Espandi menu

cerca
Quo vado?

Regia di Gennaro Nunziante vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Paul Hackett

Paul Hackett

Iscritto dal 2 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 75
  • Post -
  • Recensioni 1478
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Quo vado?

di Paul Hackett
6 stelle

Legatissimo al suo posto fisso, il pugliese Checco subisce la mobilità imposta all'ufficio provinciale nel quale è impiegato, ma rifiuta ostinatamente di dimettersi, nonostante il mobbing di una "tagliatrice di teste" ministeriale che continua a trasferirlo nelle sedi più disagiate. In una base italiana alle isole Svalbard, l'uomo conosce una ricercatrice e se ne innamora, andando a vivere con lei nella città norvegese di Bergen. Dapprima le cose sembrano andare più che bene, ma il lungo inverno artico è alle porte e, con esso, la nostalgia del nostro paese.

 

La premiata ditta Zalone & Nunziante ricicla i temi dei film precedenti (soprattutto Che Bella Giornata), imbastendo una satira pungente, ma al solito affettuosa (e pericolosamente assolutoria), dell'italietta del posto fisso. Il tamarro zaloniano è sempre lo stesso: bamboccione, furbastro, ignorante, grezzo e così simile all'italiano medio, la sua forza è nella minimale ma fondamentale capacità di far ridere e, nonostante la sceneggiatura di Quo Vado proceda ondivaga e incoerente, strutturandosi quasi a episodi sconnessi, riesce quasi sempre a strappare la risata. Pellicola inevitabilmente vampirizzata dal protagonista, ma buono il cast di contorno, peccato solo che Lino Banfi sia utilizzato pochissimo: un confronto tra due generazioni così diverse di comici pugliesi sarebbe stato molto interessante.

 

Quando una commedia fa ridere, che gli vuoi dire? 6/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati