Espandi menu

cerca
Il mistero di Dante

Regia di Louis Nero vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 206
  • Post 80
  • Recensioni 6331
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il mistero di Dante

di FilmTv Rivista
4 stelle

Louis Nero prosegue il suo percorso di sperimentazione: tra quadro e schermo, tra documentario e fiction, fra filologia e suggestione pittorica. Dopo aver pedinato vite e misteri del Golem e del monaco Rasputin, è il turno di Dante Alighieri, la cui Divina commedia è sviscerata da studiosi, registi, attori, scrittori, per far emergere i suoi legami con il mondo dell’esoterismo e della massoneria, in particolare con l’ordine dei Fedeli d’amore e col pitagorismo, culto che lo unisce alla guida Virgilio. L’esagitato incipit in stile finto found footage ci precipita in una dimensione occulta, dove il regista medesimo e un’assistente vengono trascinati al cospetto di figure misteriose, ma il film si getta subito con un salto mortale nel documentario classico e per un’ora e mezza giustappone gli interventi di Silvano Agosti e Valerio Massimo Manfredi, di Gabriele La Porta e Roberto Giacobbo e molti altri. Lezioni frontali, tanto approfondite quanto impegnative, che scavano nel testo del poeta e nel suo “parlar sottile”. A far da collante, F. Murray Abraham incarna Dante e si rivolge direttamente allo spettatore, in qualche modo chiamato a farsi coinvolgere in un percorso iniziatico. Tanto è audace la commistione di registri e linguaggi (durante i seriosi monologhi degli intervistati, demoni e creature si animano in sovrimpressione all’interno dell’inquadratura), quanto ingessato e ambiguo il risultato, in cui la varietà delle voci raccolte lascia più di un dubbio sulla credibilità delle ipotesi.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 6 del 2014

Autore: Ilaria Feole

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati