Trama

Un viaggio in Italia nel mondo dell’omosessualità tra testimonianze, ricordi, esperienze di vita di persone che hanno vissuto gli anni repressivi del fascismo e del secondo dopoguerra. Le voci dei protagonisti sono messe a confronto con le immagini, spesso denigratorie e volgari, prodotte dai mezzi di comunicazione dell’epoca e rintracciate nei cinegiornali, nella stampa nazionale, nei programmi televisivi e nel cinema.

Note

Dolore fisico e dell’anima, ferite e lividi in superficie o in profondità, inferti nel corso di oltre mezzo secolo all’identità degli omosessuali italiani. Nell’arco di tempo coperto dalle testimonianze degli intervistati, dalla dittatura fascista fino all’oggi di un adolescente bergamasco, la violenza che entra in scena è principalmente quella istituzionale e socialmente accettabile dei media, la pervasività di una rappresentazione che costantemente riduce la diversità a macchietta, ad anomalia folcloristica, a stereotipo per gag televisivi. Eppure, in "Felice chi è diverso", si parla anche di felicità, e la sua forza è proprio nello scansare ostinatamente un ritratto vittimista e forzatamente “di denuncia” rispetto allo stato delle cose in Italia dagli anni 40 a oggi: sono storie personali, prima di tutto, a emergere dallo sfondo, vicende individuali, ognuna dall’altra diversa.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
7 stelle

Beato chi è diverso essendo egli diverso ma guai a chi è diverso essendo egli comune. (Sandro Penna) Gianni Amelio non è mai banale, nemmeno in questo caso dove affronta un argomento sempre più dibattuto, oggi ancora più di un paio di anni fa quando il documentario venne realizzato, mostrando una moltitudine punti di vista che vanno a creare un tracciato. Fin… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Documentario sull'omosessualità maschile in Italia durante e dopo la seconda guerra mondiale, quando si considerava una malattia e i media diffondevano con essa un'idea di perversione e corruzione morale.   Ci sono personaggi famosi che decidono di fare 'outing' in momenti sospetti, suscitando magari dubbi su un eventuale valore 'promozionale' della dichiarazione; Gianni Amelio… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2016
2016

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Beato chi è diverso essendo egli diverso ma guai a chi è diverso essendo egli comune. (Sandro Penna) Gianni Amelio non è mai banale, nemmeno in questo caso dove affronta un argomento sempre più dibattuto, oggi ancora più di un paio di anni fa quando il documentario venne realizzato, mostrando una moltitudine punti di vista che vanno a creare un tracciato. Fin…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
2015
2015

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Come documentario sul tema ancora scottante dell'omosessualità è ben realizzato e ricco di momenti intensi, che suscitano un'adeguata riflessione dello spettatore sull'ingiustizia dell'emarginazione e l'assurdità della repressione violenta, in un'Italia sessuofobica del passato che purtroppo ha finito per tramandare pregiudizi ed ipocrisia anche a quella a noi contemporanea…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
7 stelle

Era dal 1978, anno in cui diresse La morte al lavoro, che Gianni Amelio non firmava un documentario, il suo terzo (il primo fu La fine del gioco). E non avrebbe potuto siglare meglio questo ritorno dopo il passo falso de L'intrepido, raccogliendo le testimonianze di omosessuali, tutti molto avanti con gli anni (l'unica eccezione è il ragazzo filmato in coda al film), che ricordano la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 27 giugno 2015 su Rai Movie
Trasmesso il 14 febbraio 2015 su Rai 5

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

Gianni Amelio ci parla di molte cose in questo suo intenso, profondo ed anche intimo documentario: di un Paese che, a partire dal secondo dopoguerra, sceglie istituzionalmente la via della derisione, della mancata accettazione, del pregiudizio nei confronti di chi, per natura e non certo per scelta, non risulta omologato ed affine alle regole di una natura ed una umanità che cerca…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
2014
2014

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Documentario sull'omosessualità maschile in Italia durante e dopo la seconda guerra mondiale, quando si considerava una malattia e i media diffondevano con essa un'idea di perversione e corruzione morale.   Ci sono personaggi famosi che decidono di fare 'outing' in momenti sospetti, suscitando magari dubbi su un eventuale valore 'promozionale' della dichiarazione; Gianni Amelio…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

nickoftime di nickoftime
8 stelle

Inaspettato ma perfettamente in sintonia con il percorso cinematografico del suo autore, "Felice chi è diverso" di Gianni Amelio arriva nelle sale italiane a breve intervallo dalla prima internazionale tenutasi in occasione del suo passaggio, fuori concorso, alla 64esima edizione della Berlinale. Una scelta non casuale quello della platea berlinese, non solo per ciò che la capitale tedesca ha…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

giancarlo visitilli di giancarlo visitilli
8 stelle

“Albero che non cresce, bisogna tagliarlo”. Non era solo Benito Mussolini a crederlo, se ancora oggi esiste chi crede che “si debba vivere la castità”. Quando si è omosessuali. Come se non bastassero le sofferenze in famiglia, le derisioni a scuola, l’esclusione dalla società dei “normali”. Solo un grande regista come Gianni Amelio, quello capace di raccontare come pochissimi in…

leggi tutto

Recensione

danceinthenight di danceinthenight
8 stelle

mi aspettavo il classico documentario di rai tre tutto sofferenze umiliazioni e soprusi e invece mi sono trovato davanti un docu-film piacevolissimo e soprattutto felice con testimonianze di gay anziani da tutta italia simpatici, equilibrati e sereni. Racconti di vita passata che fanno bene al cuore che a tratti  emozionano e a volte divertono o fanno pensare.  considero molto più…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

«Questo documentario sarebbe stato bello non averlo fatto; cioè, non aver avuto la necessità di farlo. Sogno un mondo dove Felice chi è diverso non esiste». Sono affermazioni di Gianni Amelio sulla sua ultima opera, presentata alla Berlinale 2014 nella sezione Panorama Dokumente prima di approdare sui nostri schermi; affermazioni in cui la parola chiave è «necessità». I versi di Sandro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Uscito nelle sale italiane il 3 marzo 2014
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito