Espandi menu
cerca
La vita davanti a sé

Regia di Moshe Mizrahi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 169
  • Post 6
  • Recensioni 893
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su La vita davanti a sé

di bufera
6 stelle

Primo adattamento cinematografico del famoso romanzo di Romain Gary "La vita davanti a sè"( premio Goncourt) del 1977, che non rende giustizia all'opera letteraria e che peraltro è stato premiato con l' Oscar per il migliore film straniero. Giganteggia solo la prova attoriale di Simone Signoret

locandina

La vita davanti a sé (1977): locandina

 

La vita davanti a sé (La vie devant soi) è un film del 1977 diretto e sceneggiato da Moshé Mizrahi, tratto dall'omonimo romanzo di Romain Gary (scritto sotto lo pseudonimo di  Emil Ajar), che ha vinto l'Oscar al miglior film straniero nel 1978. Vale soprattutto come saggio di bravura di Simone Signoret.

 

Madame Rosa ( Simone Signoret imbolsita per l'età) è un'anziana signora ebrea che ha conosciuto tutte le sofferenze delle deportazioni e dei campi di concentramento nazisti,ma è sopravvissutae da quando si è sentita inadatta alla professione di prostituta, si è dedicata ad allevare i figli delle colleghe tuttora "in attività". Il suo appartamento è povero, situato al sesto piano di uno stabile nelle Banlieu parigine  in uno dei quartieri che sanno di ghetto internazionale abitati come sono da immigrati di ogni razza, età e religione.

 

 I numerosi bambini allevati allevati da lei costituiscono un caleidoscopio umano al quale l'anziana dama si dedica con affetto e generosità per quanto le è possibile, dato che la sua condizione finanziaria non è delle migliori, poichè la madri non sempre pagano   per il mantenimento dei figli.Vediamo la donna, piuttosto pingue, arrancare affannata nel salire le scale per raggiunere il sesto piano.   E' evidente che è malata di cuore per motivi circolatori ogni tanto si incanta

 

 

Quando Madame si ammala gravemente e non è più in grado di uscire il dr. Getz - un ebreo "amato da tutti per la sua carità cristiana" - vorrebbe farla ricoverare in ospedale. I bambini sono stati ritirati e Madame Rosa si trova sola con Mosè, un fanciullo ebreo, e Momò,    il ragazzetto sul quale la donna ha riversato tutto il suo affetto. Momò alle prese con una serie di problemi troppo grandi per i suoi quattordici anni ( madre morta e padre psicopatico che lo reclama) è alla fine l'unico che rimane accanto a colei che gli ha fatto da madre e, quando la morte è vicina, evita di portarla in ospedale (come promesso a Madame Rosa che è atterrita dai medici che talora insistono a tenere in vita persone in stato vegetativola) e la nasconde nella cantina segreta, dove lei aveva creato un suo personale "nido") rimanendole accanto per vari giorni dopo la sua morte.

 

II romanzo omonimo di Emile Ajar è molto più vivace per la freschezza e profondità dei dialoghi o delle descrizioni cui tolgono incisività la tecnica delle immagini e dei suoni.Il colore che vira al seppia rende ancora più malinconica e piatta la storia di quanto lo sia nel libro  e la sceneggiatura cammina più per quadri che per azioni. Moshé Mizrahi ha acquistato notevole statura solo perché portato sulle valide spalle della Signoret interprete maiuscola e di Ajar grande scrittore (tra l'altro insignito del Premio Concourt 1975 per questo romanzo). Lo spettatore resta perplesso per il premio Oscar conferito ad un film che non ravviva una storia che poteva essere interessante e coinvolgente. Il giovane attore che interpreta Momo è quasi inesistente, forse bloccato dalla  grandezza di Simone Signoret.

 

La vita davanti a sé (1977): Simone Signoret

La vita davanti a sé (1977): Simone Signoret, Samy Ben Youb

La vita davanti a sé (1977): Simone Signoret

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati