Hercules: La leggenda ha inizio

  • Hercules: The Legend Begins

  • USA,
  • Genere: Azione
  • durata 98'
play

Regia di Renny Harlin

Con Kellan Lutz, Gaia Weiss, Scott Adkins, Roxanne McKee, Liam Garrigan, Liam McIntyre, Rade Serbedzija, Kenneth Cranham, Mariah Gale... Vedi cast completo

  • In TV
  • Sky Cinema Max
  • Ore 02:50
altre VISIONI

Trama

Nel 1200 a.C. nell'antica Grecia la regina Alcmene, lasciatasi sedurre da Zeus, ha messo al mondo il figlio Hercules, il cui destino è quello di rovesciare la tirannia e riportare la pace in una terra in difficoltà. Hercules, però, non sa nulla della sua vera identità e del suo destino e tutto ciò che desidera è l'amore di Hebe, la principessa di Creta promessa sposa di suo fratello. Informato della sua missione, Hercules dovrà scegliere tra il fuggire con Hebe o compiere il proprio dovere, diventando il più grande eroe dei suoi tempi.

Approfondimento

HERCULES: LA LEGGENDA HA INIZIO - TRAGEDIA GRECA E DRAMMA FAMILIARE

Diretto da Renny Harlin e scritto da Sean Hood e Daniel Giat, Hercules: La leggenda ha inizio si tuffa nella mitologia greco-romana e racconta l'epica storia di Hercules, il figlio metà uomo e metà divinità di Zeus dotato di una straordinaria forza. Tradito dal patrigno (il re Amphitryon), esiliato e venduto come schiavo a causa di un amore proibito, Hercules userà i suoi formidabili poteri fisici per combattere nelle arene ed iniziare un'odissea che lo porterà a restaurare la pace nelle sue terre.
Descritto come un film sulla battaglia tra destino e libero arbitrio, Hercules: La leggenda ha inizio ha al centro un antesignano di tutti gli eroi moderni: è innegabile infatti come la figura greca di Hercules abbia ispirato molti supereroi di oggi, tutti dotati di straordinaria forza e costretti a confrontarsi con le ingiustizie del mondo, con un nemico astuto e scaltro e con un amore da difendere.Lontani dal portare in scena un Hercules enorme e muscoloso dedito a compiere azioni sovrumane, gli sceneggiatori hanno voluto che il loro protagonista fosse un giovane uomo in conflitto con la propria identità di semidio e capace di provare sentimenti d'amore, che mettono in evidenza le sue caratteristiche umane. Tenendo a mente il presupposto per cui la morale dell'opera doveva sottolineare come è necessario mettere da parte i propri desideri e bisogni egoistici per abbracciare responsabilità più grandi e un destino ineluttabile, Hercules: La leggenda ha inizio presenta un antagonista spietato, geloso, sadico e tiranno: il patrigno di Hercules che, chiamato a reagire a modo suo ai sospetti sull'infedeltà della moglie, rende la trama una perfetta combinazione tra tragedia greca e dramma familiare.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista di Hercules: La leggenda ha inizio nei panni di Hercules è il giovane attore Kellan Lutz, che per la parte ha imparato nell'arco di tre settimane a combattere con la spada e a cavallo, a lanciare le lance e a muoversi con le catene. Miglior amico di Hercules e compagno di battaglie è Sotiris, interpretato da Liam McIntyre, già abituato al peplum per essere l'interprete principale della serie televisiva Spartacus: Sangue e sabbia. Sotiris, che lotta quasi sempre insieme ad Hercules, ha una formazione diversa da quella del semidio ed è più saggio per via della difficile vita fatta di educazione dura e pochi privilegi.Hebe, la giovane principessa di Creta amata da Hercules, ha il volto di Gaia Weiss (apprezzata protagonista del film italiano Bianca come il latte, rossa come il sangue) mentre il ruolo della regina Alcmene, madre di Hercules, è sostenuto dall'attrice australiana Roxanne McKee. Alcmene è intrappolata in un matrimonio senza amore: mentre il marito continua a conquistare territori e ad uccidere la gente, lei vorrebbe porre fine alla sua violenza e alla distruzione.
Iphicles, il fratellastro di Hercules e promesso sposo di Hebe, è impersonato da Liam Garrigan. Geloso della forza del fratellastro e alimentato dalla rabbia del padre Amphytrion, Iphicles finisce per ritorcersi contro Hercules e, più che cattivo, il suo diventa un personaggio tragico.
Ad interpretare il sanguinario e crudele re Amphytrion è invece Scott Adkins. L'unico desiderio del re è quello di veder sopravvivere al potere la propria stirpe ed è disposto a qualsiasi cosa per vedere sul trono il figlio Iphicles.
All'inizio di Hercules: La leggenda ha inizio, per porre fine alle violenze del marito, Alcmene chiede aiuto agli dei tramite l'oracolo Kakia e le sue preghiere vengono ascoltate dalla dea Hera, che le preannuncia il figlio che avrà da Zeus. Seppur con un'apparizione breve, il personaggio di Kakia è fondamentale nella storia ed è impersonato da Mariah Gale. Alcmene, inoltre, è guidata per tutto il film da Chiron, un tutore e studioso alla corte del re che protegge lei ed Hercules. Chiron ha il volto dell'attore Rade Serbedzija.
Mentre è schiavo in Egitto, Hercules ha come padrone il commerciante di schiavi Lucius, un uomo non particolarmente piacevole interpretato da Kenneth Cranham. I combattimenti a cui Hercules e Sotiris prendono parte sono poi introdotti da due "scaldapubblico": Agamemnon e Creon, due specie di giullari interpretati da Luke Newberry e Jukka Hilden.

RICOSTRUIRE L'ANTICA GRECIA

Le riprese di Hercules: La leggenda ha inizio si sono protratte per 54 giorni in Bulgaria. Girato in 3D presso gli studios Boyana, il film ha visto all'opera lo scenografo Luca Tranchino, chiamato a riportare in vita l'antica Grecia basandosi su studi e ricerche storiche ed archeologiche ma anche sulle pitture realizzate nel XIX secolo da Gustave Moreau e da sir Lawrence Alma-Tadema. Le armi usate per le riprese e realizzate appositamente portano la firma di Dirk Buchman mentre i costumi sono frutto del lavoro della costumista Sonoo Mishra.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Tra i registi e produttori di cinema action con maggiore talento usciti dagli anni 80 e poi consacrati nei 90, Renny Harlin ("Cliffhanger - L’ultima sfida", "58 minuti per morire", "Spy") è oggi un mestierante che si meriterebbe film migliori di quelli che gli vengono offerti. Questo trionfo machista di muscoli, sabbia, sandali e sudore, con in allegato il corollario di integerrimi valori, si ambienta a fatica nel regno della computer graphic ingenua e smaccata, producendo un effetto che in bene ricorda il kitsch ironico e ricercato della serie tv prodotta da Sam Raimi e in male una versione pauperistica di "300" con inserti fotoromanzeschi da "Laguna blu". La performance del 3D offre il consueto armamentario di luoghi comuni, tra stucchevoli pianosequenza impossibili e oggetti che rompono con monotona frequenza la quinta parete. Un film così stupido e indifeso non riesce a raggiunge nemmeno lo statuto di scult.

Commenti (4) vedi tutti

  • Gran film!!! 2----

    commento di Brady
  • Brutto come pochi, consigliatelo al vostro peggior nemico. Attori pessimi, pessimi effetti speciali, non si salva nulla.

    leggi la recensione completa di alfatocoferolo
  • La classica americanata ''boara'' e grezza. non sono riuscito a vederlo tutto. non spreco altre parole per questa putrida pellicola (modo di dire).

    commento di Leonardo_Akechi
  • Ercole gioca a fare Il Gladiatore…e perde. xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

    commento di Tex Murphy
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

nickoftime di nickoftime
4 stelle

Il regista caduto in disgrazia è disposto a tutto pur di continuare a lavorare. Se poi anche in tempi più generosi il successo era dipeso dalla combinazione di marketing e divismo più che dalla conseguenza del suo talento si spiega in men che non si dica la presenza di Renny Harlin, ex di Gena Davis e titolare di due blockbuster di largo seguito, in un b movie di scarse pretese e molti… leggi tutto

6 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

Il cinema in tutto il suo cammino non si è mai dimenticato del semi-dio figlio  di un capriccio di quel lussurioso calcolatore di Zeus e della regina greca Alcmene. E dunque, dopo i peplum hollywoodiani e quelli "intrastevere" girati più al risparmio (magari da troupes americane), e dopo l'apocrifo Swarzy neo Mister Universo in Hercules a Nwe York del '70, dopo il risibile Lou Ferrigno in… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Trasmesso il 15 giugno 2018 su 20
Trasmesso il 14 giugno 2018 su 20
Trasmesso il 19 gennaio 2018 su Italia 1
Il meglio del 2017
2017

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
1 stelle

Vi cito solo un passaggio di questo capolavoro storico. Hercules è appeso per i polsi, a due colonne, il suo carceriere lo apostrofa così davanti alla folla: "Tu che ti proclami figlio di Zeus, come pensi di salvare questo popolo se non sei in grado di salvare te stesso?" Non so se capite, non si sono limitati a fare una boiata di dimensioni epiche, l'hanno fatta di dimensioni…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

dareiusee8vtec di dareiusee8vtec
2 stelle

Nell'antica Grecia il re Anfitrione è spietato e corrotto, sua moglie Alcmena lo tradisce così con Zeus, il quale le permette di dare alla luce il leggendario Hercules. Molti anni dopo Hercules viene spedito dal malvagio padre in Egitto per farlo uccidere da un esercito nemico, ma il giovane eroe sopravvive e torna a vendicarsi contro tutti i suoi traditori. Sembra incredibile che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

nickoftime di nickoftime
4 stelle

Il regista caduto in disgrazia è disposto a tutto pur di continuare a lavorare. Se poi anche in tempi più generosi il successo era dipeso dalla combinazione di marketing e divismo più che dalla conseguenza del suo talento si spiega in men che non si dica la presenza di Renny Harlin, ex di Gena Davis e titolare di due blockbuster di largo seguito, in un b movie di scarse pretese e molti…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Uscito nelle sale italiane il 27 gennaio 2014
Il meglio del 2013
2013
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito