Trama

Un giovane nobile arriva alla corte di Napoli, nel Settecento, deciso a primeggiare. Quando scopre che la sua promessa sposa è stata l'amante del sovrano è sconvolto e si fa monaco. Ma anche in convento non rinuncia al desiderio di eccellere: diventa eremita e acquista fama di santo. L'eremo diventa luogo di pellegrinaggi finché, sedotto da una giovane venuta a chiedere un miracolo.

Note

I fratelli Taviani riflettono sul misticismo, la salvezza e la fede, adattando un sublime racconto di Lev Tolstoj, "Padre Sergio". Il film è figurativamente splendido, ha qualche momento davvero poetico, anche se in generale risente di un eccesso di maniera.

Commenti (3) vedi tutti

  • Verrebbe da dire un bellissimo brutto film; vergognosa la colonna, che, fatti salvi alcuni sporadici crescendi, è un insulso refrain

    commento di kahlzer
  • Troppo moscio, poco coraggioso, e l'attore protagonista non aiuta affatto. Alcune belle inquadrature, e nulla più.

    commento di valien88
  • parabola "mistica" sulla fuga macchinosa e a tratti insopportabile.

    commento di carpa
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

hallorann di hallorann
6 stelle

I Taviani attraverso la rilettura di alcuni classici della letteratura si sono spesso interrogati su vari temi universali. Ne IL SOLE ANCHE DI NOTTE - tratto liberamente dal racconto di Tolstoj “Padre Sergio” - affrontano la fede, il misticismo e la solitudine umana. Nell’Italia borbonica di fine settecento Sergio Giuramondo è un giovane lucano ritenuto il miglior… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

luisasalvi di luisasalvi
8 stelle

Brillantissimo e intelligente rampollo di nobili campagnoli, primeggia sempre in tutto ciò che intraprende: diventa per le sue capacità consigliere del re di Napoli, che per farlo accogliere dalla nobiltà cittadina lo fa sposare ad una duchessa che era stata sua amante: innamoratisi a vicenda, lui confessa a lei di averla dapprima accettata solo per salire di grado sociale,… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

sasso67 di sasso67
4 stelle

Il film non è che sia quel granché. E questo sebbene siano innegabili la maestria dei due registi toscani e la bravura del direttore della fotografia Giuseppe Lanci, che si vale dei panorami mozzafiato abruzzesi (ecco un film dove Johnny Palomba non sbaglierebbe l'ambientazione) e lucani. Secondo Tullio Kezich, nonostante la tematica similare, i fratelli Taviani non raggiungono le vette di… leggi tutto

3 recensioni negative

2020
2020
locandina
Foto
2017
2017
2016
2016

Fiat Lux

Immorale di Immorale

La luce è vita.   La luce intesa come opposto del buio, come elemento primario, biblico e vitale che ha favorito lo sviluppo umano, fin dall’invenzione del fuoco, fino ad arrivare allo spreco…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

hallorann di hallorann
6 stelle

I Taviani attraverso la rilettura di alcuni classici della letteratura si sono spesso interrogati su vari temi universali. Ne IL SOLE ANCHE DI NOTTE - tratto liberamente dal racconto di Tolstoj “Padre Sergio” - affrontano la fede, il misticismo e la solitudine umana. Nell’Italia borbonica di fine settecento Sergio Giuramondo è un giovane lucano ritenuto il miglior…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
2014
2014
Trasmesso il 19 ottobre 2014 su Rai Movie
2013
2013

Recensione

LIBERTADIPAROLA75 di LIBERTADIPAROLA75
6 stelle

Avvertenza: Contiene anticipazioni sul finale! I fratelli Taviani alle prese con uno dei racconti (lunghi) più difficili da tradurre sullo schermo: "Padre Sergio" di Lev Tolstoj. La trama viene spostata dalla Russia di fine '800, del testo scritto, al '700 del Regno delle Due Sicilie. Analizziamo un attimo la traduzione filmica dell'opera. Trama: Sergio, un bambino, dopo aver assistito alla…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
2012
2012

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Alla vigilia delle nozze un ambizioso ufficiale dell'esercito borbonico (Sands) viene a sapere che la sua futura moglie (Kinski) è stata l'amante di re Carlo III (Vogler). Distrutto dal dolore, prima prende i voti, quindi decide di ritirarsi in un eremo fino a venire assediato dai tanti che lo credono un santo. Cambierà ancora vita. Tratto dal racconto di Tolstoj Padre Sergio e ambientato nel…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Julian Sands (che quell'anno girava anche Aracnofobia con Frank Marshall e l'anno successivo interpreterà Il pasto nudo di Cronenberg), Charlotte Gainsbourg (diciannovenne appena apparsa nella Piccola ladra, che Claude Miller portò a compimento al posto di Truffaut, e dal futuro roseo) e Nastassja Kinski (figlia di, già protagonista in Tess di Polanski e vista in film di…

leggi tutto
Recensione
2010
2010

Recensione

luisasalvi di luisasalvi
8 stelle

Brillantissimo e intelligente rampollo di nobili campagnoli, primeggia sempre in tutto ciò che intraprende: diventa per le sue capacità consigliere del re di Napoli, che per farlo accogliere dalla nobiltà cittadina lo fa sposare ad una duchessa che era stata sua amante: innamoratisi a vicenda, lui confessa a lei di averla dapprima accettata solo per salire di grado sociale,…

leggi tutto
2009
2009

Abbidubbi

La Certezza è una droga sottile. Singole persone, o interi gruppi sociali, se ne nutrono per prosperare nei loro inossidabili affari, per difendersi dalle orde barbariche che premono ai confini dell’Impero, per…

leggi tutto
2008
2008

Recensione

sasso67 di sasso67
4 stelle

Il film non è che sia quel granché. E questo sebbene siano innegabili la maestria dei due registi toscani e la bravura del direttore della fotografia Giuseppe Lanci, che si vale dei panorami mozzafiato abruzzesi (ecco un film dove Johnny Palomba non sbaglierebbe l'ambientazione) e lucani. Secondo Tullio Kezich, nonostante la tematica similare, i fratelli Taviani non raggiungono le vette di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2007
2007

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

Un Allosanfan religioso, si diciamo che ad un certo punto del film, la cosa mi è venuta in mente abbastanza naturalmente.Tratto da un racconto di Tolstoj, viene fuori una tematica interessante e romantica, ambientata molto bene, e con una prima parte più che ottima. Il cast è frutto di una cooproduzione Italo/Franco/Tedesca, e non è assolutamente da disprezzare, su tutti spicca, la…

leggi tutto
Recensione
2006
2006
2004
2004
2003
2003

Recensione

zio_ulcera di zio_ulcera
4 stelle

Ruffiana, ipocrita e come sempre manierata messinscena spiritualista dei fratelli Taviani.

leggi tutto
Recensione
2002
2002

Recensione

marcojes di marcojes
8 stelle

Il film documenta la discesa del protagonista nella notte dello spirito. Ogni prova è la totale rimessa in discussione della propria identità verso la perfezione. Il film si risolve con la scomparsa/spoliazione chenotica del protagonista che cristianamente rinuncia a se stesso infatti solo chi si perde potra poi ritrovarsi. Ripreso da Padre Sergej di Tolstoj tratta della dissoluzione…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito