Espandi menu
cerca
Presto farà giorno

Regia di Giuseppe Ferlito (II) vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 232
  • Post 80
  • Recensioni 6310
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Presto farà giorno

di FilmTv Rivista
4 stelle

Mary ha diciott’anni, una madre manager che non vive le due qualifiche in quest’ordine e un fidanzato con la faccia da cucciolo e le cicatrici da teppa. Le trasgressioni liceali sono affrontate dalla genitrice con respingente rigore, e dopo un grave incidente domestico Mary finisce in clinica, coagulo di tipi umani ricalcati dal prontuario del disagio psichiatrico. Tra Ragazze (platealmente) interrotte - la bella ribelle affetta da disturbo della personalità, esibito in superfluo overacting; la bambolina con le scocche rosa cartoon, figura muta più decorativa che contemplativa -, il film lavora sulla stratificazione di suggestioni (il reparto come teatro degli orrori, la malavita come ribalta del povero cristo), ma salta ingenuamente i gradini del nucleo (il rapporto tra madre e figlia è risolto in uno sbrigativo avvicinamento dettato dall’associazione amore-calore). Il giorno che sta per arrivare - annunciato da una battuta tanto scandita quanto posticcia - è preceduto da una coltre nebbiosa di sottotrame, affidate a dialoghi spesso incredibili e simbolismi troppo facili. Una mela lasciata sul comodino della paziente anoressica mostra la speranza nel segno d’un morso, una moneta portafortuna danza tragica sul tavolo in attesa che il destino si compia. Mentre il fidanzato di Mary tenta la scalata alla Roma criminale, la regia prova a seguirne il Romanzo, ma è nel grigiore alienante della clinica che mette a segno la scena topica: la processione di anime perse che, sguardo in macchina, ingoiano la pillola.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 11 del 2014

Autore: Chiara Bruno

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati