Espandi menu
cerca
Left Behind - La profezia

Regia di Vic Armstrong vedi scheda film

Recensioni

L'autore

champagne1

champagne1

Iscritto dal 18 gennaio 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 45
  • Post -
  • Recensioni 963
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Left Behind - La profezia

di champagne1
2 stelle

Chloe torna a casa per fare una sorpresa al padre che compie gli anni ma questi, pilota di una compagnia aerea, decide di lavorare per stare insieme ad un'assistente di volo con la quale ha un flirt. A casa si ritrova con la madre, accanita lettrice della Bibbia al limite del fanatismo, con cui ha l'ennesima discussione su aspetti moralistico-religiosi per cui, per distrarsi, si reca al Centro Commerciale col fratellino. Poco dopo avviene un fatto inspiegabile: scompaiono istantaneamente nel nulla tutta una quantità di persone, in maggioranza bambini ma non solo, lasciando tutti i loro abiti ed effetti personali sul posto. Anche sull'aereo pilotato dal padre avviene lo stesso tipo di episodio. Presto si comprende che è un fenomeno su scala globale: ma cosa sta succedendo?...

Definito un thriller apocalittico, pare faccia parte di una serie letteraria di successo (?), di cui è l'esordio.

Si basa su una lettura "letterale" della Bibbia, come si trattasse di un trattato scientifico, e genera una storia in cui il mordente si esaurisce presto una volta appresane la componente moralistica. Gli eventi a cui stiamo assistendo non sono presentati in maniera che posssano sussistere ipotesi diverse sull'accaduto; una volta accettato l'impianto della storia, si cerca di capire le conseguenze dell'evento-base, cioè la scomparsa improvvisa di milioni di "buoni" o per meglio dire "senza peccato" in tutto il mondo, tra cui uno scenario particolare è l'aereo di linea guidato dal padre di Chloe (il solito ipo-espressivo Nicholas Cage).

Un film con scene incongrue (vedere quella della donna che in aereo, non si sa bene come, tira fuori una pistola) e prove attoriali mediocri (ci credevano almeno loro nel copione?), senza neanche grossi investimenti in effetti speciali che - per un film apocalittico - sarebbero doverosi. Poco thriller, non fantascienza, minimamente disaster-movie: ne risulta una pellicola tautologica che alcuni critici hanno definito di "propaganda sensazionalista, non intrattenimento".

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati