Espandi menu
cerca
Sua Eccellenza si fermò a mangiare

Regia di Mario Mattòli vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 77
  • Post 7
  • Recensioni 3117
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Sua Eccellenza si fermò a mangiare

di barabbovich
7 stelle

Inseguimenti, sparatorie, sdoppiamenti di persona, equivoci e doppi sensi sono meccanismi che al cinema funzionano (quasi) sempre. Anche qui il racconto è perfettamente lubrificato, ma solo fino alla prima metà. L'introduzione di ulteriori personaggi nella seconda parte rischia di mandarne in corto circuito l'attenzione.

Nel 1923, in Veneto, il blasonato Ernesto Bernabei (Ugo Tognazzi) tradisce la moglie (Virna Lisi) avanzando scuse implausibili. Le fandonie vengono ascoltate casualmente da un ladro (Totò), che prima regge la messinscena al Bernabei e poi lo ricatta. Ma i due non sanno che, nel gioco, si sono serviti del nome del medico personale del Duce. E quando, in una sera di gala, al desco degli aristocratici arriva un graduato del Fascio (Raimondo Vianello), le cose si complicheranno a dismisura. Inseguimenti, sparatorie, sdoppiamenti di persona, equivoci e doppi sensi sono meccanismi che al cinema funzionano (quasi) sempre. Anche qui il racconto è perfettamente lubrificato, ma solo fino alla prima metà. L'introduzione di ulteriori personaggi nella seconda parte, pur riservando allo spettatore molti momenti esilaranti, rischia di mandarne in corto circuito l'attenzione. Se Metz e Gianviti, che hanno scritto la sceneggiatura (l'anno prima avevano lavorato per quella de La cambiale e di Brevi amori a Palma di Majorca), non avessero voluto strafare, il film, comunque affidato all'estro di un Totò in forma smagliante, sarebbe stato un gioiello. La consueta spalla del comico partenopeo, Mario Castellani, è assistente alla regia.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati