Espandi menu
cerca
Giovani si diventa

Regia di Noah Baumbach vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 278
  • Post 184
  • Recensioni 4834
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Giovani si diventa

di alan smithee
7 stelle

locandina

Giovani si diventa (2014): locandina

I film di Noah Baumbach nascondono quasi sempre, dietro titoli leggeri e a volte suggestivi - anche nella versione italiana che per fortuna fino ad ora non ha travolto o travisato concetti o significati in nome di un richiamo commerciale meramente strappa-pubblico - storie molto più complesse di quello che anche i trailers televisivi ci comunicano e manifestano.

Proprio con questo suo penultimo film (il regista ne serba già uno pronto per il 2015), la storiella apparentemente leggera dell'incontro tra una coppia quarantenne ed una di ventenni - in occasione della quale la prima si ritrova ad anelare stile di vita, ritmi e frivolezza vitale e positiva della seconda, che viceversa pare legata a passioni, stili d'abitudine, interessi all'opposto legati ad icone, mode, tendenze vintage del passato, che riportano questi ultimi indietro anche oltre la giovinezza della coppia di quarantenni - è solo un accenno superficiale di una vicenda in realtà più cupa, in fondo quasi drammatica (anche se lo stile rimane ancorato, come d'abitudine nel suo affidabile autore, a quello della commedia sofisticata tutta dialoghi e battute ironiche) di bieca prevaricazione ed infingarda sete di successo in cui un giovane documentarista si introduce nella vita di un suo collega più anziano ed un tempo piuttosto promettente, ma ora senza idee per concludere la sua opera della maturità, per carpirgli i segreti del mestiere, manipolarlo ed approfittare delle amicizie altolocate nell'ambiente (tra cui un suocero vero e proprio guru del documentario – ritroviamo per l'occasione in invecchiatissimo ma pur ottimo Charles Grodin) per arrivare ad essere qualcuno.

Ben Stiller, Naomi Watts

Giovani si diventa (2014): Ben Stiller, Naomi Watts

Naomi Watts

Giovani si diventa (2014): Naomi Watts

Josh e Cornelia, coppia quarantenne senza figli, rimane affascinata dalla vitalità e dall'entusiasmo apparente che muove la coppia giovane formata da Jamie e Darby, venendone assorbiti e assimilandone ritmi e stili di vita, succubi dell'ironia acida dei loro amici coetanei quarantenni, quasi tutti ormai con prole al seguito e primi problemi di salute, anche se solo a livello di acciacchi.

In realtà il disegno è molto più sottile, il progetto per farsi strada molto più costruito e calcolato, e tutto quello che inizialmente pareva ispirato ed eroico nell'animo dei due giovani, si rivela un bluff, un pesante e vigliacco inganno perpetrato con scopi manipolatori ed egoisti.

Adam Driver, Amanda Seyfried

Giovani si diventa (2014): Adam Driver, Amanda Seyfried

Ben Stiller

Giovani si diventa (2014): Ben Stiller

Baumbach che non abbandona i territori piani della commedia ironica, non fa nulla per edulcorare e farsi piacere, anzi rende logorroici i nostri due protagonisti maturi quasi quanto freddi e degenerati appaiono quelli giovani.

Certo Ben Stiller finisce sempre per incarnare un po' lo stesso personaggio di molte altre occasioni, ma la coppia completata da Naomi Watts funziona, così come inquieta quella stramba e naif resa con coerenza da Adam Driver e Amanda Seyfried, maschere di finzione e vacuità camuffata da impegno e ardore di conoscenza.

E se il finale sembra volgere ad un tardivo lieto fine, non vi illudete: si tratta solo di apparenza perché la scelta della paternità, quella di formare una nuova famiglia, non sarà per nulla un progetto semplice, una strada in discesa, ma almeno un tentativo di andare avanti togliendosi di dosso finalmente chiodi fissi e percorsi prestabiliti frustranti e controproducenti.

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati