Espandi menu
cerca
Ma che bella sorpresa

Regia di Alessandro Genovesi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Lina

Lina

Iscritto dal 28 ottobre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 108
  • Post 8
  • Recensioni 1072
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ma che bella sorpresa

di Lina
7 stelle

Visto per caso, proprio ieri, durante il suo passaggio in tv, devo ammettere che ha attirato la mia attenzione e che non sono riuscita a mettere giù il telecomando. Più la storia proseguiva, più ero curiosa di scoprire come sarebbe andata a finire.

 

E' in definitiva un film che ho apprezzato innanzitutto perché amo da sempre l'originalità in una trama, che ormai, bisogna riconoscere, scarseggia nel cinema e poi, perché adoro l'humor nero e grottesco, capace di divertire anche quando ha come soggetto una situazione drammatica o comunque seria. Inoltre, c'è un pizzico di psicologia (o psichiatria?) che rende interessanti le scene in cui il protagonista "materializza" nella sua mente, la donna che vorrebbe avere al suo fianco e di cui addirittura si innamora, scoprendo solo verso la fine che non esiste poiché non esistono essere umani perfetti, così come li vorremmo, ma che è più importante imparare ad amare le persone per quello che sono. Un messaggio indubbiamente giusto e veritiero, che illustra che la mente umana è la creatrice della realtà in cui spesso crediamo di vivere. E' anche un messaggio capace di rendere quest'opera impegnativa e piacevole al tempo stesso, perché è raccontata con leggerezza, senza appesantirne la tematica.

 

Solo quando il protagonista inizia a guardarsi intorno, capisce che spesso, l'amore è proprio dietro l'angolo, laddove lo aveva sempre ignorato e che la ricerca del compagnoa perfetto e ideale, può portare alla pazzia.

 

Il ritmo è costante, i dialoghi efficaci, seppure a volte suscitano tristezza, e il cast scelto adeguato, offre una recitazione di buon livello. Claudio Bisio è il mattatore della storia, impersona un personaggio di non semplice interpretazione e lo fa con naturalezza, sembrando reale e regalando diverse risate, mi è davvero piaciuto, ma meritano di essere menzionati anche Ornella Vanoni e Renato Pozzetto nei rispettivi ruoli dei genitori del protagonista. Memorabile la scena in cui si fermano a mangiare a casa sua, fingendo di parlare con una nuora che non c'è!

 

Se si amano le commedie diverse, dolce-amare che sanno raccontare con eleganza e autoironia i danni che la solitudine e la conseguente ricerca del partner ideale possono arrecare alla mente umana, val la pena dare un'opportunità a questo film.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati