Espandi menu
cerca
I sogni nel cassetto

Regia di Renato Castellani vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Baliverna

Baliverna

Iscritto dal 10 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 95
  • Post 4
  • Recensioni 1982
  • Playlist 26
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su I sogni nel cassetto

di Baliverna
8 stelle

E' un film tutto sommato anomalo, sia per argomento che ambientazione. Quanto al primo, vediamo una coppia di fidanzati, poi sposi, del tutto comune, mostrati nella vita di ogni giorno con i problemi cha hanno un po' tutti. Quanto alla seconda, cioè l'ambientazione, l'azione si svolge a Pavia e mi pare in pianura padana, in luoghi pochissimo frequentati dal cinema. Castellani è attento soprattutto alla narrazione, che è agile e scorrevole. I personaggi sono ben ritratti, anche se sembra che il regista non intenda fare particolari riflessioni o introspezioni su di su di loro. Lei è una ragazza di provincia che se la tira un po', e fragile per certi versi. Il suo volersi far vedere intellettuale e l'interesse per le religioni orientali ricorda certi personaggi femminili dei film di Woody Allen. Comunque in fondo è una brava persona, e anche nelle difficoltà dimostra almeno la volontà di affrontarle. Lui è un ragazzo semplice, che però sa quello che vuole e quello che è importante, e si dimostra all'altezza di tutti i mille problemi che la coppia deve affrontare. Entrambi hanno il pregio di sapere essere all'occorrenza anticonformisti. Assieme fanno una coppia non perfetta, ma che tira avanti bene, almeno fin quando un destino crudele non mette fine al loro amore.
Un personaggio collaterale abbastanza ben definito è l'amica dei due, col suo infelice amore a senso unico per un uomo sfuggente ed egoista. Riuscite e graffianti anche le tre sorelle zitelle: untuose, avide, impiccione, e ipocrite.
L'aspetto narrativo del film, l'assenza di giudizio sui personaggi, il tono da vita quotidiana, e la non volontà di dare particolari significati alla vicenda si spiegano abbastanza col fatto che Castellani rappresenta quella che era stata la vicenda di suo fratello.
E' un film che si fa guardare volentieri e non annoia mai, e che ha abbastanza l'aspetto della vita reale. Il regista dimostra di saper fare, e allo stesso tempo di non volersi dare arie di nessun tipo. Gradevole connubio di qualità.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati