Espandi menu
cerca
Quando c'era Marnie

Regia di Hiromasa Yonebayashi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

ethan

ethan

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 157
  • Post -
  • Recensioni 1597
  • Playlist 7
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Quando c'era Marnie

di ethan
8 stelle

Anna ha dodici anni, è scontrosa e solitaria e vive con i genitori adottivi a Sapporo e, a causa della sua salute malferma per l'asma, viene mandata da dei parenti che vivono in una località marittima. Anche qui, sebbene le sue condizioni fisiche migliorino, rimane una disadattata ed in difficoltà a relazionarsi con il prossimo, vagando in solitudine in riva al mare, dove prima scorge da dietro la finestra di un casolare e poi incontra di persona Marnie, una sua coetanea con la quale riesce ad instaurare subito un buon rapporto. Ma dopo alcuni incontri la ragazza scompare e alla villa abita una bambina di nome Sayaka.

'Quando c'era Marnie' è, al momento, l'ultimo lungometraggio dello Studio Ghibli, prestigiosa casa giapponese in fase di stallo, ed è diretto da Hiromasa Yonebayashi, al suo secondo film da regista ma già animatore da anni: è tratto dal romanzo 'When Marnie was there', scritto dalla britannica Joan G. Robinson, autrice per ragazzi ed è una toccante storia di un'infanzia problematica, segnata da lutti e difficoltà a crescere e trovare un proprio posto nel mondo, preferendo un isolamento forzato da tutto e tutti, creando a sua volta un mondo alternativo, fatto di fantasmi che arrivano dal passato.

Il pregio maggiore del film è quello di trattare con grande delicatezza tali temi universali ed anche di combinare le diverse anime della sceneggiatura, che parte da un racconto di formazione per poi svoltare verso la Ghost Story - il personaggio di Marnie - passando infine al romanzo gotico, con la presenza di grandi edifici isolati ed un misto di terrore e mistero che aleggia su di essi, delineando un rapporto particolare tra le due ragazze, la cui natura però si comprenderà soltanto alla fine dell'opera.

Accolto non benissimo dalla critica nostrana, già 'orfana' del tocco dei maestri Miyazaki e Takahata, 'Omoide no Mani', letteralmente 'Quando Marnie era là', correttamente tradotto nel titolo internazionale, è invece un film dal tratto bellissimo, elegante e ben definito, in cui realtà ed immaginazione, dopo qualche incertezza iniziale, riescono ad amalgamarsi e a dar vita ad una vibrante storia di amicizia-amore che va oltre i confini spazio-temporali.

Come spesso accade per i film animati che non siano di provenienza occidentale, 'Marnie' è stato malamente distribuito da noi per soli tre giorni, dal 24 al 26 agosto 2015, ovviamente passando quasi inosservato...

Voto: 7/8 (v.o.s.).

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati