Espandi menu
cerca
Crimson Peak

Regia di Guillermo Del Toro vedi scheda film

Recensioni

L'autore

zombi

zombi

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 98
  • Post 13
  • Recensioni 1643
  • Playlist 277
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Crimson Peak

di zombi
10 stelle

Mia Wasikowska

Crimson Peak (2015): Mia Wasikowska

il cinema di paura di del toro, che pesca a piene mani dalla storia del cinema, cerca di far convivere nella stessa casa (infestata), le esigenze del blockbuster e da blockbuster(e quindi certi fastidiosissimi passaggi obbligatori, come le apparizioni ectoplasmatiche accompagnate immancabilmente da deflagrazioni sonore) con le proprie esigenze , che almeno qui, né "il labirinto del fauno" e né "la forma dell'acqua", combaciano perfettamente con le mie.

un cinema fatto di cura tecnica esemplare, e quindi costumi stupefacenti, arrischiate e svettanti scenografie più o meno ricostruite in studio o col computer e con uno svolgimento che seppur canonico e risaputo, sa non annoiare lo spettatore, mettendo in chiaro già dall'inizio cosa avverrà alla fine. 

un film di mostri dove i mostri si confondono talmente bene tra gli umani, che è difficile riscontrarne i confini. 

un film di mostri in cui l'anima gotica e oscura della favola(in una battuta iniziale la protagonista interpretata da una sempre più brava wasikowska, dice che il suo riferimento di scrittrice è mary shelley) si amalgama bene con l'anima disneyana, della favola moderna. 

dove un aspetto fanciullesco, divertito e divertente non può esistere senza il lato oscuro, grandguignolesco, spaventoso e degradante.

edith è una ragazza rimasta orfana della madre, allevata serenamente dal padre, ma anche consapevole di un'emancipazione rara per l'epoca. edith è una ragazza coccolata, viziata se vogliamo, ma che lavora e che ha molto tempo per dare soddisfazioni alle proprie aspirazioni di scrittrice.

ed ecco che invece dal vecchio mondo arriva un lord decaduto(hiddleston.... ma quanto sta meglio coi capelli chiari e corti!!!!) alla ricerca di fondi per poter creare una nuova escavatrice... il vecchio mondo aristocratico, snob ma decaduto, a confronto col nuovo mondo fatto di pionieri che hanno usato le proprie mani per creare il proprio impero, che però a loro volta sono arrivati da quel vecchio mondo che osservano con un senso di sprezzante inferiorità.

come punto di partenza per tutte le ghost stories odierne, prendo l'imprescendibile THE HAUNTING di robert wise. lo spettatore vive il terrore di ciò che si dice abiti la HILL HOUSE, senza mai vederlo, bensì  provandolo esattamente come lo provano gli attori/personaggi del film. 

anche del toro riesce nell'intento di far provare l'angoscia di edith quando il terribile fantasma nero della madre le appare per avvertirla dei pericoli di crimson peak..... crimson peak?.....

e dopo un omicidio piuttosto truculento, degno degli slasher più violenti, veniamo portati a viva forza insieme ad edith nella tenuta marcescente di lord sharpe e sua sorella lucille(una controllata e castigata jessica chastain che mi ha ricordato in più punti l'interpretazione di spicco di daria nicolodi in "phenomena"), isolata da tutto, dove non cresce nulla e tutto è sottomesso alla terra rossa che domina.

la casa è rifugio decadente dei due fratelli, laboratorio e terreno di scavo. ovunque trasuda la terra cremisi disciolta. nei voli della telecamera vediamo le crepe, i buchi nel tetto da cui cadono foglie e neve; artigli e spuntoni minacciosi dell'architettura severa e punitiva di  quella casa che da l'idea di tutto tranne che del focolare domestico.

ed è ovvio che qualcosa di tremendo , ma soprattutto tragico si nasconda tra quelle mure intrise, perchè del toro ce lo dice poco per volta, lungo il racconto. come pagine che lo spettatore sfoglia, veniamo introdotti dalla sceneggiatura tra le brutture di un'educazione violenta e senza amore.

Jessica Chastain

Crimson Peak (2015): Jessica Chastain

se nella casa dei cushing in america si respira un'aria sicura, pulita e protettiva, nella casa degli sharpe seppur più bella, grande e lussuosa, il respiro è affannoso già dal cancello arrugginito d'ingresso. un ingresso che a causa dell'infertilità di quella terra rossa, lascia libertà all'occhio per giungere immediatamente alla magione; a carte scoperte insomma! edith gioca a palla con un cagnolino apparso misteriosamente nei pressi della carcassa rinsecchita dell'unico albero rimasto; anzi, del ricordo dell'unico albero rimasto. 

il film-racconto di del toro ci introduce nelle viscere della casa per svelarci poco a poco cosa si cela nelle intercapedini, sotto i pavimenti scricchiolanti, nelle soffitte corrose dalle falene e nelle cantine ribollenti di terra liquida. 

un racconto del terrore plasmato nei comportamenti anaffettivi di due genitori che non hanno saputo che veicolare sentimenti indicibili nei figli... l'affetto e l'amore lo si cerca dove lo si riesce a trovare.... e un film horror dove gli effetti speciali creati al computer ,più che dare effetto shock servono ad alimentare un disagio quasi fisico nello spettatore che cresce CONSAPEVOLE contemporaneamente allo svelamento dei misteri e alle tragedie delle umane sofferenze.

edith voleva diventare una scrittrice.... ma non voleva scrivere storie d'amore, di cui era ancora digiuna, e usava il fantasma come una metafora quasi si vergognasse di utilizzare il coté fantastico come pretesto.

nel suo film meta-cine-bibliografico del toro riesce ottimamente nell'intento di creare un gotico moderno, dicendo e non dicendo, mostrano e sapendo cosa non mostrare, utilizzando la sua sempre più affinata poetica per asservire il blockbuster hollywoodiano ai suoi desideri. 

Mia Wasikowska

Crimson Peak (2015): Mia Wasikowska

per me un grande esempio di cinema main stream, per un grande raccontatore di fole spaventevoli con due attrici meravigliose che giganteggiano senza l'ansia di rubarsi la scena... del toro è stato chiaro con l'intera troupe, io lo so.... il suo film era per WASIKOWSKA e per CHASTAIN, e perdincibacco se non aveva ragione!!!!!!!!!!!!!

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati