Brooklyn

play

Regia di John Crowley

Con Domhnall Gleeson, Saoirse Ronan, Emily Bett Rickards, Julie Walters, Jim Broadbent, Emory Cohen, Nora-Jane Noone, Michael Zegen... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Tim Vision
  • Infinity
  • Infinity
In STREAMING

Trama

Nei primi anni Cinquanta, la giovane irlandese Ellis Lacey emigra a Brooklyn, dove - a differenza di quanto le accadeva nella sua piccola città natale - ha l'opportunità di trovare un lavoro e l'amore di un italo-americano. Quando una tragedia familiare la riporta in Irlanda, Ellis si ritrova a essere totalmente assorbita dalla sua vecchia comunità e con uno scapolo pronto a corteggiarla. Rinviando ripetutamente il suo rientro in America, si ritroverà a dover scegliere tra due uomini e due Paesi tra loro molto diversi.

Approfondimento

BROOKLYN: UN'IRLANDESE DIVISA TRA DUE MONDI

Diretto da John Crowley e sceneggiato da Nick Hornby, Brooklyn riadatta un romanzo di Colm Tóibín per raccontare la storia di Eilis Lacey, una giovane immigrata irlandese che si muove nella Brooklyn degli anni Cinquanta. Attratta dalla promessa dell'America, Eilis lascia l'Irlanda e le comodità della casa materna alla volta della costa di New York. L'inibizione iniziale, dovuta alla nostalgia di casa, scompare rapidamente con il coinvolgimento in una relazione che catapulta Eilis nel mondo affascinante e inebriante dell'amore. Presto però questo entusiasmo viene spento dal suo passato e la giovane si trova a dover scegliere tra due paesi differenti e le vite che essi comportano.

Con la direzione della fotografia di Yves Bélanger, le scenografie di François Séguin, i costumi di Odile Dicks-Mireaux e le musiche composte da Michael Brook, Brooklyn propone l'inaspettato viaggio di una giovane ragazza che in America diventa donna in un momento storico in cui, a ridosso della fine della Seconda guerra mondiale, un'ondata di persone per la prima volta arriva sulle coste statunitensi in cerca di fortuna. Pubblicato nel 2009 e divenuto in breve un best seller, il romanzo di Tóibín ha il suo punto di forza nel fatto che la classica storia di immigranti viene raccontata attraverso una voce che raramente è stata sentita prima. Sebbene ci siano state numerose storie di giovani uomini ambiziosi o disperati spinti a cercare fortuna in America, il romanzo racconta una storia diversa, quella di una giovane donna tranquilla, senza pretese ma brillante, di nome Eilis.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista di Brooklyn è la giovane Eilis, interpretata da Saoirse Ronan. Eilis ha sempre vissuto nella piccola cittadina di Enniscorthy, in Irlanda, dove tutti sanno gli affari di tutti, finché non viene spedita in America grazie a sua sorella che vuole aiutarla a realizzarsi.

Sentendosi come un'esule, arriva nel caos multiforme di Brooklyn avendo già nostalgia di casa. Ma non appena Eilis impara con destrezza ad adattarsi alla vita newyorchese, incontra un pretendente spiritoso, dolce e carismatico che vuole conquistarla a tutti i costi. Proprio mentre sembra sul punto di iniziare una nuova vita, una tragedia familiare la riporta in Irlanda e alla vita che si è lasciata alle spalle, costringendola a prendere una decisione che potrebbe segnare il suo futuro per sempre.

Con il cuore diviso in due, Eilis affronta uno dei dilemmi più incredibili e complicati che caratterizzano il nostro mutevole mondo moderno: trovare il modo di far coincidere il luogo da cui proveniamo con quello in cui sogniamo di andare.

In America, il cuore di Eilis si ritrova a battere per il giovane idraulico Tony Fiorello, portato in scena da Emory Cohen. Eilis e Tony sono letteralmente due mondi del tutto diversi che #entrano in collisione. Per Eilis, i Fiorello non sono soltanto italiani, sono anche molto americani. Sono cresciuti a New York con quell'attitudine combattiva, mentre lei è cresciuta nelle campagne d’Irlanda, ma per sua fortuna anche lei possiede un po’ di quella stessa grinta. Una volta rientrata in Irlanda, però, si lascia conquistare dal provinciale ma galante Jim Farrell, impersonato da Domhnall Gleeson.

Intorno al triangolo di Ronan, Cohen e Gleeson, in Brooklyn è presente un cast di attori non protagonisti composto da veterani e emergenti provenienti da entrambi i lati dell'oceano.

Il cast di Enniscorthy comprende Jane Brennan che interpreta la madre Mary; Fiona Glascott nel ruolo della sorella di Eilis, Rose, che insiste affinché vada in America; Eileen O’Higgins, nei panni della migliore amica irlandese di Eilis, Nancy; e Brid Brennan, il moralista Kelly, detto ‘Ortica’. La parte della storia ambientata a Brooklyn comprende Emily Bett Rickards, Eve Macklin e Nora-Jane Noone, il vivace gruppetto di amiche di Eilis della pensione dove soggiorna a Brooklyn, e Jessica Paré, che interpreta il capo del raffinato grande magazzino.

Due dei ruoli chiave del film sono interpretati da stimati attori inglesi: il premio Oscar Jim Broadbent recita nei panni del prete emigrato, Padre Flood, che bada a Eilis mentre è a Brooklyn; l’attrice candidata agli Oscar Julie Walters interpreta il ruolo di Mrs. Kehoe, la severa ma scaltra proprietaria della pensione di Brooklyn in cui Eilis vive.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Adattamento dell'omonimo romanzo di Colm Toibin, sceneggiato dallo scritore Nick Hornby.

Commenti (5) vedi tutti

  • Storia priva di interesse con una protagonista ipocrita interpretata da un'attrice tecnicamente abbastanza brava ma non altrettanto capace di affascinare gli spettatori. Grandissima noia.Voto 4 .

    leggi la recensione completa di genoano
  • Non un brutto Film e ben Interpretato,si respira benone l'Atmosfera '50's ma posso capire chi può trovarlo anche troppo melenso.voto.6.

    commento di chribio1
  • Devo andare controcorrente, per me è una mezza cagata e ritengo incomprensibili le candidature che ha avuto agli Oscar.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Valido, ma un po' sopravvalutato

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • la regia è così anonima che diventa quasi una nota di merito. "La vita è un lungo fiume tranquillo", titolava un film francese...in "Brooklyn" il fiume è spesso prossimo alla secca.

    commento di giovenosta
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
7 stelle

Nick Hornby prosegue la sua carriera di sceneggiatore con lo script di questo "Brooklyn", tratto da un romanzo di Colm Toibin, e si guadagna una nuova nomination all'Oscar dopo quella per "An education", film che aveva diversi punti di contatto con questo, a partire dalla figura femminile attraverso cui è filtrata la storia e le sue esperienze sentimentali all'insegna di una costante… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

33 TFF - FESTA MOBILE  La scelta cruciale che vale una vita è,  per la giovane irlandese Ellis, non tanto quella di emigrare in America, ma piuttosto quella di trovare il coraggio e la coscienza di tornare in quella che è  la sua nuova vita a N.Y.. Rifuggendo le castranti regole di una società  che sembra rivolerla indietro, senza per questo tradire… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

tobanis di tobanis
4 stelle

Un premio, qualunque premio, in definitiva, acquista onori e prestigio in base ai premiati. Se premi cani e porci, il premio va in vacca; se premi “quelli giusti”, diventi un premio ambito. In passato l’Oscar ha fatto troppi errori madornali per essere preso sul serio; rimane solo una notte mondana e poco più. Io ho l’abitudine di vedere tutti i film nella cinquina… leggi tutto

2 recensioni negative

2020
2020
Trasmesso il 23 maggio 2020 su Rsi La1

Recensione

genoano di genoano
4 stelle

Piatto. Scialbo. Tristarello. L'attrice principale non possiede quel fascino straordinario che servirebbe per appassionare il pubblico a una storia che di per sè è banalotta. L'ipocrita protagonista fa con orgoglio la morale finale come se avesse scelto lei il suo destino, mentre è chiaro dalla trama che ormai le era rimasta solo quell'opzione. Ma mi faccia il piacere! Voto…

leggi tutto
Recensione
2019
2019

Recensione

Enrique di Enrique
5 stelle

Dopo aver visto questo film mi sono chiesto, perplesso: ma se il film si fosse chiamato Manhattan; o Staten Island, o Queens, o Bronx non sarebbe stato lo stesso? Perché proprio “Brooklyn” per un film che, fra l’altro (vedasi più infra), parla (da un lato) di legame (spezzato) con la propria terra natia (l’Irlanda) e (dall’altro) di un nuovo legame…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
2018
2018
Trasmesso il 13 febbraio 2018 su Rsi La1
2017
2017

Recensione

Theophilus di Theophilus
8 stelle

BROOKLYN   Un film “pulito”, senza sbavature, asciutto, incentrato sul sentimento panico dell’esistenza e per questo non sentimentalistico. Brooklyn va a toccare tasti drammatici, ma sempre con grande misura. Ma non si tratta della reticenza del pudore. Il regista John Crowley ci fa sentire come la vita sia un’irraggiungibile massa che si srotola prima, durante e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

tobanis di tobanis
4 stelle

Un premio, qualunque premio, in definitiva, acquista onori e prestigio in base ai premiati. Se premi cani e porci, il premio va in vacca; se premi “quelli giusti”, diventi un premio ambito. In passato l’Oscar ha fatto troppi errori madornali per essere preso sul serio; rimane solo una notte mondana e poco più. Io ho l’abitudine di vedere tutti i film nella cinquina…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
6 stelle

Vince tanti premi, alcuni sicuramente meritati.Storia di una ragazza irlandese, che negli anni 50, non avendo  nè arte nè parte,  cerca fortuna a New York, nel quartiere di  Brooklin, dove grazie ai buoni uffici di un prete conterraneo amico,  riesce a trovare un lavoro dignitoso,inesperta e timida  ma volenterosa e tenace , impara presto e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Nick Hornby prosegue la sua carriera di sceneggiatore con lo script di questo "Brooklyn", tratto da un romanzo di Colm Toibin, e si guadagna una nuova nomination all'Oscar dopo quella per "An education", film che aveva diversi punti di contatto con questo, a partire dalla figura femminile attraverso cui è filtrata la storia e le sue esperienze sentimentali all'insegna di una costante…

leggi tutto
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

will kane di will kane
6 stelle

Da un paese d'Irlanda ai quartieri popolari d'America, il racconto dell'esperienza di una ragazza che appunto vuole una vita differente da quella di cui, a suo vedere, si sono accontentati i familiari, e vivere in un mondo più aperto seppure molto lontano dalle sue tradizioni. Accolta tramite una buona parola di un prete in un convitto per signorine, trovato lavoro in un grande magazzino,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 18 voti
vedi tutti

Recensione

laulilla di laulilla
7 stelle

Ci troviamo nella verde Irlanda degli anni ’50, bella ma povera e arretrata: poco il lavoro per i giovani, e, in ogni caso, dequalificato, mal pagato e privo di tutele, tanto da indurre molti di loro, attratti dal sogno americano, ad abbandonare quella terra avara e a imbarcarsi per gli Stati Uniti. Molte le speranze, altrettante le promesse di tornare o, almeno, di scrivere, ma il cuore…

leggi tutto

Recensione

mc 5 di mc 5
5 stelle

Non ricordo esattamente quante candidature agli Oscar. Eh beh, questo è proprio il tipo di film che gli Oscat li attira. E volendo aggiungere un po' di malizia, è anche uno di quei film fatti apposta per vincere "qualche Oscar". Diciamo che non è affatto un brutto film. E' diretto con cura, recitato con perizia e sceneggiato con professionalità. Pure troppa. Ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito