Espandi menu
cerca
Madame Bovary

Regia di Sophie Barthes vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 164
  • Post 6
  • Recensioni 768
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Madame Bovary

di bufera
6 stelle

Edizione cinematografica modernizzata del grande romanzo" Madame Bovary", che affascina e fa riflettere sulla personalità della protagonista.

locandina

Madame Bovary (2014): locandina

 

La versione cinematografica del grande romanzo di Gustave Flaubert "MADAME BOVARY "che finora ho amato di più è stata quella diretta da Vincente Minnelli (1949) maestosa e fedelissima al romanzo.Vista di recente quella del 2014,con la regia di Sophie Barthes    al suo secondo lungometraggio,ne sono rimasta affascinata, forse perchè è penetrata impietosamente nella mente e nell'anima di Emma, personaggio ostico,difficilmente comprensibile e catalogabile. La scelta di Mia Wasikovska è stata particolarmente felice, sia  per la mimica indecifrabile, l'aria innocente che cela l'avidità e il calcolo per compiere la scalata sociale con mezzi più che spregiudicati 

che per la giovane età che porta ad uno svecchiamento di buona parte del cast.Charies,il marito medico di campagna,è giovane come lo è il Marchese di Andervilles, e giovanissimo è Leon (Ezra Miller) ,il suo primo e ultimo amante.

 

Con colori tenui la descrizione degli esterni in campo lungo e quella degli interni è dettagliata,indugiando anche troppo sugli oggetti  specie quelli che la giovane padrona di casa va acquistando indebitandosi fino al collo.Mentre le scene d'amore e di sesso sono poco esplicite e sfuggenti, non c'è pietà nell'instintenza con cui la mdp inquadra le scene di umiliazione e di rifiuto del danaro, che Emma è costretta a chiedere, da parte dei suoi ex amanti e perfino dal viscido figuro (un convincente Rhys Ifans ) che l'ha per primo istigata, trovando una preda facile, ai folli acquisti che dovevano liberarla dalla noia della vita provinciale e l'hanno portata alla rovina.

 

La madame Bovary di Sophie Barthes è un essere inquieto e tormentato fin dal Collegio e si imprime nella mente dello spettatore  la sua figura che va camminando per lunghi tragitti, anche nei boschi, elegantissima e angosciata, quando non è indispettita. Il suo è un personaggio che, per certi versi, anticipa una triste modernità.

 

Mia Wasikowska

Madame Bovary (2014): Mia Wasikowska

Mia Wasikowska, Logan Marshall-Green

Madame Bovary (2014): Mia Wasikowska, Logan Marshall-Green

Ezra Miller, Mia Wasikowska

Madame Bovary (2014): Ezra Miller, Mia Wasikowska

Rhys Ifans, Mia Wasikowska

Madame Bovary (2014): Rhys Ifans, Mia Wasikowska

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati