Espandi menu
cerca
Soldato semplice

Regia di Paolo Cevoli vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 227
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Soldato semplice

di FilmTv Rivista
4 stelle

Un professore elementare ateo, donnaiolo, svogliato e mammone si ritrova in prima linea in Valtellina nella Grande guerra contro gli austriaci, costretto dal proprio preside all’arruolamento volontario a causa di idee e comportamenti non proprio consoni a un educatore. Una volta al fronte, il Gino Montanari scritto, prodotto, diretto e interpretato da Cevoli si getta sulle tracce di Monicelli (il rapporto con il giovane analfabeta e fervente cattolico Aniello Pasquale, nomen omen), di Olmi (l’attenzione al dato di natura e al rapporto uomo/ambiente), di Avati (l’utilizzo del dialetto romagnolo a scopo grottesco, il gusto per le donne e le sagre, l’elegia per perdenti) e di Buzzati/Zurlini (la Valtellina come un deserto dei tartari, in cui il nemico austriaco è pretesto invisibile per la strutturazione delle dinamiche di politica umana interna). Nella centrifuga di questo piccolo Soldato semplice finisce inevitabilmente anche il one man show televisivo, con reminiscenze di Zelig - luogo di formazione del Cevoli - che affiorano soprattutto in tentativi di satira politica e di costume dal fiato corto. In difficoltà nell’alzare l’asticella della riflessione, quest’opera prima è un tenero e innocuo inno alla purezza, capace di strappare risate - grazie a comprimari azzeccati (su tutti, il sergente Mazzoleni interpretato da Lionello) - e pure qualche lacrima. Un film semplice come il soldato che racconta, a cui manca il coraggio per il grande salto nella complessità.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 14 del 2015

Autore: Claudio Bartolini

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati