Espandi menu
cerca
La battaglia di Hacksaw Ridge

Regia di Mel Gibson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

ottodue

ottodue

Iscritto dal 15 gennaio 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 1
  • Post -
  • Recensioni 45
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La battaglia di Hacksaw Ridge

di ottodue
9 stelle

Stupendo film, spettacolare ed emozionante. Un film sulla guerra che fa pensare.

Conosciamo tutti il recente Mel Gibson: i suoi ultimi due film (La passione di Cristo e Apocalypto) sono stati capolavori di tecnica, emozione, messaggio.

Naturalmente non tutti la pensiamo allo stesso modo, ed infatti polemiche sono sorte ad ogni sua produzione come regista.

 

Una cosa è innegabile: vale la pena vedere i suoi film, valgono ampiamente il prezzo del biglietto.

La trama la conoscete, il film parte come una storia d'amore (il classico colpo di fulmine con l'infermierina), si trasforma nella parte centrale in un Full Metal Jacket e termina con il pugno nello stomaco dell'orrore tipo sbarco in Normadia, tra scoppi e budella.

Gibson ci sa fare con la macchina da presa: non ci sono momenti morti (lontano anni luce dalle cadute di ritmo che fanno dormire tipo Signore degli Anelli), le più di due ore filano via rapidamente. La fotografia è stupenda, così come il montaggio.

La recitazione dai protagonisti non mi ha colpito particolarmente, anche se si nota il mestiere e l'applicazione. 

E' un film sulla guerra, contro la guerra, che giustifica la guerra, che illustra la guerra. In qualunque modo lo leggiate, comunque fa pensare.

 

Scusate l'ultima postilla polemica... i voti al film dati nel sito secondo me dovrebbero aiutare chi legge a decidere se spendere i suoi soldi per andarlo a vedere. Non approvo, anzi mi da fastidio, chi sentenzia votazioni infime perchè non è d'accordo con il messaggio del film: le opere d'arte non si giudicano con il proprio metro politico, ma per il valore artistico e, nel caso dei film, spettacolare! Se nel passato avessero censurato tutto quello che non piaceva, come agli estremi fa l'Isis oggi, vivremmo una vita senza arte!

 

La frase famosa: "Ti prego, ancora uno".

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati