Espandi menu
cerca
Miracolo a Milano

Regia di Vittorio De Sica vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Baliverna

Baliverna

Iscritto dal 10 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 97
  • Post 4
  • Recensioni 1999
  • Playlist 26
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Miracolo a Milano

di Baliverna
5 stelle

De Sica osa molto, ma non riesce a prendermi.

È un'opera curiosa e molto sui generis, sia per il cinema italiano, che per De Sica stesso, che non ha certo fama di essere un cineasta di pellicole di argomento fantastico. Era uno dei pochi film del grande regista che non avevo mai visto, forse perché un oscuro presentimento me ne aveva tenuto lontano. Infatti, devo dire che non mi ha convinto.

L'apprezzamento della pellicola dipende tutto dal riuscire ad entrare in sintonia con questo registro fantastico, surreale, stralunato e ingenuo. Io non ci sono riuscito, e sono rimasto come perplesso sulla soglia. La regia di De Sica sarebbe buona, ma appunto questo mondo trasfigurato come da un'immaginazione infantile non è riuscito a prendermi, e mi ha lasciato confuso per tutta la durata del film.

Mi pare che la pellicola cerchi di spezzare una lancia per una specie di bontà ingenua e libera da qualunque convenzione o aspettativa sociale. L'idea è dichiaratamente campata per aria e sganciata dalla realtà, perché il mondo ritratto nel film ha ben poco di reale, anche solo quanto a logica e consequenzialità degli avvenimenti. Non è difficile neppure vedere una condanna del capitalismo vorace, che impoverisce ancora di più i poveracci e non si sazia mai. Ci sono anche diversi elementi, forse metaforici nelle intenzioni, che però mi paiono spari a cilecca: penso al bambino trovato sotto il cavolo, il latte versato dalla pentola che bolle e la strana danza della vecchia, all'acqua che zampilla fuori a caso dal suolo (o dove si mette il dito...), e altre cosette.

So che piace a molti e rispetto il loro giudizio, ma qui credo sia più una questione di sensibilità personale che se la pellicola sia girata bene o male.

Buoni, comunque, per l'epoca gli effetti speciali. Intensa e partecipata l'interpretazione del protagonista e della ragazza (come si chiama?). Stranamente spaesato, invece, ll'altrove ottimo Paolo Stoppa.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati