Espandi menu
cerca
22 minutes

Regia di Vasily Serikov vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 271
  • Post 174
  • Recensioni 4169
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su 22 minutes

di alan smithee
3 stelle

Una squadra di pirati somali assalta una grossa nave cargo battente bandiera russa che trasporta una grande quantità di gas, mentre questa si trova ad attraversare le acque internazionali del Corno d'Africa. L'equipaggio se ne accorge in tempo per riuscire a isolare le porte di accesso, bloccandosi all'interno della nave, esteriormente ormai occupata dagli invasori mossi da fini criminali ed estorsivi.

Intervengono le forze speciali della marina russa, che tuttavia non possono sparare alla nave, colma di gas altamente infiammabile, e, presi di mira del fuoco dei criminali, devono presto abbandonare la zona, perdendo nelle acque antistanti la nave uno dei propri soldati.

Costui, valente militare con alle spalle una controversa storia di fidanzamento finita nel peggiore dei modi, verrà raccolto proprio da una scialuppa degli stessi pirati, divenendo presto un ostaggio assieme ad un marinaio del cargo rimasto fuori incidentalmente.

Il marines tuttavia si trasformerà presto da ostaggio in elemento chiave per garantire ai suoi compagni un'azione risolutiva in grado di dare scacco ai violenti sequestratori ed assassini.

Anche ai russi, come capita sempre più sovente anche ai cinesi tentati dall'avventura in produzioni Blockbuster, piace, a volte, fare "gli americani"; e dunque un po' i gradassi, in nome di un patriottismo che inevitabilmente diventa tronfio e stucchevole oltre ogni sopportazione.

Figurarsi in questo caso, quando veniamo costretti a farci parte di una storia che certo ha il pregio di puntare , con insolita concisione, subito al fulcro del contendere, ma si dimostra presto costellata di figure e soggetti insopportabili, delineati in tutta la greve bidimensionalità che un patriottismo senza controllo instilla nei caratteri di ognuno, dal biondo baldo protagonista, a tutti gli altri suoi commilitoni, pure loro tutti belli e valorosi, impegnati in una lotta senza quartiere contro il nemico crudele, infido e nero.

Ad aggravare la situazione, l'idea di raccontarci (come se non bastasse già la storia ufficiale), pure i retroscena di una storia d'amore svenevole ove la bellissima donna del nostro eroe si concede ad un altro uomo, divenendone promessa sposa, ed impegnando il nostro eroe non solo nella concitata azione di salvataggio di cui sopra, ma pure nel recupero in extremis del proprio affetto andato quasi perduto.

22 minutes, titolo che si riferisce al tempo massimo necessario per scongiurare il peggio in questa concitata ed esuberante missione-sfoggio di efficienza ed operatività mista ad amor patrio incondizionato, si rivela un devasto della portata del Top Gun di metà anni '80; dunque, a suo modo, epocale.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati