Sole alto

play

Regia di Dalibor Matanic

Con Tihana Lazovic, Goran Markovic, Nives Ivankovic, Mira Banjac, Slavko Sobin, Dado Cosic, Trpimir Jurkic, Lukrecija Tudor, Stipe Radoja Vedi cast completo

In streaming
  • Chili
  • Wuaki
  • Chili
  • iTunes
In STREAMING

Trama

Tre differenti storie di amore proibito, della sua fragilità ma anche della sua forza. Tre storie che coprono tre decenni e che interessano due villaggi bosniaci vicini, separati da conflitti e intolleranza.

Approfondimento

SOLE ALTO: L'AMORE VINCE LE DIVISIONI

Scritto e diretto da Dalibor Matanic, Sole alto racconta tre storie d'amore ambientate in tre decenni consecutivi in due villaggi balcanici vicini caratterizzati da una lunga storia di odio interrazziale. Si tratta dunque di un film che esplora la fragilità e l'intensità dell'amore proibito. Nella prima storia, ambientata nel 1991, una romantica attrazione viene vissuta in maniera clandestina a causa dell'atmosfera di follia, confusione e paura, generata dalla certezza di una guerra prossima che rende l'amore un lusso proibito. Nella seconda storia, ambientata nel 2001, la guerra è oramai finita ma i due innamorati protagonisti si trovano nell'impossibilità di trasformare la loro infatuazione in relazione a causa delle cicatrici ancora fresche del conflitto balcanico. Nella terza storia, ambientata nel 2011, l'amore può finalmente mettere le radici e i due innamorati possono liberarsi dal giogo del passato: il male e il sospetto non sono ancora completamente scomparsi dalle loro vite e la catarsi è difficile da realizzare ma non impossibile.

Con la direzione della fotografia di Marko Brdar, le scenografie di Mladen Ožbolt, i costumi di Ana Savi? Gecan e le musiche di Alen Sinkauz e Nenad Sinkauz, Sole alto è così descritto dal regista: «Da regista, sono sempre stato incuriosito dall'odio senza fine a base etnica che caratterizza la regione dei Balcani e dai conflitti generati dalla guerra, dalla religione o dalla politica. Con Sole alto volevo esplorare tre diverse storie di un ragazzo croato e una ragazza serba attraverso tre decenni. Le storie si svolgono tutte negli stessi luoghi, in villaggi bruciati dal sole, e i protagonisti sono sempre poco più che ventenni. Attraverso le tre vicende, ho voluto prendere in giro l'atmosfera di male accumulato che ha danneggiato le comunità della regione.

Non sono l'unico a pensare che nel XXI secolo il problema dell'odio verso l'altro sia particolarmente grave, preoccupante e pericolosamente allarmante. Esempi non ne mancano, basti pensare all'islamofobia, al neonazismo, allo sciovinismo, al razzismo e al rifiuto degli immigrati. Credo che non ci sia modo migliore di fare un film sull'argomento narrando di storie sentimentali e contrastando l'intolleranza con l'accettazione, la paura e l'odio con la speranza, il perdono e l'amore. Il mio obiettivo come regista era quello di contrastare lo stato dello cose, frutto di un odio di lunga data, e di utilizzare la narrazione cinematografica per analizzare i cambiamenti che hanno influenzato la vita dei giovani dei Balcani. Volevo che l'amore fosse più forte delle ragioni che impediscono loro di agire con umanità, terminando il film con una storia ambientata ai giorni nostri in cui i giovani amanti, i loro familiari, gli amici e i vicini di casa, riescono a superare gli orrori del passato.

Sole alto celebra l'altruismo e l'amore, il meglio della natura umana che ancora lotta per risultare vittoriosa nei Balcani. Di una cosa sono sicuro: politica e nazionalismo estremo non vincono mai. Solo l'amore può vincere».

Leggi tuttoLeggi meno

Commenti (3) vedi tutti

  • Un modo diverso di vivere la guerra dei Balcani,meno bombe e piu' introspezioni psicologiche che vivono i vari personaggi....in mezzo comunque a molta solitudine,da vedere,voto 7,5.

    commento di ezio
  • La guerra dei Balcani ,fratricida e crudele,come poche, viene vista fuori della azioni belliche in tre storie separate da un decennio in un clima rarefatto e assolato che evidenzia le ripercussioni del conflitto sull'odio e sull'amore.

    leggi la recensione completa di bufera
  • Tre storie, tre decenni, una sola guerra che ha lacerato vite e distrutto equilibri e famiglie. Matanic gira un film più interessante ed importante che davvero bello: gli attori che si passano la staffetta o ritornano invecchiati o interpretano ruoli differenti costituiscono il vero appiglio originale di un film che promette più di quanto concede.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

bufera di bufera
7 stelle

  La guerra dei Balcani, terribile lotta fratricida tra Croati e Serbi, fondata su un odio ancestrale dalle profonde radici, che il tempo non ha ancora sanato, ha ispirato al regista croato Dalibor Matanic il film SOLE ALTO ( 2015) che guarda oltre gli orribili fatti di sangue e gli eventi bellici per narrarne le ripercussioni sulle persone, fratelli, amici, amanti, genitori. In una… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

MarioC di MarioC
6 stelle

Scordatevi Tanovic e, soprattutto, Kusturica. La loro visione della guerra jugoslava interpretata secondo i canoni di una vitalità (diremmo propriamente slava, se questo non apparisse in qualche modo un settarismo o, in fondo, una mistificazione) dura a morire, presente a se stessa, fluida e gioiosa, anche nell’odio, nel sangue, nella baraonda delle etnie contrapposte. Con Sole alto… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

2018
2018

Recensione

barabbovich di barabbovich
6 stelle

Tre storie d'amore impossibile a distanza di 10 ani una dall'altra, tutte ambientate nella ex-Jugoslavia e interpretate dagli stessi attori, Goran Markovic e Tihana Lazovic. Si comincia dal 1991. Ivan e Jelena si amano e progettano di andare a vivere lontani da quella terra infuocata dal conflitto etnico-religioso tra serbi e croati. Ma il fratello di lei si oppone a quell'amore tra gente che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017

Recensione

Leo Maltin di Leo Maltin
7 stelle

Tre declinazioni di un amore interetnico colto attraverso tempi e modi diversi. Bello, pulito, tenero ma stroncato sul nascere; aspro, pieno di rancore indiretto, da sfogare con un unico furioso amplesso carnale; dolorosamente risentito eppure disposto al perdono. Le tragiche conseguenze del conflitto serbo-croato (solo suggerrito) emergono dagli edifici fatiscenti, di cui s'intravede la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016

European Film Awards 2016

marcopolo30 di marcopolo30

Nel gennaio scorso, in occasione del Sundance Festival, scrivevo di essere rimasto non poco sorpreso dallo scarso interesse che tale avvenimento sembrava suscitare in Italia. Undici mesi più tardi mi ritrovo a…

leggi tutto
Playlist

Recensione

MarioC di MarioC
6 stelle

Scordatevi Tanovic e, soprattutto, Kusturica. La loro visione della guerra jugoslava interpretata secondo i canoni di una vitalità (diremmo propriamente slava, se questo non apparisse in qualche modo un settarismo o, in fondo, una mistificazione) dura a morire, presente a se stessa, fluida e gioiosa, anche nell’odio, nel sangue, nella baraonda delle etnie contrapposte. Con Sole alto…

leggi tutto
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Warbo di Warbo
8 stelle

1991. Jelena e Ivan. 2001. Nataša e Ante. 2011. Marija e Luka. Tre storie d’amore, apparentemente diverse, sul confine serbo-croato. Nel 1991 i due amanti, lei serba e lui croato, decidono di andare a Zagabria, ma le nubi della guerra incombono sul loro progetto. Nel 2001 le origini dei protagonisti, come nel primo “episodio” lei è serba e lui è croato,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

stefanocapasso di stefanocapasso
7 stelle

In un luogo imprecisato dell’ex Jugoslavia, nel 1991, due giovani Jelena e Ivan stanno progettando di andare via insieme in città. Devono fare i conti con l’odio razziale crescente che le rispettive famiglie alimentano per via delle diverse etnie di provenienza. La narrazione poi si sposta nel 2001, a guerra appena conclusa quando i conflitti sono ancora aspri e ben vivi e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 12 voti
vedi tutti

Recensione

ilpanda di ilpanda
7 stelle

Tre storie ambientate in tre decenni diversi, 1991, 2001 e 2011 durante i conflitti serbo-croati. 1) Due ragazzi innamorati ma appartenenti ai due paesi in conflitto decidono di trasferirsi a Zagabria. Ma le loro famiglie li ostacolano, soprattutto il fratello di lei… 2) Ragazza serba torna nella vecchia casa con la madre dopo la guerra. E’ ancora profondamente turbata e cova…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

ed wood di ed wood
6 stelle

"Sole alto" è il tipico film senza infamia e senza lode. Non si eleva più di tanto dagli standard del cinema d'autore europeo contemporaneo. Non osa, non inventa. Nè sul piano delle idee nè su quello dello stile. Si costituisce di tre episodi, tre storie d'amore in tre differenti epoche della storia jugoslava (1991, alla vigilia della guerra civile; 2001, con ancora…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti

Recensione

bufera di bufera
7 stelle

  La guerra dei Balcani, terribile lotta fratricida tra Croati e Serbi, fondata su un odio ancestrale dalle profonde radici, che il tempo non ha ancora sanato, ha ispirato al regista croato Dalibor Matanic il film SOLE ALTO ( 2015) che guarda oltre gli orribili fatti di sangue e gli eventi bellici per narrarne le ripercussioni sulle persone, fratelli, amici, amanti, genitori. In una…

leggi tutto

Recensione

laulilla di laulilla
8 stelle

Tre storie d’amore in terra di Croazia, negli anni tormentati della guerra inter-etnica crudele e barbarica che dal 1991 al 1995 aveva opposto la popolazione di origine croata ai serbi che lì abitavano, essendo vissuti per secoli sul territorio dove avevano costruito case e futuro per le loro famiglie, formate spesso senza troppo badare alla purezza delle origini etniche. Tale…

leggi tutto

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

FESTIVAL DI CANNES 2015 - UN CERTAIN REGARD - PREMIO DELLA GIURIA Storie e vicissitudini, spesso drammatiche, lungo tre decenni di vita nei Balcani, prima, durante e dopo la guerra fratricida che seminò sangue e morte in quei devastati territori condivisi da etnie dalle culture, religioni ed attitudini piuttosto eterogenee. Gli anni ’80, ’90 e i primi decenni del nuovo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Uscito nelle sale italiane il 25 aprile 2016
2015
2015
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito