Espandi menu
cerca
La corrispondenza

Regia di Giuseppe Tornatore vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Carlo Ceruti

Carlo Ceruti

Iscritto dal 16 maggio 2004 Vai al suo profilo
  • Seguaci 31
  • Post -
  • Recensioni 3744
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La corrispondenza

di Carlo Ceruti
8 stelle

Non ho timore di considerarlo, a dispetto di molti, come una storia d'amore struggente, romantica ed originale.

La relazione tra una giovane studentessa ed un anziano professore universitario di astronomia. Un giorno quest'ultimo muore ma architetta un piano geniale per poter comunicare con l'amata e lasciarle messaggi e video anche dopo la sua dipartita, per sorreggerla ed aiutarla... ma non può durare per sempre.

Come disse Woody Allen in Ombre e nebbia: ci sono delle stelle spente e morte che ancora luccicano e possiamo vedere. Lo stesso è in questo film; il professore universitario (Irons) usa la metafora della Supernova, di una stella che si può vedere anche dopo che è morta, perché ancora può emettere luce. Tornatore paragona il sentimento amoroso ad una Supernova, ci spiega come esso non segue le normali regoli razionali del tempo e dello spazio, che esso può essere talmente potente da sopravvivere alla morte, da batterla, da vincerla. Oltretutto, c'è anche un sottotesto di sottile morbosità, una piccola venatura thriller; è quasi inquietante il rapporto che si instaura tra i due innamorati, morboso, a tratti persino folle, ma è difficile non restarne incantati, difficile non capire lei che non riesce a staccarsi da lui. Il tutto è arricchito dal personalissimo tocco del regista, un tocco romantico, fine, dolce e delicato come una carezza. Il sentimento che invade la protagonista ed il suo 'amato', sembra così spandersi come un profumo su tutto il pubblico che difficilmente non ne reisterà coinvolto. E' angosciante sì, ma offre un'idea della morte che è ben diversa dal pessimismo fine a sé stesso. Perciò non ho timore di considerare La corrispondenza, a dispetto di molti, come una storia d'amore struggente, romantica ed originale. E se nel finale, la morte sembra spuntarla sul sentimento, pur forte, che avvolge i due innamorati, ci accorgiamo che nel frattempo lei ha avuto il tempo di rimettersi in piedi, di prendere la laurea e di diventare abbastanza forte per afferrare le redini della sua vita ed in questo la morte di lui non ha avuto effetto.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati