Espandi menu
cerca
Famiglia all'improvviso

Regia di Hugo Gélin vedi scheda film

Recensioni

L'autore

gaiart

gaiart

Iscritto dal 30 luglio 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 24
  • Post 6
  • Recensioni 341
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Famiglia all'improvviso

di gaiart
8 stelle

Adattamento dal messicano: Instructions Not Included di Derbez, arricchito dalla comicità e la super energia di Omar Sy, fenomeno dalla simpatia contagiosa, per la regia del giovane e visionario Hugo Gelin e la sceneggiatura di Jean-André Yerlès, il film risulta geniale.

FAMIGLIA ALL’IMPROVVISO

di

Hugo Gelin

 

 

“Non si fa un bambino con un altro bambino”

 

 

Adattamento dal messicano: Instructions Not Included di Derbez, arricchito dalla comicità e la super energia di Omar Sy, fenomeno dalla simpatia contagiosa, per la regia del giovane e visionario Hugo Gelin e la sceneggiatura di Jean-André Yerlès, il film risulta geniale.

Famiglia all’improvviso è ambientato tra il sud della Francia e Londra e narra il passaggio traumatico di Sam, perenne e intramontabile Peter Pan, da seducente giovane uomo, libero e un po’ scapestrato, a padre inaspettato.

Dopo una notte d’amore Kristin, una ex fiamma del protagonista torna da lui abbandonandogli la figlia di tre mesi con un escamotage. Sam rimane inconsapevole e spaesato. La donna, che sparisce su un taxi, si ripresenterà dopo 8 anni trovando una bambina cresciuta, bella, educata bene e con un equilibrio amorevolmente costruito dal padre solo. I ruoli sembrano invertiti: la bambina è saggia e consapevole, lui eterno bambinone.

Il film che inizialmente sembra solo un’allegra commedia, vira sorprendentemente verso tematiche drammatiche come l’attualissimo contenzioso tra genitori separati e l’affidamento dei figli, come le dinamiche del matrimonio e delle coppie etero, come il tema dell’adozione e molto altro.

Tutto questo avviene strappando sorrisi misti a lacrime; la pellicola infatti, oltre a divertire fa profondamente commuovere, fa riflettere il pubblico e sorprende per la costruzione perfetta dell’idea.

Il tutto, accompagnato da musiche originali, scenografie accattivanti e sorprendenti, oltre all’estrema verità di recitazione di Sy, contribuisce a far scaturire un cocktail di successo che di sicurò sbancherà i botteghini non solo francesi. FRENCH DO IT BETTER!

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati