Espandi menu
cerca
Le Ardenne

Regia di Robin Pront vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Mulligan71

Mulligan71

Iscritto dal 6 aprile 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 40
  • Post -
  • Recensioni 991
  • Playlist 2
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Le Ardenne

di Mulligan71
8 stelle

Ecco che il Belgio, ancora una volta, ci consegna un esordio coi fiocchi, da parte di questo Robin Pront, altro nome da tenere d'occhio nel Cinema sempre più efficace di quel paese solo in apparenza insignificante. La cinematografia belga degli ultimi anni è una rappresentazione cruda e realistica di un disagio umano e geografico, che sfocia in pellicole battute dal vento e dal fango, dalle periferie e da un lieto fine quasi sempre inesistente, a meno che il grottesco, visto come forma di sopravvivenza, prenda possesso delle storie raccontate. Non è il caso di questo "Ardenne", innervato dalla tragedia fin dai primi minuti, che si muove inesorabile verso la catarsi di sangue e morte della ideale seconda parte, come un "Fargo" spremuto dalla visione cartoonesca dei Coen. Due fratelli con un'infanzia sbagliata, un carcere, una donna fra i due, (la splendida e sempre brava Veerle Baetens, denudata dai tatuaggi di "The Broken Circle Breakdown"), che finiscono per piegare il film verso un durissimo confronto fratricida, proprio fra i boschi delle Ardenne, luogo non luogo, teatro di sanguinose battaglie e qui tutto fango, neve marcia e sangue. Lo stile è asciutto, proprio come dev'essere, tipico di questo neorealismo belga che sforna gioielli dopo gioielli, gli attori con le facce giuste, con la recitazione giusta, mai sopra le righe e mai sotto, (c'è pure l'inquietante Jan "Borgman" Bijovet), e c'è tanta notte e solitudine, nonostante tutta la vicenda si sviluppi attorno alla festa del Natale, mai più distante e finto come in "Ardenne". Un lavoro splendido, che colpisce forte e fa male, molto male. Mai distribuito in Italia, perché da noi vanno solo le schifezze. Peccato.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati