La memoria dell'acqua

play

Regia di Patricio Guzmán

Vedi cast completo

In streaming
  • iTunes
  • iTunes
  • iTunes
  • iTunes
In STREAMING

Trama

L'oceano nasconde la storia di tutta l'umanità. Il mare contiene tutte le voci della Terra e di coloro che provengono dallo spazio esterno. L'acqua riceve impulsi dalle stelle e le trasmette alle creature viventi. L'acqua, in Cile, detiene anche il segreto di due misteriosi bottoni che sono stati ritrovati sul fondo dell'oceano. Il Cile, con le sue 2670 miglia di costa e il più grande arcipelago del mondo, presenta un paesaggio soprannaturale. In esso vi sono montagne, vulcani e ghiacciai, che conservano le voci dei popoli indigeni della Patagonia, dei primi marinai inglesi e dei prigionieri politici.

Approfondimento

LA MEMORIA DELL'ACQUA: I MISTERI DELLE ACQUE CILENE

Diretto da Patricio Guzmán, La memoria dell'acqua conclude il dittico iniziato dal regista con Nostalgia della luce concentrandosi sui misteri delle acque cilene, custodi di segreti storici a lungo taciuti e dei massacri compiuti nel Cile dai conquistadores prima e dal governo Pinochet dopo. Mentre in Nostalgia della luce protagonista è il deserto di Atacama, in La memoria dell'acqua al centro del racconto vi è la Patagonia occidentale, il più grande arcipelago al mondo, così descritto dal regista: «Situato nel sud del Cile, l'arcipelago conta infinite isole, isolotti, scogli e fiordi, per un totale di oltre 46 mila miglia di costa. Con parte della regione ancora inesplorata, la Patagonia occidentale si estende dal golfo di Penas all'isola di Staten, il punto più a sud dell'America meridionale. L'immenso labirinto ricorda le origini acquatiche dell'uomo: secondo lo scienziato tedesco Theodor Schwenk, "l'orecchio è un mollusco avvolto, il cuore l'incontro di due correnti sottomarine e alcune delle ossa umane formano una spirale simile a un vortice acquatico".

L'acqua non appartiene solo alla Terra. Si tratta infatti di un elemento comune nel sistema solare e si trova in forma di vapore in pianeti come Giove e Saturno e in forma di ghiaccio su Marte, sulla Luna, su Europa e su Titano. Al di là del sistema solare c'è anche acqua su altri corpi. Nel 2010, in Cile, l'osservatorio di La Silla ha scoperto che può esserci acqua liquida nel pianeta Gliese, nella costellazione della Bilancia, a 20 anni luce di distanza alla Terra. Allo stato delle conoscenze attuali, nessuno può negare l'eventuale esistenza di un arcipelago come quello della Patagonia anche lì.

Realizzare un film su questi luoghi vuol dire anche realizzare un film sulla storia dei suoi abitanti. Sempre secondo Schwenk "l'atto del pensare ricorda la capacità dell'acqua di adattarsi a tutto. La legge del pensiero è la stessa di quella dell'acqua, sempre pronta ad adattarsi". Forse ciò spiega come gli umani siano riusciti a vivere nella Patagonia occidentale per oltre diecimila anni, in completo isolamento, con temperature polari e con venti a oltre 124 miglia all'ora. Si pensa che nel XVIII secolo vi vivessero più di 8 mila persone. Adesso, i discenti diretti sono solo una ventina».

Leggi tuttoLeggi meno

Commenti (1) vedi tutti

  • L'acqua come indizio:elemento testimoniale, fulcro di una indagine che spazia per tematica, specializzazione scientifica e costituisce un materiale rivelatore di genocidi e violenze perpetrate in epoche differenti tra gli arcipelaghi cileni. Un'esperienza altamente affascinante, oltre che una lezione civico/morale forte dal potentissimo impatto.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
9 stelle

L'acqua come indizio: elemento testimoniale, fulcro di una indagine che spazia per argomento, tematica, specializzazione scientifica e costituisce un vero e proprio materiale rivelatore di genocidi e violenze perpetrate in epoche differenti tra le paludi e gli arcipelaghi cileni. La massa d'acqua diviene l'elemento di base e il perno rivelatore, quello che permette di risalire alle ingiustizie… leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
4 stelle

I mammasantissima del cinema, quelli sempre bene informati, dicono che il settantaquattrenne cileno Patricio Guzman, una vita passata in esilio dal "suo" Cile dopo il colpo di stato di Pinochet, è uno dei migliori documentaristi al mondo. Sarà… La memoria dell'acqua è appena il suo quinto film e prende spunto dal ritrovamento di un bottone (quello del titolo… leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019

Recensione

GoonieAle di GoonieAle
8 stelle

Onesto e limpido come l'acqua ma allo stesso tempo atroce e doloroso, questo bellissimo documento del cileno Guzmám. Le radici di una nazione, demolite, annientate dall'uomo bianco. Un percorso che finisce con la terribile dittatura di Pinochet. Le sue vittime in fondo al mare, consumate nell'acqua, dall'acqua, che ne conserva ancora la memoria. Da fare vedere in ogni scuola.

leggi tutto
Recensione
2018
2018

Perle nascoste

MVRulez di MVRulez

Il titolo (forse un po' troppo altisonante) di questa playlist ne racchiude il suo scopo: catalogare alcune opere meritevoli (sia classiche che moderne) le quali, per un motivo o per un altro, rischiano di rimanere…

leggi tutto
2017
2017

Play post 11 settembre

panunzio di panunzio

  Aspetto con ansia, come tutti l’uscita di una nuova opera di un regista o di uno scrittore che amo, in questo caso Sepulveda. Non m’informo molto affinché essa rimanga una scoperta . Molte…

leggi tutto
Playlist
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
4 stelle

I mammasantissima del cinema, quelli sempre bene informati, dicono che il settantaquattrenne cileno Patricio Guzman, una vita passata in esilio dal "suo" Cile dopo il colpo di stato di Pinochet, è uno dei migliori documentaristi al mondo. Sarà… La memoria dell'acqua è appena il suo quinto film e prende spunto dal ritrovamento di un bottone (quello del titolo…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Mulligan71 di Mulligan71
9 stelle

Come il suo grande compatriota, Pablo Neruda, il regista cileno Guzmán compone, con la "Memoria Dell'Acqua" e il precedente "Nostalgia Della Luce", un poema, il suo "Canto General". Il regista, infatti, partendo dagli elementi magici della Terra, il deserto in "Nostalgia" e l'acqua in "La Memoria", ci parla, con grazia infinita, dei drammi recenti del suo paese, il Cile. Se già la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
2016
2016
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Uscito nelle sale italiane il 25 aprile 2016
2015
2015

I migliori film del 2015

port cros di port cros

Come di consueto, alla fine dell'anno giunge puntuale la playlist dei migliori film visti al cinema nell'anno che va a concludersi. La playlist include i film visti al cinema durante il 2015, comprendendo quindi anche…

leggi tutto
Playlist

Recensione

alan smithee di alan smithee
9 stelle

L'acqua come indizio: elemento testimoniale, fulcro di una indagine che spazia per argomento, tematica, specializzazione scientifica e costituisce un vero e proprio materiale rivelatore di genocidi e violenze perpetrate in epoche differenti tra le paludi e gli arcipelaghi cileni. La massa d'acqua diviene l'elemento di base e il perno rivelatore, quello che permette di risalire alle ingiustizie…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti

Recensione

port cros di port cros
8 stelle

Il regista cileno Patrcio Guzmán ci conduce in un originale ed interessante viaggio nella storia del suo Paese, raccontandoci i crimini di cui furono vittime gli indigeni della Patagonia e quelli della dittatura di Pinochet. Filo conduttore è l'acqua, elemento a base della vita sulla Terra, che forma quell'immenso oceano con cui gli antichi indigeni sapevano vivere in simbiosi e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

LorCio di LorCio
10 stelle

Cosa sappiamo del Cile? Noi così lontani nell’umana percezione delle distanze eppure talmente vicini in quanto minuscoli granelli di un universo? Partendo dall’acqua, elemento universale, Patricio Guzman, maestro del cinema nazionale cileno, setaccia le contraddizioni di un Paese che s’è negato la necessità della memoria, dalle popolazioni della Patagonia…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Berlino 2015: Giorno 4

Berlino 2015: Giorno 4

Il quarto giorno del Festival di Berlino schiera nella sua unica domenica il titolo più atteso del concorso: Knight of Cups di Terrence Malick.… segue

Post
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito