Espandi menu
cerca
La storia di Ruth

Regia di Henry Koster vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Lina

Lina

Iscritto dal 28 ottobre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 115
  • Post 8
  • Recensioni 1096
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su La storia di Ruth

di Lina
6 stelle

Affascinante e struggente film biblico che non conoscevo fino a poco tempo fa e che ho apprezzato, anche se non è tra i miei preferiti del genere.

Tratta argomenti interessanti come la ricerca della fede giusta e il coraggio di ribellarsi contro i falsi miti o dèi, e all'epoca,, ce n'erano tanti a seconda dei diversi popoli. Nel mondo vi era molta confusione, battaglia, intolleranza e crudeltà.

 

In questo caso si ha modo di conoscere un po' il culto di Chemosh, drastico e inverosimile.

Una delle scene iniziali in cui una bambina buona e innocente accetta di essere sacrificata sull'altare per essere offerta al dio è a mio avviso molto impressionabile. Mi ha colpita e rattristata. Non voglio neanche immaginare il destino subìto da tante creature ingenue che credevano che donare la loro vita ancor prima di averla vissuta, fosse un onore.

 

Di certo, in antichità era facile e comune plagiare le menti umane, soprattutto quelle giovani, su dottrine deliranti, estreme e sanguinarie.

 

La protagonista del film è Ruth, una sacerdotessa che da piccola scampa per miracolo la possibilità di essere sacrificata come tante, ma che per rispetto del suo culto pagano, da adulta deve dirigere dei sacrifici di bambini.

Conosce dei giudei e colpita dalla loro fede e culto privi di crudeltà, decide di convertirsi, ma è costretta a fuggire a Betlemme.

Dopo alcune persecuzioni e disavventure (tra cui la morte del primo amato marito) si sposa per la seconda volta con un giudeo, trovando finalmente la serenità.

Interessante è scoprire che da lei discenderà il re d'Israele, Davide.

 

Un'opera godibile e a tratti tenera, ben recitata, con buoni dialoghi e una messa in scena di effetto e ricca di pathos, costruita su un copione che vanta le storie d'amore struggenti vissute da Ruth, come valore aggiunto (un tocco di romanticismo ci vuole sempre per arricchire film di questo genere) in una trama che ha tanto da raccontare e ricordare sulle differenze tra l'ebraismo e altre credenze religiose andate perdute con il trascorrere dei secoli.

Il ritmo di tanto in tanto ha dei cali e non tutti gli attori eccellono nei loro ruoli, ma una visione la merita.

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati