Espandi menu
cerca
Un volto nella folla

Regia di Elia Kazan vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mmciak

mmciak

Iscritto dal 3 settembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 57
  • Post 9
  • Recensioni 2568
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Un volto nella folla

di mmciak
10 stelle

"Un volto nella folla" diretto nel 1957
da Elia Kazan,che io lo definisco straordinario
e strepitoso per come il regista critica il
sistema Americano e per come i mass-media
portano in cielo un personaggio e per poi
sprofondarlo da dove è arrivato.

Il Film è tra "Quarto potere" e "Tutti gli uomini
del Re",ma ha di suo l'efficacia e realisticità
della messa in scena,che costruisce un ritratto
spietato degli Usa negli anni '50,
e dei pericoli dei mass-media.

Il personaggio Solitario Rodhes che interpreta
Andy Griffit in modo strepitoso che prende tutta la
scena comincia che è un cantautore girovago
che grazie a una scopritice di talenti (Patricia Neal)
diventa di successo.

Ma la sua rovina arriva quando capisce
che ha potere e influenza sul pubblico
e comincia a crederci e a farsi corrompere
da Joey,ed arriva a tal punto da scatenare
un'ambizione che dopo si verificherà pericolosa.

Un Film attualissimo e tagliente nonostante gli anni
e anche molto politico e quando il grande
Walter Matthau nella parte dello scrittore
Mel Miller,fa il monologo è l'apoteosi.

Nel Cast figurano anche Anthony Franciosa
e Lee Remick.

Straordinaria la robusta sceneggiutura
scritta da Budd Schulberg e la suggestiva
fotografia in bianco e nero di Gayne Rescher
e Harry Stradling,che fanno nel suo complesso
un Film "eterno" proprio perché è ancora
attuale e per come distrugge e fa a pezzi
"il sogno Americano".

Una sola frase che si può definire
questa pellicola: Capolavoro.

Un Film da vedere e rivedere.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati