Trama

Willie, Joe e Al, amici da tutta una vita, decidono di invertire la loro esistenza da pensionati e di rischiare ogni cosa per la prima volta quando il loro fondo pensionistico sfuma a causa di un'imprevista crisi. Pianificano allora un colpo in banca, nonostante non sappiano nemmeno come maneggiare una pistola.

Approfondimento

INSOSPETTABILI SOSPETTI: AVERE LA MEGLIO SUL SISTEMA

Diretto da Zach Braff e sceneggiato da Theodore Melfi, Insospettabili sospetti si basa liberamente su un soggetto di Edward Cannon (già trasposto al cinema nel 1979 in Vivere alla grande) e racconta la storia di Willie, Joe e Albert, tre ottantenni amici da tutta una vita che sono costretti a rimboccarsi le maniche e a trovare una soluzione quando i loro fondi pensionistici, investiti in maniera sbagliata, vengono sospesi lasciandoli senza un dollaro. Nel disperato tentativo di riuscire a pagare le bollette a fine mese e di non essere ulteriormente di peso per i loro cari, i tre decidono di rischiare grosso organizzando un colpo nella stessa banca in cui erano depositati i loro fondi.

Con la direzione della fotografia di Rodney Charters, le scenografie di Anne Ross, i costumi di Gary Jones e le musiche di Rob Simonsen, Insospettabili sospetti è una commedia che mette in scena l'amicizia tra tre ottantenni, la loro voglia di rimanere attaccati alla vita e il loro desiderio di combattere (a modo proprio) il sistema bancario che mai pensavano potesse derubarli. Come tanti americani (e non solo), i tre sono rimasti vittima di promesse non mantenute dalle quali hanno ricevuto in cambio solo niente. Impegnandosi con tutte le loro forze, decidono di farsi giustizia a modo proprio. "Insospettabili sospetti si basa sullo stesso soggetto di Vivere alla grande, film del 1979 diretto da Martin Brest. Non è però un remake. La pellicola del 1979 è semmai un punto di partenza per una nuova storia, una versione moderna di una premessa universale: il sistema, le sue regole non rispettate e il suo non funzionamento. Che si tratti di pensioni, assicurazioni o banche, il problema resta lo stesso. Lungo il corso del film, accadono cose divertenti ma la realtà della situazione che i tre vivono e la sua posta in gioco è molto delicata e per tale ragione non si può fare a meno che sposare la loro causa e condividere il loro punto di vista. Sebbene pianifichino un crimine, abbiamo fatto in modo che esso sia dettato da questioni di giustizia: hanno lavorato per 40 anni e sono stati privati della loro pensione da una banca che non ha alcun rispetto per i propri clienti.

Per rendere la storia più movimentata, ho voluto introdurre anche una storia d'amore tra la sanguigna Annie e il cinico Al perché volevo esplorare la tematica dell'amore e del sesso in età avanzata, argomenti che difficilmente si affrontano anche nella realtà. Per finire, ho voluto anche che ogni personaggio fosse immerso in quotidianità condivisibili: Joe, ad esempio, fa quasi da padre alla nipote Brooklyn mentre Willie e Al convivono in modo da dimezzare le spese, cosa che sempre più spesso le persone anziane fanno", ha sottolineato lo sceneggiatore.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Insospettabili sospetti è Zach Braff, attore, produttore e regista statunitense. Nato nel new Jersey da madre psicologa e padre avvocato, Braff è fondamentalmente noto per avere interpretato il ruolo del dottor John Dorian nella serie televisiva Scrubs e per essere il protagonista di The Last Kiss,… Vedi tutto

Commenti (3) vedi tutti

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

lino99 di lino99
3 stelle

Il soggetto del gruppetto di anziani tranquillo che decide di rapinare una banca per colmare le ingiustizie economiche è già scontato, se a questo si aggiunge una sceneggiatura priva di almeno una gag che funzioni, allora il risultato non può che essere insufficiente, anche con tre attoroni del calibro di Morgan Freeman, il giocherellone lontano dalla propria famiglia,… leggi tutto

1 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

will kane di will kane
6 stelle

Nel 1979, "Vivere alla grande" lanciò un nuovo regista, Martin Brest, che conquistò il plauso di molti critici, e riscosse un discreto successo commerciale, pur senza raggiungere incassi fantasmagorici: la storia di tre anziani che, un pò per rivalsa, un pò per dare una svolta alla loro vecchiaia, si improvvisano rapinatori, è oggi ripresentata con Michael… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

IGLI di IGLI
7 stelle

In questa commedia riempita di sentimentalismo e bontà d'animo, in realtà c'è un'amara riflessione sugli pensionati e le banche. Purtroppo in Italia il tema ancora più attuale con le pensioni e la miseria che comportano. Il film è godibile grazie soprattutto all'autoironia dei tre attori protagonisti che sembrano divertirsi molto a girarlo. Lieto fine… leggi tutto

1 recensioni positive

2019
2019

Recensione

IGLI di IGLI
7 stelle

In questa commedia riempita di sentimentalismo e bontà d'animo, in realtà c'è un'amara riflessione sugli pensionati e le banche. Purtroppo in Italia il tema ancora più attuale con le pensioni e la miseria che comportano. Il film è godibile grazie soprattutto all'autoironia dei tre attori protagonisti che sembrano divertirsi molto a girarlo. Lieto fine…

leggi tutto
Recensione
2018
2018
Trasmesso il 10 settembre 2018 su Rsi La1
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2017
2017

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
6 stelle

Commedia agro-dolce con risvolti drammatici che deve il poco del suo mordente al cast di attori decisamente di alto livello. Zach Braff alla regia non ha un suo stile e si vede, in La mia vita a Garden State aveva puntato quasi tutto sulla sua presenza, fallendo su molti fronti. Ora si affida a Morgan Freeman, Michael Caine e Alan Arkin (oltre ad un poco incisivo Matt Dillon). Il risultato…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

penelope68 di penelope68
6 stelle

Una commedia amara, sulle difficoltà economiche che portano tutti a prendere decisioni drastiche .Lo fanno pure i tre anziani che non avendo nulla da perdere , si improvvisano rapinatori .Mettono in scena una commedia per assicurarsi un alibi e fanno il colpo proprio nella loro banca, quella che li ha ridotti sul lastrico . Qualcosa andrà storto , e verranno sospettati , ma si…

leggi tutto
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti

Recensione

Fanny Sally di Fanny Sally
6 stelle

Tre anziani amici ed ex colleghi di lavoro, si ritrovano ad essere privati della propria pensione dalla nuova società che gestisce i capitali dell’azienda siderurgica presso cui hanno lavorato. Oberati ciascuno da problemi familiari e personali, decidono di tentare un’audace impresa: depredare la banca che detiene i loro fondi pensionistici. Tra acciacchi dell’età…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti

Recensione

will kane di will kane
6 stelle

Nel 1979, "Vivere alla grande" lanciò un nuovo regista, Martin Brest, che conquistò il plauso di molti critici, e riscosse un discreto successo commerciale, pur senza raggiungere incassi fantasmagorici: la storia di tre anziani che, un pò per rivalsa, un pò per dare una svolta alla loro vecchiaia, si improvvisano rapinatori, è oggi ripresentata con Michael…

leggi tutto

Recensione

FabioGiusti di FabioGiusti
6 stelle

La prima cosa a saltare all’occhio di questo Insospettabili sospetti – remake di quel Vivere alla grande che, nel 1979, dava inizio alla carriera di Martin Brest – è quanto poco o nulla ci sia dentro della sensibilità indie di Zach Braff, che i più forse ricorderanno solo come protagonista dell’esilarante serie…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

lino99 di lino99
3 stelle

Il soggetto del gruppetto di anziani tranquillo che decide di rapinare una banca per colmare le ingiustizie economiche è già scontato, se a questo si aggiunge una sceneggiatura priva di almeno una gag che funzioni, allora il risultato non può che essere insufficiente, anche con tre attoroni del calibro di Morgan Freeman, il giocherellone lontano dalla propria famiglia,…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 1 maggio 2017
Alan Arkin, Morgan Freeman, Michael Caine
Foto
2016
2016
Alan Arkin, Morgan Freeman, Michael Caine
Foto
locandina
Foto
Morgan Freeman, Michael Caine, Alan Arkin
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito