Espandi menu
cerca

Leviathan

play

Regia di Andrej Zvyagintsev

Con Vladimir Vdovichenkov, Elena Lyadova, Aleksey Serebryakov, Anna Ukolova, Kristina Pakarina, Roman Madyanov, Aleksey Rozin... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Chili
  • Chili
  • Chili
  • Chili
In STREAMING

Trama

Nikolai vive con il figlio adolescente Romka e la giovane moglie Lilya in un piccolo paese nei pressi del mare di Barents, nel nord della Russia, davanti a una piccola baia dove a volte entrano le balene. La sua casa, così come il piccolo garage dove esercita la professione di meccanico, vengono però portati via dal sindaco della città, che ha un particolare interesse nell'ottenere le sue proprietà. Combattere per vie legali contro il sindaco corrotto appare sin da subito inefficiente e, determinato a riottenere indietro ciò che è suo, Nikolai chiede aiuto a Dimitri, un vecchio compagno d'esercito divenuto avvocato benestante di Mosca. Presto, Dimitri si renderà conto che c'è solo un modo per risolvere la situazione e consiste nel portare alla luce le prove che incriminano il sindaco e il suo operato poco pulito.

Approfondimento

LEVIATHAN: UN UOMO SOLO CONTRO LO "STATO"

Diretto da Andrey Zvyagintsev e scritto dal regista in coppia con Oleg Negin, Leviathan racconta la storia di Kolia, un uomo che vive sul mare di Barents nel nord della Russia e che è costretto a battersi contro il sindaco del suo piccolo paesino, intenzionato ad appropriarsi del suo terreno, della sua casa e del suo garage. Presentato in concorso al Festival di Cannes 2014, Leviathan è così raccontato dallo stesso cineasta russo: «Quando un uomo è stretto nella morsa dell'ansia di fronte al bisogno e all'incertezza, quando viene sopraffatto da immagini sfumate del proprio futuro, dalla paura per i suoi cari e dal timore della morte in agguato, cosa potrebbe fare se non rinunciare alla libertà e al libero arbitrio e cedere i suoi tesori a una persona di fiducia in cambio di ingannevoli garanzie di sicurezza, di protezione sociale o di un illusorio senso di comunità?
Le teorie filosofiche di Thomas Hobbes sullo Stato parlano di un patto dell'uomo stipulato con il diavolo: egli considera lo Stato come un mostro generato dall'uomo per evitare la cosiddetta guerra di tutti contro tutti e per il comprensibile desiderio di acquisire sicurezza a discapito della libertà, il suo unico vero bene.
Proprio come siamo marchiati dal peccato originale alla nascita, siamo tutti nati in uno "Stato" e il potere spirituale dello Stato sull'uomo non conosce limiti.

L'ardua alleanza tra uomo e Stato è un tema che ha interessato la Russia per un periodo molto lungo. Ma Leviathan è ambientato in terra russa solo perché non sento legami con altri territori. Sono profondamente convinto che in qualunque società si viva - dalla più sviluppata alla più arcaica - tutti un giorno si ritrovino davanti a un'alternativa: vivere come schiavi o vivere come uomini liberi. Se ingenuamente crediamo che il potere statale ci favorisca la scelta, sbagliamo di grosso. Nella vita di ogni uomo arriva un momento in cui, di fronte al sistema o al mondo, ci si deve alzare in piedi e lottare per il proprio senso di giustizia e di Dio sulla terra.
Ancora oggi è possibile trovare personaggi come il mio Kolia, un eroe tragico sulla terra, un figlio di Dio martoriato da tempo immemorabile. Questo è anche il motivo per cui credo che per la mia patria possa ancora esserci speranza: per me e per chi ha lavorato al mio film è ancora recuperabile».

 

Note

Il film sceglie un formalismo realista e solenne, perché sa di usare una piccola storia come parabola e l’umanità che lo abita come pedina di un teorema. Procede ineluttabile, con umorismo nerissimo, con un respiro programmatico che toglie pathos al dramma e non conosce dialettica. Solo risposte sicure, immobili e terribili.

Commenti (8) vedi tutti

  • Uno dei film più duri e disperati sulla corruzione profonda della Russia contemporanea.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • neorealismo contemporaneo in salsa siberiana (o quantomeno russa). Tanto drammatico quanto noioso

    commento di green70
  • Bellíssimo film , si respira profondamente il dramma umano di quei luoghi così isolati, la cultura sovietica post comunismo, bellissima la fotografia con quello scheletro immenso a dimostrare l’inesorabiltà degli avvenimenti, mi rimane fortissima ancora negli occhi , la scena del mostro/ruspa “sgranocchiandosi” la casa.

    commento di Alfier
  • Il film è intenso ma ho fatto fatica a seguilro

    commento di Arpo05
  • Almeno nel "Ritorno" banalità e falle narrative erano riscattate da un memorabile finale; ma in questa riedizione del mostro (disarmante il background culturale del regista nei confronti della sua creatura nell'intervista allegata al DVD) è arduo trovare qualcosa da salvare

    commento di kahlzer
  • un film che non sa dove andare a parare, mette sul fuoco un sacco di cose e poi o non le conclude o è banale.

    commento di sfrisolo
  • Tra splendidi e desolati paesaggi che fanno da contorno alle solitudini umane ecco una pellicola proveniente dalla Russia.

    leggi la recensione completa di ezio
  • Mio Dio che polpettone…in Russia c'è corruzione, fa freddo, ci si fa le corna e si beve come delle spugne, adesso potete risparmiarvi 140 minuti di questa corazzata Potemkin moderna.

    commento di Tex Murphy
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

Così come tutti noi, per nascita, siamo marchiati dal peccato originale, allo stesso modo tutti nasciamo in uno “stato”. Il potere spirituale dello stato sull’uomo non conosce limiti. (Andrei Zvyagintsev)     Leviathan, disillusa  rilettura in chiave contemporanea del mito di Giobbe, è un anomalo thriller duro e disperato, teso crudele ed… leggi tutto

17 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ezio di ezio
6 stelle

In un paesone vicino al mare di Barents,nel nord della Russia ,Kolya vive con la giovane moglie (Lyadova) e il suo giovane figlio,nato dal precedente matrimonio.Possiede un'officina e il sindaco vuole portagliela via,a questo si aggiunge l'adulterio della compagna con un conoscente.Finira' in tragedia.Tra scheletri di balene e carcasse di navi che aprono e chiudono il film,si compie un buio… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

berkaal di berkaal
8 stelle

Leviathan. Gran bel nome. Peccato se ne siano accorti in parecchi. Su discogs.com si arrivano a contare quarantanove gruppi musicali o cantanti (quasi tutti metal) che hanno adottato questo nome, ma probabilmente saranno molti di più. A cosa si riferisce il regista avendo scelto questo titolo per il film? La locandina  con il titolo e quello scheletro gigante che campeggia suggerisce…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

hallorann di hallorann
8 stelle

Sul mare di Barents, nord della Russia, tra carcasse di balene e barche vive Kolya, un meccanico che con la giovane moglie Lilja e il figlio adolescente di primo letto Roman possiede una casa posizionata in un punto strategico che fa gola al sindaco Vadim, il quale vorrebbe demolirla per costruirci un traliccio. Kolja, sanguigno e tenace si rivolge a Dimitri, un vecchio amico di leva, ora…

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti

Recensione

laulilla di laulilla
8 stelle

  Kolya (Aleksey Serebryakov) è un meccanico che, in una piccola città sul mar di Barents, si è costruito un’officina da autoriparatore e una casa dove abitare con la seconda moglie, Lilya (Elena Lyadova) e il figlioletto quasi adolescente che poco sopporta la matrigna.    La sua vita è sottoposta a…

leggi tutto
2019
2019
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

stefanocapasso di stefanocapasso
7 stelle

In un villaggio sulla costa del nord della Russia Kolia vive con la seconda moglie ed il figlio avuto dalla prima. Il sindaco del paese è deciso ad impossessarsi del terreno dove lui aveva pazientemente costruito la sua casa, e non disegna di usare metodi corruttivi pur di raggiungere il suo scopo. Nonostante l’aiuto dell’amico avvocato per Kolia il destino è quello di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2018
2018
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Atreides di Atreides
8 stelle

Leviathan è un film intransigente, duro, spietato, pesante come un macigno.    Le radici di una delle conquiste più importanti dell'uomo in materia politica risalgono a circa quattro secoli fa, il giusnaturalismo ha escluso infatti la religione come fonte del diritto proclamando che essa è figlia della storia e si evolve con essa, al contrario della ragione…

leggi tutto
2016
2016
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Nero Rurale

FedoFedo di FedoFedo

Campagne, piccoli paesi, luoghi desolati per anime desolate. Uomini persi, folli, reietti in balia degli istinti. La playlist racoglie dei film che hanno in comune queste caratteristiche (non per tutti il termine…

leggi tutto

Recensione

ezio di ezio
6 stelle

In un paesone vicino al mare di Barents,nel nord della Russia ,Kolya vive con la giovane moglie (Lyadova) e il suo giovane figlio,nato dal precedente matrimonio.Possiede un'officina e il sindaco vuole portagliela via,a questo si aggiunge l'adulterio della compagna con un conoscente.Finira' in tragedia.Tra scheletri di balene e carcasse di navi che aprono e chiudono il film,si compie un buio…

leggi tutto
2015
2015
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
6 stelle

In Italia non lo si vedeva dal 2003, quando vinse il Leone d'oro con Il ritorno, storia di una paternità difficile. Poi, ogni film almeno un premio: quello per la migliore interpretazione maschile (Izgnanie) e il gran premio della giuria (Elena), entrambi a Cannes, ambedue invisibili da noi. Poi arriva questo Leviathan, premio per la miglior sceneggiatura ancora a Cannes nonché…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

MarioC di MarioC
7 stelle

  Il mostro marino, scarnificato eppur ancora possente, di una potenza contro cui inane è il destino di ogni oppositore, compare all’inizio ed alla fine. Solido, piantato nell’acqua come origine e derivazione vogliono, il Leviatano è pronto a farsi beffe dei piccoli e grandi Giobbe che ne incrocino il cammino. Dice bene allora il prete: la rassegnazione è…

leggi tutto
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

Così come tutti noi, per nascita, siamo marchiati dal peccato originale, allo stesso modo tutti nasciamo in uno “stato”. Il potere spirituale dello stato sull’uomo non conosce limiti. (Andrei Zvyagintsev)     Leviathan, disillusa  rilettura in chiave contemporanea del mito di Giobbe, è un anomalo thriller duro e disperato, teso crudele ed…

leggi tutto

Recensione

Captain_Mike di Captain_Mike
8 stelle

Molto spesso i titoli sono solo un accenno, un suggerimento vago o soltanto allusivo rispetto a quello che il film andrà a raccontare, perchè il titolo deve innanzitutto attrarre o incuriosire, senza poi rivelare chissà che. Con Leviathan invece ci si trova davanti ad un titolo prepotente,altisonante nei suoi richiami biblici, e che incute anche un certo timore. Un titolo…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito