Espandi menu
cerca
Il bacio dell'assassino

Regia di Stanley Kubrick vedi scheda film

Recensioni

L'autore

claudio1959

claudio1959

Iscritto dall'8 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 52
  • Post -
  • Recensioni 799
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Il bacio dell'assassino

di claudio1959
8 stelle

Dave Gordon/Jamie Smith e’ un pugile al tramonto della carriera, corre in aiuto della sua vicina di casa Gloria/Irene Kane, aggredita da Raphael, il suo datore di lavoro, proprietario del locale dove si esibisce come ballerina e dama di compagnia. I due sono attratti reciprocamente e si innamorano, quindi decidono di partire insieme, però Raphael fa rapire Gloria e da ordine ai suoi scagnozzi di uccidere lui. Il pugile per fortuna si salva, me viene ricercato per l’omicidio della persona uccisa per caso al posto suo, il suo manager che si trovava lì per cambiargli un’assegno, un destino cinico e baro purtroppo. Il bacio dell’assassino(Killer’s kill) e’il secondo film di Stanley Kubrick, dopo Paura e desiderio. Fu un film non facile come lavorazione per i scarsi finanziamenti e perciò fu girato in economia in soli 20 giorni. Kubrick era un regista indipendente nel 1955 e diede il film alla United Artists ed alla Minotauro, lo cedette a titolo di costo, giusto per coprire le spese. Molte scene sono girate a New York con la telecamera a mano, molto suggestiva la sperimentazione fotografica, particolarmente nelle riprese esterne ed in notturna. Nel film recita la compagna di allora di Kubrick tale Ruth Sobotka, ballerina professionista al New York City Ballet, ha una parte importante e’la sorella di Gloria, che si vede danzare in uno dei flashback del film. La storia e’molto semplice, gli attori poco noti. Il film però è molto buono, grazie alla precoce bravura del regista e fotografo Kubrick, che si ispira al noir classico, un montaggio secco e serrato fa si che il film che dura 70 minuti scarsi funziona. La scena dell’incontro di boxe, ci da una delle sequenze che hanno ispirato visivamente Martin Scorsese per Toro Scatenato(1980). Bellissima anche la scena finale con i manichini nella fabbrica, che hanno un valore simbolico: l’associazione tra uomo e burattino. Che ritroviamo all’inizio del film, particolarmente nella scena all’inizio del film, quando Gloria soccorsa dal pugile, si addormenta e la macchina da presa riprende una bambola, genialità assoluta. In questo film come in tanti altri Kubrick ha dato spazio al suo genio eclettico e creativo, che ha magicamente ispirato la sua regia sublime ed unica. Non ha girato molto film, ma tutti in modo maniacalmente perfetto, un vero perfezionista di ogni particolare. Stanley Kubrick sicuramente uno dei grandi maestri della settima arte. Dopo questo film giro’ i due film forse suoi migliori secondo me Rapina a mano armata e Orizzonti di gloria, questi con attori di grido come Kirk Douglas, Adolphe Menjou e Sterling Hayden, di un livello superiore a tutti gli attori del cast de Il bacio dell’assassino.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati