Espandi menu
cerca
...a tutte le auto della polizia...

Regia di Mario Caiano vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mmciak

mmciak

Iscritto dal 3 settembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 55
  • Post 9
  • Recensioni 2301
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su ...a tutte le auto della polizia...

di mmciak
6 stelle

"...a tutte le auto della polizia..." diretto nel 1975
da Mario Caiano,devo dire che non mi è dispiaciuto,
anche se mi ha lasciato perplesso.

La storia racconta che Fiorella,
ragazza sedicenne figlia di
Professor Andrea Icardi,
un barone affarista della medicina
scompare e si attivano le squadre
mobili della polizia.

Malauguratamente la trovano morta
ammazzata in un lago e il Commissario
Fernando Solmi comincia
le indagini per scoprire l'assassino
che portano su piste scottanti.

Il titolo può trarre in inganno ma questo
non è un "poliziottesco",anche se contiene
i contorni,ma un "Thriller all'Italiana"
tratto dal romanzo:"Violenza a Roma"
ed è sceneggiato da Massimo Felisatti
e Fabio Pittorru e dietro la macchina
da presa c'è Mario Caiano,che non è
sempre incisivo anche se a volte
efficace.

Il Film utilizza il personaggio
del Professor Andrea Icardi per
criticare il sistema ospedaliero
e quando cominciano a sbucare
ministri e affaristi proprio
su queste cose sembra che
l'hanno troncata e rimane
sospesa,addirittura mi fa
pensare che sia stata impedita
la critica verso il sistema.

Però devo dire che il meccanismo
comunque funziona e ti coinvolge
nell'indagine del Commissario
Solmi e che la sceneggiatura
è brava a mischiare le carte
e a confonderti,rendendo
interessante il tutto.

Certo poi non ha pudore di
farci vedere ragazzine in nudo
integrale e storie un pò
compromettenti e scene
forti.

La storia parte tutta da Fiorella,
una ragazzina sedicenne che sta crescendo
e diventando donna con una famiglia
(non tanto unita) che sta bene economicamente,
e da lei che parte tutta la storia che porterà
altri tre delitti (uno con i guanti neri...classico!).

Da segnalare la buona direzione degli Attori
soprattutto Antonio Sabato,Enrico Maria Salerno
e Gabriele Ferzetti che sono straordinari,
e nel Cast figurano anche
Luciana Paluzzi-Elio Zamuto-Ettore Manni-
Marino Masé-Bedy Moratti e una sorprendente
Attrice giovanissima Adriana Falco,
che fa la parte della vittima.

Invece nel Cast tecnico segnalerei
le musiche di Coriolano Gori,
che anche queste si avvicinano
di più a un "Poliziottesco"che
a un film del genere.

In conclusione un Film medio
che ha l'aria dell'occasione
mancata perché ha un interessante
spunto e per un bel periodo riesce
a coinvolgerti,però che poi cade
in una chiusa sempliciotta e
ingenuotta che è la parte più
debole e ti lascia perplesso
perché ti immaginavi scenari
più grande invece ti fa rimanere
così a farti puntare il dito
su questo.

Il mio voto: 6.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati