Espandi menu
cerca
Arrival

Regia di Denis Villeneuve vedi scheda film

Commenti brevi
  • Magia favolistica per pubblico di bocca buona .luoghi comuni per americani. film privo di. significato. messaggio filosofico millantato ma in realtà inesistente

    commento di eit20
  • L'idea sarebbe anche accettabile,ma lo sviluppo è imbarazzante... Voto 4/5

    commento di ILDIODELLERECENSIONI
  • Bello!!! 8

    commento di Brady
  • Film dall'impianto concettuale affascinante, quello di Villeneuve è un oggetto misterioso e irrisolto che cerca di contemperare le riflessioni non banali sul valore e l'unicità dell'esperienza umana con quella di un destino collettivo sempre in bilico tra l'autodistruzione e lo scarto evolutivo.

    leggi la recensione completa di maurizio73
  • Ti amo, dice. Linguaggio e scienza sono la stessa cosa: non esiste scienza senza un linguaggio con cui esprimerla e non esiste linguaggio che abbia qualcosa da dire senza la scienza. Sfogliando le pagine si giunge sempre ad una biforcazione lungo il sentiero mai percorso: c'è un segno che indica la via da prendere: riconosciamo la nostra scrittura.

    leggi la recensione completa di mck
  • ENNESIMO CASO DI PERCORSO FANTASCIENTIFICO PER ESPLORARE I TERRITORI DELLA FILOSOFIA. PERCORSO DECISAMENTE INTERESSANTE ED AFFASCINANTE, TECNICAMENTE E CONCETTUALMENTE. I PUNTI DEBOLI NON MANCANO, QUALCOSA CHE NON CONVINCE C'E'... CERTO E' CHE IL FILM AVVINCE, EMOZIONA E FA RIFLETTERE, E CONFERMA CHE VILLENEUVE, COL CINEMA, CI SA FARE ECCOME...

    commento di DavideKingInk80
  • Una roba talmente stupida che ti dico io. Voto 0 ovviamente

    commento di Scemaran
  • Delusione totale, la solita solfa gli statunitensi sono i buoni il resto del mondo è cattivo. Gli alieni sono ridicoli, dei polpi simili a quelli bavosi nei Simpson qui sputano inchiostro, nemmeno Margheriti negli anni 60 avrebbe osato tanto.

    commento di egon72
  • Al cinema serve solo un ingrediente base ....magia.

    commento di TexMurphy
  • Il film ha parti troppo lente. Ciò nonostante mantiene l'interesse dello spettatore per tutto il film; il povero spettatore si aspetta degli sviluppi interessanti, che però non ci sono. Voto mediocre.

    commento di Yusaku87
  • Sorprendente, bel film ingiustamente poco noto... Complesso, ma non incomprensibile si fa vedere con gusto specie perche ha tante buone idee nuove NON scopiazzate qua e la anche se rimane purtroppo un po' troppo lentino.

    commento di gac
  • Difficile da capire 5

    commento di eros7378
  • Infarcito di terminologie pseudo-scientifiche, tutto è basato sull'improbabile dialogo tra la protagonista e due giganteschi polpi extraterrestri. Evitabile.

    commento di gherrit
  • Deludente.

    leggi la recensione completa di giansnow89
  • Visione abbastanza flemmatica !!!

    leggi la recensione completa di chribio1
  • Uno dei migliori film di fantascienza dell'ultimo ventennio. Voto 8!

    commento di Pazzo
  • Finalmente un film di rara intelligenza sul contatto alieno. Voto 8.

    leggi la recensione completa di ezzo24
  • Questo pseudofilm è un autentico disastro, cercato caparbiamente da regista e produttori, e ottenuto con il minimo sforzo. Voto: zero, solo perché non si accettano i numeri relativi

    commento di ShermanMcCoy
  • Affascinante racconto sospeso tra fantascienza, scienza e psicologia con una interprete molto convinta e convincente. Atmosfere rarefatte e oniriche, trama che si svela a ritmo lento e coinvolgente, pur senza prendere davvero lo stomaco.

    commento di Fanny Sally
  • Una famosa linguista viene interpellata per interpretare i messaggi di alieni arrivati sulla terra. Imparando la loro lingua cambierà radicalmente la sua prospettiva. Film suggestivo anche se talvolta riprende motivi noti.

    commento di ENNAH
  • Filosofia, sentimenti, alieni... Il miglior Villeneuve mainstream. 7,5 AFFASCINANTE

    leggi la recensione completa di luca826
  • Lento e pesante come un macigno,mi ha parzialmente deluso,tanto da dargli 4 come voto.

    commento di ezio
  • Un piacere per i sensi. Forse, insieme con Interstellar, una nuoa via alla fantascienza USA.

    commento di movieman
  • Una delle poche invasioni aliene che risponde davvero a canoni estranei al nostro mondo ed alla nostra mentalità. Ottima estetica, buoni attori, un film dal ritmo basso ma dalle grandi potenzialità.

    leggi la recensione completa di alfatocoferolo
  • Interessante esperimento metalinguistico con alieni brutti brutti ma almeno non cattivi.

    leggi la recensione completa di Saleinzucca
  • Invece di passare subito allo scontro alieno-essere umano, il film si concentra sui problemi di comprensione e comunicazione che potrebbero crearsi se davvero gli extraterrestri sbarcassero sul nostro pianeta. In questo il film trova la sua particolare originalità. Voto 7/10.

    commento di alexio350
  • Il film è bellissimo e Villeneuve è un grande.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Poetico. Moderno. Potente.

    leggi la recensione completa di Fauves
  • Un film tanto piccolo da rivelarsi infinitamente grande; una riflessione profonda e toccante sul lato più umano della fantascienza, che riconferma l'indiscutibile talento di Villeneuve. Da custodire gelosamente.

    leggi la recensione completa di Stanley42
  • stilisticamente affascinante, ma non immune da difetti. attraverso la messa in campo delle nuove conoscenze scientifiche, spesso ammantando il tutto di scampoli di filosofia post-new-age, si dà luce ad opere che in fondo in fondo sono solo confezionate sempre meglio, ma un po' vuote.

    commento di giovenosta
  • Fantascienza speculativa per il bravo Denis Villeneuve che ancora una volta si rivela straordinario narratore dei labirinti dell'anima umana.

    leggi la recensione completa di GIANNISV66
  • La tesa e fine riflessione sul peso delle parole è magistralmente intessuta.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Tra new age e science fiction, un film zeppo di incongruenze

    leggi la recensione completa di Springwind
  • L'atterraggio di 12 oggetti misteriosi in varie parti del mondo,preoccupa l'umanità sulle loro intenzioni.In America l'esercito chiama in causa un' esperta di linguistica e un fisico teorico per realizzare un contatto.L'esito sarà sorprendente.

    leggi la recensione completa di bufera
  • tecnicamente molto godibile, dalla fotografia agli effetti speciali, alla scelta delle inquadrature, al dosaggio della suspence, alla musica, pecca nella coerenza e chiarezza dell'intreccio, in definitiva, insulso.

    commento di albycomp
  • Un film sugli alieni intelligente, senza sparatorie e tante esplosioni. Velleneuve ritorna con un film interessante: effetti speciali dosati con un nuovo "concept-design", delle musiche intime e una messa in scena superlativa con numerose carrellate. Alcune incertezze nella sceneggiatura e inutili complicanze in essa non lo rendono un capolavoro.

    commento di LucaJazz94
  • Probabilmente uno dei migliori film di fantascienza degli ultimi anni.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Fantascienza "da donne" perché solo esseri superiori riescono a comunicare tra loro.

    leggi la recensione completa di maurileo
  • Arrival è un ottimo film di fantascienza molto attuale come connotazione politica e moderno come messa in scena, anti spettacolare e raccolto intorno alle ombre fisiche e metafisiche che riesce a evocare.

    leggi la recensione completa di ROTOTOM
  • Se vi aspettate il classico film d'invasione aliena, con tanta di azione ed effetti grafici, vi sbagliate. Questo film è un genere enigmatico, dove i protagonisti cercano di communicare con l'invasore e cercando di capire i loro segni che usano per parlare con gli umami. In generale film carino, ma troppe scene ripetitive.

    commento di iiuma8288
  • È anche e forse soprattutto una storia che ci fa riflettere in modo meditato e complesso sul precario valore del tempo, ormai riconosciuto come la quarta dimensione nella misurazione della nostra esistenza, sul libero arbitrio che disponiamo per decidere il nostro futuro, quindi sul concetto della evitabilità della predestinazione.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Fantascienza best seller che va a colpo sicuro rimescolando carte già giocate. A livello teorico un rompicapo con insegnamento familistico, a livello formale il meglio della tecnica disponibile maneggiata con destrezza ma senza poesia. La fantascienza cosiddetta "filosofica" è un'altra cosa.

    commento di Utente rimosso (Cantagallo)
  • La memoria fa degli strani scherzi... Non c'è un inizio non c'è una fine...

    leggi la recensione completa di champagne1
  • Tutto abbastanza bene nella prima parte, gran confusione nella seconda.

    leggi la recensione completa di SredniVashtar
  • Arrivano gli alieni, ma gli effetti sono decisamente meno devastanti che nei fragorosi film di Emmerich: qui la loro presenza si manifesta con nobili intenti didattici, come in Incontri ravvicinati o in Contact. Villeneuve rimane imprigionato in una tela narrativa che, libera da vincoli spazio temporali, fornisce eccessiva libertà al racconto.

    leggi la recensione completa di alan smithee
  • Villeneuve passa brillantemente l'esame di Fantascienza

    leggi la recensione completa di elche99
  • "Pur conoscendo il viaggio e la destinazione, io lo accolgo e accolgo come benvenuto ogni suo momento." Clinamen e traiettorie che sintetizzano 'il fine ultimo' della vita umana. Suggestioni malickiane, astronave magrittiano, Arrival è uno di quei film che vanno dritti al cuore. E grande è la commozione durante il compimento del viaggio.

    commento di Marcello del Campo
  • Tentativo affascinante, nel solco della tradizione dei film di fantascienza di contatto apparentemente fisico, in realtà tendente al metafisico. Ma, come dice giustamente Alan Smithee, "il film non riesce davvero ad avvincere e a convincere come lo è stata fino ad ora pressoché tutta la cinematografia di un grande autore come Villeneuve".

    commento di carloz5
  • “A volte penso che il segno più certo dell'esistenza di vita intelligente in qualche parte dell'universo sia il fatto che nessuno di loro abbia cercato di contattarci.” Bill Watterson

    leggi la recensione completa di gaiart