Trama

Sin da quando era una bambina, Amy ha appreso dal padre quanto la monogamia non fosse realistica. Scrittrice per una rivista, Amy ha fatto suo quel credo godendosi una vita disinibita e libera da ogni soffocante e noioso impegno romantico. Tuttavia, le sue convinzioni vengono rimesse in discussione quando inizia a innamorarsi del soggetto di un suo nuovo articolo: Aaron Conners, un medico sportivo affascinante e di successo.

Approfondimento

UN DISASTRO DI RAGAZZA: LE (DIS)AVVENTURE DI UNA DONNA MODERNA DI NEW YORK

Diretto da Judd Apatow e scritto da Amy Schumer, Un disastro di ragazza racconta con goliardia le (dis)avventure sentimentali e non di Amy, una giovane donna che crescendo ha imparato dal padre quanto la monogamia sia poco realistica. Scrittrice di un magazine, Amy conduce una vita disinibita tenendosi lontana da ogni noioso coinvolgimento sentimentale, anche se in verità le manca vivere l'amore. Per un nuovo articolo che sta scrivendo, Amy incontra un dottore sportivo affascinante e di successo di nome Aaron Conners, finendo con il cadere sotto le frecce di Cupido e con l'innamorarsi dell'uomo.

Con la direzione della fotografia di Jody Lee Lipes, le scenografie di Kevin Thompson, i costumi di Leesa Evans e le musiche di Jon Brion, Un disastro di ragazza nasce dall'inedita collaborazione tra Judd Apatow, re Mida della commedia politicamente scorretta, e Amy Schumer, divenuta celebre come comica per le sue esibizioni su Comedy Central nel 2013 in cui parlava con buona dose di black humour delle relazioni sentimentali, della sua vita sessuale, delle dinamiche familiari e della battaglia di suo padre contro la sclerosi multipla. Anche nella sceneggiatura di Un disastro di ragazza, la Schumer ha voluto inserire alcuni momenti della sua storia personale, incluse le sue lotte interiori durante il periodo della crescita e le sue complesse relazioni familiari (con il padre e la sorella) e romantiche.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista di Un disastro di ragazzo è l'attrice Amy Schumer, che riveste i panni dell'omonima Amy. Giovane professionista di Manhattan con un buon lavoro e un grazioso appartamento, Amy conduce uno stile di vita da donna moderna rispettando due semplici regole con l'altro sesso: mai dare il proprio numero di telefono e mai dormire con un uomo. Cresciuta con un'idea forviata sulla monogamia, Amy non è certo un modello di integrità morale e della sua vita sessuale fa quello che vuole, senza remore o pentimenti, vedendo quando vuole Steve, impersonato da John Cena. Mentre lei appare felice, è ovvio che il suo comportamento sfiori l'autodistruzione e che non stia realmente bene. Nella vita di tutti i giorni, inoltre, è costretta a confrontarsi con la sorella Kim, una donna sposata che è l'esatto contrario di lei (sposata giovanissima e metodica) portata sullo schermo da Brie Larson, e con il padre Gordon, un uomo dallo spirito libero e selvaggio affetto da sclerosi multipla e supportato dall'attore Colin Quinn.

Quando non si prende cura del padre, Amy scrive per una rivista cercando di appagare con i suoi articoli il suo capo Dianna, impersonata da Tilda Swinton. Ed è per un articolo sullo sport, campo che non ama particolarmente, che si imbatte su un medico sportivo che sta per effettuare un innovativo intervento chirurgico al ginocchio di un ex giocatore di basketball King James (con il volto dell'ex stella della NBA LeBron James). Purtroppo per lei, Amy finisce con l'innamorarsi dell'adorabile, divertente e intelligente, dottor Aaron Conners, interpretato da Bill Hadler. Contrariamente a tutti coloro che Amy ha conosciuto prima, Aaron è un brillante chirurgo che conduce un'esistenza rigidamente strutturata e che non ha molte esperienze sentimentali o sessuali alle spalle.

Completano poi il cast principale di Un disastro di ragazza gli attori Mike Birbiglia (è Tom, il marito di Kim), Evan Brinkman (è Allister, il figlio undicenne che Tom ha avuto da un precedente matrimonio), Cliff "Method Man" Smith (è Temembe, l'assistente africano di Gordon), Norman Lloyd (è Norman, un ospite della struttura in cui è ricoverato Gordon), Mizra Miller (è Donald, uno stagista aspirante giornalista che lavora nella rivista di Amy), Vanessa Bayer (è Nikki, miglior amica di Amy), Jon Glaser e Randall Park (son Schultz e Bryson, giornalisti del magazine colleghi di Amy).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Per la prima volta al servizio di uno script altrui, Apatow pare credere nell’arco di trasformazione di Amy - da eterna Peter Pan alcolica a donna consapevole che la monogamia, ebbene sì, esiste - molto più di quanto non ci creda Schumer stessa. E se il personaggio minore dell’anaffettiva boss Tilda Swinton può sembrare macchietta, finisce per risuonare più sincero della posticcia conversione ai valori familiari con cui Apatow e Schumer confezionano il finale.

Commenti (5) vedi tutti

  • Non il miglior Apatow ma può andare, per chi ama il genere

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Si dilunga eccessivamente come tutti i film di marchio Apatow, le parti romantiche non convincono, così cose il ruolo assegnato alla protagonista. Meglio i personaggi di contorno, su tutti la guest star LeBron James, molto spontaneo e autoironico: davvero la cosa migliore del film. MVP e anche MVA (Most Valuable Actor)

    leggi la recensione completa di silviodifede
  • Film un po' sciocco, ma divertente. lei è una mangiatrice di uomini che si innamora di un medico serio e....

    commento di ENNAH
  • Scurrilità e frivolezze per una commedia sciatta e banale, il cui corso lo si capisce già dal primo momento.

    commento di slim spaccabecco
  • Primo passo falso per Judd Apatow che lascia qui il ruolo di sceneggiatore all'attrice protagonista Amy Schumer ma i risultati non gli danno certo ragione. Il tutto si risolve in una serie slegata di gags da stand-up comedy (di modesto livello) legate da un filo conduttore alquanto esile.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
6 stelle

Giunto alla sua quinta regia, Judd Apatow continua a collezionare notevoli riscontri di pubblico negli States, qui aiutato dalla presenza della stand-up comedian Amy Schumer e da un imprinting prevalentemente hollywoodiano, per quanto orientato verso lo sfottò, più autoironico che spietato. Siamo più dalle parti degli sboccati 40 anni vergine e Molto incinta, rispetto al… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

tobanis di tobanis
7 stelle

Una volta tanto il titolo italiano è azzeccato (per quanto non lontanissimo da quello originale). La protagonista è veramente un disastro di ragazza, un disastro totale: antipatica, stupida, ignorante, interpretata da una comica famosa negli USA, non una brutta ragazza ma certamente neanche bella (o non una bella ragazza ma certamente non brutta, che suona meglio). E’… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

marcopolo30 di marcopolo30
3 stelle

Giunto al quinto lungometraggio, Judd Apatow pesta la prima merda, passatemi il francesismo. Dopo quattro commedie discretamente divertenti (anche se tutte invariabilmente oblunghe) dove il Nostro faceva da produttore, regista e sceneggiatore, lascia per l'occasione la scrittura a Amy Schumer, che è poi anche l'attrice protagonista del film, e il risultato è un disastro di film,… leggi tutto

3 recensioni negative

2018
2018
Trasmesso il 31 dicembre 2018 su Rsi La1

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Una volta tanto il titolo italiano è azzeccato (per quanto non lontanissimo da quello originale). La protagonista è veramente un disastro di ragazza, un disastro totale: antipatica, stupida, ignorante, interpretata da una comica famosa negli USA, non una brutta ragazza ma certamente neanche bella (o non una bella ragazza ma certamente non brutta, che suona meglio). E’…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 18 giugno 2018 su Italia 1

Recensione

silviodifede di silviodifede
5 stelle

Dico sempre che i film di marchio Apatow (che sia regista, sceneggiatore o semplice produttore) hanno un difetto comune: si dilungano eccessivamente. Questo ne è la conferma. Come sempre finisci il film e ti rendi conto che una mezz'oretta poteva essere benissimo evitata (e avrebbe migliorato l'impatto del film). Perchè diluire sempre i film in seconde parti eccessive e annacquate?…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2017
2017

Recensione

Paul Hackett di Paul Hackett
4 stelle

Condizionata in tenera età dai disinvolti insegnamenti paterni, Amy Townsend è diventata una cinica e spregiudicata giovane donna dalle mille relazioni, ma sempre convintamente single. Quando la rivista femminile per la quale lavora commissiona alla ragazza un'intervista ad un chirurgo ortopedico delle star del basket, le sue certezze rischieranno di vacillare.   Tra regie,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 15 settembre 2017 su Rsi La1

Recensione

supadany di supadany
6 stelle

Giunto alla sua quinta regia, Judd Apatow continua a collezionare notevoli riscontri di pubblico negli States, qui aiutato dalla presenza della stand-up comedian Amy Schumer e da un imprinting prevalentemente hollywoodiano, per quanto orientato verso lo sfottò, più autoironico che spietato. Siamo più dalle parti degli sboccati 40 anni vergine e Molto incinta, rispetto al…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
2016
2016
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2015
2015

Recensione

Karl78 di Karl78
3 stelle

Si salvano due-tre personaggi minori. Magari eccessivamente stereotipati ma almeno divertenti e "cattivi" (qualcuno). Il palestrato cripto o non cripto-gay Joh Cena, il capo Tilda Swinton e LeBron James nel ruolo di sé stesso. Il resto è fuffa annacquata per ben due insostenibili ore, insostenibili tanto quanto la protagonista. Il più odioso e fastidioso (è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
3 stelle

Giunto al quinto lungometraggio, Judd Apatow pesta la prima merda, passatemi il francesismo. Dopo quattro commedie discretamente divertenti (anche se tutte invariabilmente oblunghe) dove il Nostro faceva da produttore, regista e sceneggiatore, lascia per l'occasione la scrittura a Amy Schumer, che è poi anche l'attrice protagonista del film, e il risultato è un disastro di film,…

leggi tutto

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

Introdotto dalla scurrile, eccessivamente schietta voce narrante di Amy - trent’anni, redattrice in un magazine gonfio di vuoto pneumatico, cresciuta dal babbo col mantra «la monogamia non esiste», fiera collezionista di avventure di una notte - il quinto lungometraggio di Judd Apatow si presenta come un invito al ballo, da parte del navigato regista/produttore/scopritore di talenti, per la…

leggi tutto
Recensione
Uscito nelle sale italiane il 14 settembre 2015

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

68° FESTIVAL DI LOCARNO - PIAZZA GRANDE TRAINWRECK, con l'opulenta e simpatica AMY SCHUMER (ma da noi molto banalmente intitolato, quando uscirà, "Un disastro di ragazza"....sic...), è diretto dal celebre indagatore scaltro di finezze caratteriali e disagi/bilanci post giovanili Judd Apatow e scritto dalla stessa Schumer assieme alla sorella, parimenti carina e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
locandina
Foto
Bill Hader, Amy Schumer
Foto
2000
2000
UN DISASTRO DI RAGAZZA: LE (DIS)AVVENTURE DI UNA DONNA MODERNA DI NEW YORK

UN DISASTRO DI RAGAZZA: LE (DIS)AVVENTURE DI UNA DONNA MODERNA DI NEW YORK

UN DISASTRO DI RAGAZZA: LE (DIS)AVVENTURE DI UNA DONNA MODERNA DI NEW YORKDiretto da Judd Apatow e scritto da Amy Schumer, Un disastro di ragazza racconta con goliardia le (dis)avventure sentimentali e non di Amy, una giovane donna che crescendo ha imparato dal padre quanto la monogamia sia poco realistica. Scrittrice di un magazine, Amy conduce una vita disinibita tenendosi lontana da ogni noioso coinvolgimento sentimentale, anche se in verità le manca vivere l'amore. Per un nuovo articolo che sta scrivendo, Amy incontra un dottore sportivo affascinante e di successo di nome Aaron... segue

Extra
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito