Espandi menu
cerca
È arrivato mio fratello

Regia di Castellano & Pipolo vedi scheda film

Recensioni

L'autore

sasso67

sasso67

Iscritto dal 6 dicembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 97
  • Post 64
  • Recensioni 4484
  • Playlist 42
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su È arrivato mio fratello

di sasso67
6 stelle

Me lo ricordavo più divertente. Oggi sembra perfino impossibile che ci sia stato un periodo nel quale bastava che Pozzetto dicesse "Porca puttana!" oppure "E la madonaaa!" che venivano giù i cinema per le risate. Qui addirittura Pozzetto si sdoppia come Villaggio in "Fracchia la belva umana" e recita quasi tutto il tempo da solo. Ovviamente il divertimento dovrebbe consistere negli scambi di persona e nella disinvoltura con la quale il fratello pianista si comporta, al contrario del fratello professore, imbranato e maltrattato da tutti. Un po' come Villaggio/Belva umana quando si trova davanti Agus o la Mazzamauro. In realtà nel film di Castellano e Pipolo le cose funzionano così e così: per ingannare una fioraia i due gemelli si presentano come registi, ovviamente i fratelli Taviani: "Piacere, Taviano, le presento mio fratello Taviano". Le battute migliori però sono alla fine, quando la colored Esmeralda ancora non si è resa conto che il timido professore ha preso il posto del fratello disinvolto e gli domanda: "Da quando porti gli occhiali?" e lui "Da stasera" e lei dice "Sai cosa sembri con gli occhiali? Un professore!" e lui "Eh, non esageriamo..." e la ragazza nota "Sembri anche più grasso" e lui "Eh, saranno gli occhiali...". Poi la ragazza, conquistata, si concede: "Questa sera ti darò quello che hai sempre desiderato" e il timido professor Ceciotti: "I francobolli del papa buono???".

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati