Espandi menu
cerca
Ghostbusters

Regia di Paul Feig vedi scheda film

Recensioni

L'autore

SatanettoReDelCinema

SatanettoReDelCinema

Iscritto dal 1 marzo 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 10
  • Post 5
  • Recensioni 185
  • Playlist 2
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ghostbusters

di SatanettoReDelCinema
4 stelle

Dal regista che ha rilanciato la commedia al femminile in America, un reboot non necessario, che pur non essendosi rivelato il bruttume che ci si aspettava vive troppo di rimandi e di comicità acerba.

Dite la verità: quanto vi ha spaventato l'idea di questo film?

L'idea di rivedere un cult degli anni '80 come Ghostbusters - Acchiappafantasmi, diretto dalle sagge mani di Ivan Reitman, amato e apprezzato tanto quanto datato (diciamo le cose come stanno), rifatto ai giorni nostri al femminile non è andata per nulla a genio al popolo del web, che ha fatto ricorso ad estremi tanto efficaci quanto sensati come "mettere dislike al video del trailer su YouTube"....

Per quel che mi riguarda io ero TERRORIZZATO all'idea.

Ma appena uscito dalla sala ho tirato un enorme sospiro di sollievo.

Le 4 attrici funzionano e hanno una discreta chimica, la regia è vivace quanto basta e il 3D è ben implementato.

Non ci si annoia e le quasi due ore di durata scorrono via senza troppi patemi.

Dunque arriviamo al punto: è stato meglio del previsto? Certo che sì.

Ma questo vuol dire che è stato un buon film? No. Affatto.

Nonostante i piccoli pregi da me precedentemente elencati non mi sento di promuovere il film.

E giuro che ci ho provato a divertirmi, il film ha un ritmo comico notevole, forse anche troppo elevato, ma le battute risultano per lo più di basso livello, e quelle poche risate non bastano a salvare lo screen-play dalla mediocrità.

Le attrici, come detto, funzionano decentemente quando lavorano assieme. Peccato che quando sono ognuna per conto loro la pellicola da la sensazione di appesantirsi all'improvviso.

Tante tematiche e frecciatine, come anche l'impronta vagamente femminista (il regista Paul Feig d'altronde è stato colui che ha dato nuovo smalto alla commedia al femminile), risultano acerbe e non sviluppate.

E infine manca totalmente di originalità, i richiami e i camei celebri non si contano e sembrano messi solamente per non perdere il sostegno dei fan di vecchia data.

Per queste ragioni non sono riuscito a godermi il film a dovere, e non riesco ora come ora a concedergli la sufficienza.

Magari lo rivaluterò in futuro, ma per ora resta un film sì migliore delle aspettative ma comunque non sufficiente.

 

Voto: 5+/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati