Espandi menu
cerca
Lo spaccone

Regia di Robert Rossen vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bradipo68

bradipo68

Iscritto dal 1 settembre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 264
  • Post 30
  • Recensioni 4749
  • Playlist 174
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Lo spaccone

di bradipo68
8 stelle

Il tavolo da biliardo come droga irrinunciabile.La vittoria che dona quell'ebbrezza effimera che vola via in un battito di ciglia.L'aspirazione a essere il migliore,la consapevolezza di esserlo che si trasforma nell'unica ragione di vita a costo di rinunciare a un amore così faticosamente trovato.E poi quando l'ebbrezza effimera della vittoria è volata via,resta solo l'amaro rimpianto per aver capito tardi di aver perso l'unica e vera ragione di vita.Il film di Rossen è uno stratificato ritratto d'ambiente e di personaggi.La sala da biliardo da microcosmo ovattato si trasforma in arena selvaggia in cui sottomettere gli avversari.Lo sguardo allucinato di Paul "Eddie"newman quando sono ormai 24 ore che gioca è l'epitome della droga del gioco:adrenalina che viene sparata nelle vene,brama di sopravanzare l'avversario a qualunque costo,a costo anche di perdere il lume della ragione,come del resto succede nella prima partita tra Eddie e il mitico Minnesota Fats.Le gambe e la mente non lo sorreggono eppure per la bramosia del riscatto continau a giocare e a perdere.Rossen con poche pennellate e una fotografia in bianco e nero straordinaria ci fa entrare in un mondo virtuale che diventa terribilmente reale di cui avvertiamo la puzza del fumo,in cui vediamo sollevarsi la polverina del gessetto sull'apice della stecca,in cui vediamo agitarsi una strana e variegata umanità intorno al tavolo dove i due contendenti si stanno dando battaglia.E all'esterno il nulla,o perlomeno bisogna disintossicarsi per riuscire a percepire che oltre le quattro pareti della sala da biliardo c'è un mondo in cui vivere.Eddie conosce Sarah proprio nel momento in cui la stecca da biliardo non occupa più la parte preponderante della sua vita.Lei tira fuori lui dalle secche,lui riesce a mitigare la solitudine di lei.Ma la febbre del gioco è sempre dietro l'angolo e la tragedia è annunciata da una partita vittoriosa.La  sua ,pur essendosi messo un sacco di soldi in tasca è una vittoria di Pirro....

Su Robert Rossen

uno dei suoi film migliori

Su Paul Newman

prova magnifica

Su Piper Laurie

eccellente

Su Jackie Gleason

bravissimo

Su George C. Scott

bravissimo

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati