Espandi menu
cerca
Vampyr

Regia di Carl Theodor Dreyer vedi scheda film

Recensioni

L'autore

OGM

OGM

Iscritto dal 7 maggio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 195
  • Post 123
  • Recensioni 3116
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Vampyr

di OGM
10 stelle

Il mondo delle ombre è il dominio delle presenze incorporee che assediano la mente; è la parte viva dell’ignoto, di cui fa parte anche la morte.  È la dimensione trascendente in cui restano confinate le idee, i princìpi, le credenze, le manie e le ossessioni, ossia le nostre personali guide spirituali, di cui possiamo “vedere” i tratti essenziali e “sentire” le voci, ma di cui non possiamo verificare, con il tatto, l’oggettiva consistenza.  Non potendole toccare, non siamo neanche in grado di valutarne l’effettiva distanza, spaziale e temporale, dalla nostra realtà tangibile, né misurare la vera entità del potere che su di noi esercitano. Per questo siamo inermi, di fronte alla loro ineffabilità, che ci coglie di sorpresa e in un lampo ci fa suoi.  Più siamo sensibili e curiosi, più siamo esposti al loro seducente influsso, che ci parla sia con la confortante sicurezza del predicatore, sia con la convincente dialettica dello scienziato.   Il medico-vampiro di questo film è, come certi guru o ciarlatani (o, astrattamente, come certe filosofie antropofaghe o religioni autolesioniste) colui che, col pretesto di curarci l’anima o il corpo, mira ad impadronirsene per i propri scopi­. Il suo agire è discreto e delicato, e ci annienta dolcemente, come un lento salasso di forza vitale, o come il carezzevole languore che Dreyer spalma, con mano fredda ed esangue, su questa tenebrosa favola dal  macabro romanticismo.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati