Espandi menu
cerca
Lo smemorato di Collegno

Regia di Sergio Corbucci vedi scheda film

Recensioni

L'autore

ethan

ethan

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 156
  • Post -
  • Recensioni 1578
  • Playlist 7
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Lo smemorato di Collegno

di ethan
5 stelle

Un uomo (Totò) si barrica in un gabinetto: ha perso la memoria e vorrebbe riacquisire la propria identità; seguirà un lungo processo, in cui verranno fatte diverse ipotesi ma tutto sarà invano.

Sergio Corbucci prende spunto dal caso Bruneri-Canella e del susseguente processo, che durò dal 1927 al 1931: il soggetto (scritto dal fratello Bruno e da Giovanni Grimaldi e dai medesimi sceneggiato) si prestava a creare qualcosa di interessante ma il regista è incerto su che registro tenere; ne esce quindi un film ibrido, dove le parti comiche non sono molto divertenti e le parti diciamo così drammatiche hanno un andamento serioso, che non convince appieno e fa a pugni con il resto.

E' un peccato poiché Corbucci è, tra i tanti cineasti che hanno diretto l'attore napoletano, uno di quelli che ha sfruttato al meglio la mimica facciale di Totò, usando più di una volta primi e primissimi piani, al contrario di tanti altri registi, che han preferito inquadrarlo in totale o figura intera, mettendo più in luce le sue qualità marionettistiche-buffonesche e alcune delle sue abituali spalle, come Macario, Nino Taranto e Aroldo Tieri sono qui in gran forma.

Il risultato non è un film brutto ma, tutto sommato, irrisolto.

Voto: 5,5.

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati