di bravura (la fuga in automobile).

Commenti (5) vedi tutti

  • Un vero capolavoro e una interpretazione di Volonte' colossale come al solito

    commento di albrix
  • Un buon film, ma non lo reputo un capolavoro al cento per cento. Si perde in alcune sequenze.

    leggi la recensione completa di fredric93
  • I primi 20 minuti con il documentario sulla criminalità di Milano sono un pò noiosetti ma il seguito è meraviglioso.

    commento di lonestar
  • Il film riesce in parte a far respirare quel clima di incertezza, paura, instabilità che cominciava a montare in quegli anni. Volonté si mangia tutto e tutti e il suo Cavallero è davvero intrigante e sfaccettato.

    commento di movieman
  • Non male come film, anche se la parte più bella è quello dell'inseguimento

    commento di XANDER
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

"Banditi a Milano"di Carlo Lizzani trae spunto da un tragico fatto di cronaca. La rapina al Banco di Napoli di largo Zandonai a Milano ad opera della banda di Pietro Cavallero (Piero nel film, interpretato da Gian Maria Volontè) che si concluse con un inseguimento che provocò la morte di tre persone e gettò la città nel panico più totale. La rapina… leggi tutto

22 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

cheftony di cheftony
6 stelle

In un'intervista si cerca di ripercorrere l'evoluzione della malavita milanese nel corso degli anni e i crimini della banda Cavallero costituiscono una tappa obbligatoria. Cavallero (Gian Maria Volonté), Sante (Don Backy) e Bartolini, tre uomini comuni ed incensurati residenti a Torino, mettono su una gang specializzata nelle rapine in banca per ambire ad una piccola rivoluzione… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

2017
2017

Tomas Milian

IGLI di IGLI

Purtroppo se n'è andato anche lui dopo Bombolo, Cannavale e la sua voce italiana Amendola. Certo che sarebbe bellissimo immaginarli a fare gag su gag insieme. Non ho visto tutti i film di Milian ma metto…

leggi tutto
Playlist
2016
2016

Recensione

fredric93 di fredric93
5 stelle

Banditi a Milano è un classico del cinema italiano, ma purtroppo presenta molti errori. Il documentario iniziale che spiega la malavita nel milanese è davvero ben fatto ed è una delle cose che più è riuscita nel film. Ottima è anche la recitazione degli attori principali; Gian Maria Volontè è straordinario, ma lo sono altrettanto Thomas…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014

Recensione

Utente rimosso (CAVALLERO1968) di Utente rimosso (CAVALLERO1968)
10 stelle

Cosa si può dire di fronte a un capolavoro del genere?!? Film straordinario,la bravura di Volontè nel personaggio di Piero Cavallero è indescrivibile,tosto,cattivo,ironico e molto astuto tanto da definirsi UN DRAGO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Mi fa sorridere quando in una parte del film il Cavallero vestito da gran signore si trova in una banca (un paio d'ore prima di…

leggi tutto
Recensione

Recensione

GIMON 82 di GIMON 82
8 stelle

E' un Italia che cambia quella di "Banditi a Milano",non piu' di furfanti dal grilletto "romantico",ma bensi' una Milano violenta,selvaggia e senz'etica. Carlo Lizzani si affida cosi' ad una storia cardine della malavita italica,ispirandosi alle famigerate gesta della banda di Piero Cavallero e Sante Notarnicola.Entrambi nati come rapinatori "politici",affiliati a un ideale partigiano e della…

leggi tutto
2013
2013

Recensione

TheWarOfEcho di TheWarOfEcho
8 stelle

Il racconto delle vicende avvenute nel 1967 causate dalla banda Cavallero, che con le sue rapine scatenò il panico nella città di Milano. A metà fra il romanzato e il documentario, il film di Lizzani dà la nascita al genere poliziesco italiano, che annovererà fra le sue connotazioni il mix tra thriller e noir. Raccontato in maniera intelligente, senza dare particolari sconti a nessuno (nè…

leggi tutto

Addio Piero Mazzarella

hallorann di hallorann

Di Piero Mazzarella ho in mente la voce unica, inconfondibile e la stazza da caratterista. Eppure è stato un grande attore di teatro, figlio d’arte, un protagonista non un semplice carattere di contorno, diretto…

leggi tutto

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

Stavo per dare una sufficienza tonda ad un film che ha catturato davvero poco la mia attenzione con un incipit monocorde e quasi documentaristico ed un seguito che ha alzato un minimo la tensione ed il ritmo. Ingiusto farlo però pensando che questo è forse uno dei primi e più importanti lavori di un genere che in Italia ha sviluppato tanti filoni. Francamente non mi sento di consigliarlo ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Quando l'Italia era Calibro 9

GIANNISV66 di GIANNISV66

Italia, anni'70. Un periodo della storia recente piuttosto travagliato, gli anni della contestazione giovanile, che dopo la rivoluzione del 1968 assumeva contorni più tragici, finendo per incrociare la propria strada…

leggi tutto
2011
2011

Gangster story nostrane

panflo di panflo

Anche noi in Italia abbiamo avuto le nostre  GANGS  che nel corso degli anni hanno terrorizzato banche, uffici postali, popolazione e distributori di benzina. Anche noi , come negli USA , abbiamo avuto registi che ne…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
8 stelle

Signore e signori, il poliziesco all’italiana nasce qui. Uno dei generi più popolari (il più popolare addirittura?) degli anni ’70 si forma in questo piccolo gioiello della produzione di un cineasta perennemente sottovalutato come Carlo Lizzani. Di Leo, Lenzi, Massi e tanti altri: prenderanno tutti spunto da questo lavoro. Lizzani, per la sua natura di sperimentatore di generi e stili, ha…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Milano, settembre 1967: 4 rapinatori guidati da Piero Cavallero (Volontè) seminano il panico per la città dopo avere compiuto una serie di rapine. La polizia li insegue e loro si mettono a sparare all'impazzata, colpendo più di un passante. Consuntivo pessimo: 4 morti e decine di feriti. Appena 7 mesi dopo Carlo Lizzani gira un instant-movie su quei fatti che scossero profondamente la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Paul Hackett di Paul Hackett
8 stelle

Splendido instant-movie sulle gesta criminali della cosiddetta Banda Cavallero, un gruppo di anarchici che terrorizzò Milano verso la metà degli anni '60 con una serie di clamorose rapine in banca che costarono la vita a diversi innocenti. Partendo da fatti reali di cronaca, Carlo Lizzani realizzò un notevole "film di malavita", con una prima parte (davvero molto bella) di…

leggi tutto

Recensione

cheftony di cheftony
6 stelle

In un'intervista si cerca di ripercorrere l'evoluzione della malavita milanese nel corso degli anni e i crimini della banda Cavallero costituiscono una tappa obbligatoria. Cavallero (Gian Maria Volonté), Sante (Don Backy) e Bartolini, tre uomini comuni ed incensurati residenti a Torino, mettono su una gang specializzata nelle rapine in banca per ambire ad una piccola rivoluzione…

leggi tutto
Trasmesso il 28 luglio 2011 su La7

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

"Banditi a Milano"di Carlo Lizzani trae spunto da un tragico fatto di cronaca. La rapina al Banco di Napoli di largo Zandonai a Milano ad opera della banda di Pietro Cavallero (Piero nel film, interpretato da Gian Maria Volontè) che si concluse con un inseguimento che provocò la morte di tre persone e gettò la città nel panico più totale. La rapina…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito