Una Vita, Une Vie

play

Regia di Stéphane Brizé

Con Judith Chemla, Jean-Pierre Darroussin, Yolande Moreau, Swann Arlaud, Nina Meurisse, Finnegan Oldfield, Clotilde Hesme, Alain Beigel Vedi cast completo

In streaming
  • Google Play
  • Google Play
  • iTunes
  • Google Play
In STREAMING

Trama

Normandia, 1819. Jeanne Le Perthuis des Vauds, una giovane donna troppo protetta e piena di sogni ancora infantili, esce dal convento in cui è stata educata e sposa Julien de Lamare. L'uomo si rivelerà presto brutale, avaro e volubile ma le illusioni di Jeanne spiccheranno gradualmente il volo.

Approfondimento

UNA VITA, UNE VIE: DAL PRIMO ROMANZO DI GUY DE MAUPASSANT

Diretto da Stéphane Brizé e sceneggiato dallo stesso con Florence Vignon, Una vita, une vie racconta l'esistenza sofferta di Jeanne, una giovane donna che nella Normandia del 1819 esce dal convento in cui ha studiato e abbandona i suoi sogni da bambina e la sua innocenza per sposare un visconte locale, Julien de Lamare. Mentre Julien si rivela il più infedele dei mariti, con dei tradimenti che sono destinati a culminare in tragedia, Jeanne affida ogni suo sentimento al figlio Paul, che crescendo si rivelerà meno affidabile del padre e farà svanire ogni sua illusione.

Con  la direzione della fotografia di Antoine Héberlé, le scenografie di Valérie Saradjian, i costumi di Madeline Fontaine e le musiche originali composte da Olivier Baumont, Una vita, une vie adatta il romanzo Una vita di Guy de Maupassant, opera prima dello scrittore apparsa per la prima volta come romanzo di appendice nel 1883 sul quotidiano Gil Blas. Considerato da Tolstoj come la massima espressione narrativa francese dopo I miserabili di Hugo, Una vita, une vie tratta temi come l'adulterio, il denaro, la criminalità, l'educazione delle ragazze, il matrimonio, la religione, la famiglia, la cattiveria umana, l'amore e la morte, concentrandosi sulla figura di Jeanne, la cui vita tormentata è caratterizzata da due genitori interessati al buon nome della famiglia, da una cameriera amica/nemica, un marito bifronte e un figlio interessato più al denaro che agli affetti. A spiegare il perché dell'adattamento è lo stesso regista: "Una vita, une vie è stato scritto un anno prima di La legge del mercato, il mio precedente film presentato in concorso al festival di Cannes, ma ha trovato finanziamenti solo dopo. La sua gestazione è stata abbastanza lunga: a farmi conoscere il romanzo è stata Florence Vignon, la cosceneggiatrice una ventina di anni fa. La storia, ambientata nel XIX secolo, sembra lontanissima da quella del mondo della disoccupazione trattato in La legge del mercato... tuttavia, seppur in contesti diversi, c'è un filo comune che attraversa i due film. Jeanne e Thierry, il personaggio di Vincent Lindon in La legge del mercato, sono fondamentalmente due idealisti. mentre Thierry esprime i suoi ideali opponendosi come può a una situazione insopportabile, Jeanne manifesta estrema fiducia nel genere umano. Del resto, Jeanne entra nella fase della vita adulta senza avere mai pianto: ha vissuto un'infanzia e un'adolescenza in cui tutto era perfetto, crescendo con l'idea che gli adulti non mentano. Le manca dunque la necessaria presa di distanza da un mondo in cui le persone seguono meccanismi spesso brutali e dettati da doppi fini. Jeanne non accetta tale visione del mondo: è una persona meravigliosa la cui mente è priva di sotterfugi. Questo suo aspetto la rende affascinante ma la condanna anche all'infelicità".

Leggi tuttoLeggi meno

Curiosità

Ispirandosi alle figure della madre Laure, di Emma Bovary (protagonista del romanzo di Flaubert) e di Madame Aubain (personaggio creato da Flaubert per il racconto Un cuore semplice), Maupassant ha creato per Una vita il personaggio di Jeanne Le Perhuis des Vauds, la cui storia negli anni è stata trasposta più volte sul piccolo e grande schermo. Un primo adattamento di Una vita arriva al cinema nel 1947 grazie al regista finlandese Toïvo J. Särkkä. Nel 1958 è invece la volta della produzione italo-francese Una vita - Il dramma di una sposa, firmato da Alexandre Astruc. Un terzo adattamento, prima di quello di Brizé, viene infine realizzato nel 2004 per la televisione francese France 2 dalla regista Élisabeth Rappeneau, che affida il ruolo della protagonista all'attrice Barbara Schulz.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Una vita, une vie è Stéphané Brizé, regista, sceneggiatore e attore francese, nato a Rennes nel 1968. Dopo un diploma universitario in elettrotecnica all'università di Valenciennes, ha la possibilità di accedere a uno stage presso l'emittente televisiva France 3 Rennes, dove inizia a interessarsi… Vedi tutto

Commenti (2) vedi tutti

  • POUR ÊTRE FIDÈLE, IL FAUT TRAHIR”… “L’ADAPTATION EST UNE BATAILLE CONTRE LA LITTÉRATURE” (STÉPHAN BRIZÉ)

    leggi la recensione completa di laulilla
  • La vita di una donna immatura e fragile finisce per divenire il cardine delle vicissitudini di una ricca famiglia di possidenti terrieri,funestata dalla cattiva sorte.Da un classico di Maupassant il gran regista Brizé ricava un film eccezionale che rifiuta una narrazione tradizionale e episodica per ambire ad un quadro d'epoca lungo tutta una vita.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
8 stelle

Venezia 73 – Concorso ufficiale. Non sempre il punto di partenza e l’approdo sono determinanti, a volte il peso specifico risiede nel tragitto. Stéphane Brizé, gia apprezzato a Cannes 2015 con La legge del mercato, adatta un romanzo di Guy de Maupassant ma fa tutto ciò che si potrebbe auspicare per non fermarsi all’espletamento del più classico… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

nickoftime di nickoftime
5 stelle

Tratto da un racconto di Guy de Maupassant il regista francese Stephane Brizè porta sullo schermo l'esistenza infelice di Jeanne, figlia dell'aristocrazia francese che ama la vita e ne viene tradita per l'assoluta fiducia che vi riversa. Alle prese con le regole del film in costume Brizè le tradisce con una rappresentazione totalizzante che fa a meno della ricostruzione d'epoca per… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2018
2018
2017
2017
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

laulilla di laulilla
8 stelle

Non era stato sicuramente facile per il regista Stéphan Brizé ricavare dal lungo e articolato romanzo di Guy de Maupassant, che portava nel cuore fin dalla prima lettura di venti anni prima, questo bellissimo film, ovvero la storia di Jeanne Le Perthuis des Vauds, che, uscita dal collegio a soli 17 anni nel 1819, era rientrata nella dimora di famiglia in Normandia in attesa di…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 29 maggio 2017
locandina
Foto
2016
2016
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

Venezia 73 – Concorso ufficiale. Non sempre il punto di partenza e l’approdo sono determinanti, a volte il peso specifico risiede nel tragitto. Stéphane Brizé, gia apprezzato a Cannes 2015 con La legge del mercato, adatta un romanzo di Guy de Maupassant ma fa tutto ciò che si potrebbe auspicare per non fermarsi all’espletamento del più classico…

leggi tutto

Recensione

nickoftime di nickoftime
5 stelle

Tratto da un racconto di Guy de Maupassant il regista francese Stephane Brizè porta sullo schermo l'esistenza infelice di Jeanne, figlia dell'aristocrazia francese che ama la vita e ne viene tradita per l'assoluta fiducia che vi riversa. Alle prese con le regole del film in costume Brizè le tradisce con una rappresentazione totalizzante che fa a meno della ricostruzione d'epoca per…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

VENEZIA 73 IN ORDINE DI PREFERENZA

alan smithee di alan smithee

Aspettando i risultati ufficiali della Giuria, appena finito di vedere, col film di Kusturica, tutti e venti i film del concorso, mi accingo a stilare una classifica che rappresenta in ordine di preferenza, i miei…

leggi tutto
Playlist

Recensione

alan smithee di alan smithee
9 stelle

VENEZIA 73 - CONCORSO Il potere della narrazione pura: senza fronzoli, senza commenti musicali eccessivi e fuorvianti, Stephane Brizé adatta un romanzo di Guy de Maupassant aprendoci alla vicenda come fossimo un lettore che affronta la prima pagina scritta entrando direttamente nel vivo della vivenda: l'ambiente rurale di una Francia dei proprietari terrieri facoltosi, in questo caso…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti

Recensione

Spaggy di Spaggy
9 stelle

Nella Normandia del 1819, Jeanne ha appena lasciato il convento in cui è stata educata quando sposa il visconte Julien de Lamare. Portata a sposare un uomo che nemmeno conosceva, Jeanne si comporta come ogni ragazza del suo tempo: non è costretta a farlo ma segue le volontà della madre, una donna che subdolamente le propone un aut aut a cui non può sfuggire, e la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
Judith Chemla
Foto
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito