Espandi menu
cerca
Vamos a matar compañeros

Regia di Sergio Corbucci vedi scheda film

Recensioni

L'autore

hallorann

hallorann

Iscritto dal 7 ottobre 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 89
  • Post 12
  • Recensioni 528
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Vamos a matar compañeros

di hallorann
8 stelle

Si parte con le note incalzanti e autoironiche di Morricone scandite dal tormentone VAMOS A MATAR COMPANEROS cantato dai Cantori Moderni di Alessandroni, il carrello che scorre veloce sulla corsa di Lola con il villaggio messicano di San Bernardino sullo sfondo (ricorda la corsa di Tuco nell’estasi dell’oro leoniana). Infatti IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO è un modello, un archetipo ma se torniamo un attimo indietro anche il QUIEN SABE? di Damiani lo è.

 

Locandina

Vamos a matar compañeros (1970): Locandina

 

Sergio Corbucci era un romano con senso dell’umorismo atavico, veniva dalla commedia e con il western ha fatto sul serio con DJANGO e IL GRANDE SILENZIO. Nel ’70 ha saputo fondere le tre anime: la sua ironia unita ad un disincanto politico, il western canonico e la commedia. Un equilibrio che funziona e risulta ancora godibile.

 

Il furbo, l’ingenuo, il saggio potrebbe essere il sottotitolo di VAMOS. Il primo è lo svedese Peterson detto Pinguino: un accattivante e spiritoso Franco Nero, mercenario dal cuore di dollaro, elegante e colto, dai grandi laghetti azzurri. L’ingenuo è Vasco: un messicano rozzo e sboccato, bandito sbandato innamorato della ribelle con giudizio Lola. Quest’ultima ha sposato la causa del professor Xantos (un ispirato Fernando Rey), il saggio che predica la non violenza, gli ideali da contrapporre agli opportunismi del generale Mongo. Come le sue amate tartarughe preferisce festina lente affrettarsi lentamente per meglio ponderare le situazioni. Con la sua morte, in braccio ad un fucile scarico, Corbucci sancisce il suo pensiero sui rivoluzionari con il libro in mano destinati alla sconfitta. Le idee resteranno ma senza le armi dei mercenari alla “Pinguino” non si andrà lontano. A corollario abbiamo il bizzarro John, un faccendiere americano che ha come unico amico un falcone: interpretato da un inquietante Jack Palance. Il peone eroe quasi per caso El Vasco è un Tomas Milian in gran forma, la cui bella voce originale resta ben impressa nello spettatore.

 

Franco Nero, Tomas Milian

Vamos a matar compañeros (1970): Franco Nero, Tomas Milian

 

Franco Nero

Vamos a matar compañeros (1970): Franco Nero

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati