Ritorno alla vita

play

Regia di Wim Wenders

Con James Franco, Rachel McAdams, Charlotte Gainsbourg, Marie-Joseé Croze, Robert Naylor, Julia Sarah Stone, Patrick Bauchau... Vedi cast completo

In streaming
  • Amazon Prime Video
  • Chili
  • Wuaki
  • iTunes
In STREAMING

Trama

Tomas (James Franco) è uno scrittore che perde il controllo della sua esistenza dopo un incidente d'auto in cui perde la vita un ragazzino. Anche se non è direttamente colpa di Tomas, l'evento porta alla fine della sua relazione con la fidanzata (Rachel McAdams) e fa cambiare improvvisamente la direzione della sua vita e del suo lavoro. Seguita nell'arco di 12 anni, quella di Tomas è una storia intima di colpa e ricerca del perdono.

Approfondimento

RITORNO ALLA VITA: VENIRE A PATTI CON IL SENSO DI COLPA

Diretto da Wim Wenders e sceneggiato da Bjørn Olaf Johannessen, Ritorno alla vita racconta la storia dello scrittore Tomas Eldan, che una sera d'inverno in una strada di campagna sotto la neve investe e uccide un piccolo bambino, lasciando inermi Kate, la madre del piccolo, e suo fratello Christopher. Caduto in una cupa depressione dopo il tragico incidente, Tomas rimette in discussione la sua esistenza, rompe la relazione con la fidanzata Sara e trova conforto solo nella scrittura, dove rielabora le esperienze che coinvolgono sofferenze altrui. Nel corso degli anni seguenti, Tomas tenta di ritrovare un nuovo senso alla sua vita, facendo i conti con il senso di colpa e il perdono, destinati a esplodere nel momento in cui Kate e l'ormai diciassettenne Christopher torneranno nuovamente sui suoi passi.

Partendo dal presupposto che il tempo non guarisce le ferite ma aiuta semmai a trovare il coraggio di guardare in faccia i propri errori, Ritorno alla vita segna il ritorno di Wim Wenders a un lungometraggio di finzione. A supportarlo nell'impresa, girata in 3D, vi sono la direzione della fotografia di Benoît Debie, le scenografie di Emmanuel Fréchette, i costumi di Sophie Lefebvre e le musiche di Alexandre Desplat, oltre a un cast artistico composto da attori del calibro di James Franco (è Tomas), Charlotte Gainsbourg (è Kate), Rachel McAdams (è Sara), Marie-Joseé Crozee (è Ann, la nuova compagna di Tomas e già madre della piccola Mina) e Robert Taylor (è Christopher).

Ambientato a Oka in Canada, nello stato del Quebec e a nord ovest da Montreal, Ritorno alla vita viene così descritto da Wenders: «Ritorno alla vita è incentrato sul senso di colpa ma non riguarda esplicitamente il protagonista Tomas ma in generale tutti coloro che svolgono un lavoro creativo, dagli scrittori ai registi. L'incidente iniziale dà lo spunto per soffermarsi a riflettere su varie questioni: è possibile usare un evento a cui si è assistito o di cui si è vittima per trasformarlo in un'opera d'arte, una storia, un film o un'immagine? Si possono integrare l'esperienza e la sofferenza degli altri nella propria arte? Il nostro Tomas diventa uno scrittore migliore dopo l'esperienza traumatica dell'incidente. L'evento segna la sua crescita personale ed egli lo sfrutta per il suo lavoro. Quali sono le nostre responsabilità quando sfruttiamo le esperienze altrui in questo modo? Si tratta di una domanda che raramente ci si pone nel mondo del cinema, nonostante sia fondamentale. Di chi è la colpa e la responsabilità di quanto accaduto? Nel caso dell'incidente, è solo di chi l'ha provocato? E quali sono le relazioni tra gli estranei che vengono connessi dal trauma? In che misura si influenzano a vicenda? Non si tratta di questioni che riguardano solo Tomas ma tutti noi. Si tratta della misura in cui si accetta la realtà non solo nostra ma anche degli altri. Cosa ci rende responsabili?».

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Un dramma raggelato, quasi un thriller dell’anima, che dopo uno degli incipit più memorabili degli ultimi anni trascina i suoi protagonisti nelle amare e protratte conseguenze di gesti fatali, con la macchina da presa testardamente aggrappata agli spazi, alle intercapedini, e una tale mancanza di adesione al sentimento dei personaggi da ridursi, spesso, a mero esperimento formale.

Commenti (1) vedi tutti

  • Che cosa determina le nostre vite ? Che cosa le informa, le guida, le fa incrociare ? Il caso, la necessità, la fortuna ? Esiste una pacificazione al nostro dolore, alla nostra colpa, al nostro rimpianto ? Esistono gli errori, o siamo tutti incolpevoli di fronte alla nostra piccolezza, alla nostra impotenza, alla nostra vulnerabilità ?

    leggi la recensione completa di ezzo24
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

bufera di bufera
6 stelle

    Wim Wenders torna al cinema di finzione dopo due bellissimi documentari ( “Pina” e “ Il sale della terra”) con RITORNO ALLA VITA (Everything will be fine), sceneggiato da Bjorn Olaf Johannessen.I titoli sia italiano che originale sono ben lontani da indicare più o meno di che possa parlare il film che è anche in versione 3D.La fotografia di… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

EightAndHalf di EightAndHalf
7 stelle

Del raccontare, dello scrivere.     Erano almeno sette anni che Wim Wenders non si cimentava nel lungometraggio di finzione, dopo il Palermo Shooting [2008] che era stato accolto con fischi e stroncature. Si tratta dunque di un autore i cui ultimi film era più facile condannarli che problematizzarli. Probabilmente la fredda accoglienza che ha… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

lragno di lragno
4 stelle

Che Wenders abbia perso smalto negli ultimi anni é abbastanza chiaro e direi fisiologico. E purtroppo questa sua ultima fatica non fa eccezione. I temi trattati nel film, tra i più utilizzati ed abusati , dovevano spingere l' autore ad utilizzare al meglio le sue indubbie qualità e non cadere nella superficialità e nell' irrisolto. Persino il tema religioso, uno di… leggi tutto

3 recensioni negative

2019
2019

Recensione

alexio350 di alexio350
5 stelle

La trama è una di quelle che, già in auge, personalmente fa venire il latte alle ginocchia: uno scrittore (James Franco) in difficoltà col suo lavoro e la sua donna investe per sbaglio un bambino uccidendolo; dopo il grande trauma riuscirà a ingranare con la scrittura e si troverà un’altra fidanzata; tuttavia il dolore per ciò che ha fatto non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

kubritch di kubritch
7 stelle

E' un film apparentemente semplice. L'interesse sta più nella disposizione e nella concezione delle immagini che nella trama. Tutti gli attori sono in parte tranne James Franco che mi risulta sempre un po' finto e superficiale, cioè mai profondo. I momenti più riusciti riguardano il rapporto col padre che, in una scena, si lascia andare a ricordi  ma affettuosi del suo…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

ezzo24 di ezzo24
7 stelle

Che cosa determina le nostre vite ? Che cosa le informa, le guida, le fa incrociare ? Il caso, la necessità, la fortuna ? Esiste una pacificazione al nostro dolore, alla nostra colpa, al nostro rimpianto ? Esistono gli errori, o siamo tutti incolpevoli di fronte alla nostra piccolezza, alla nostra impotenza, alla nostra vulnerabilità ? Wenders recupera gli stilemi esistenziali…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso l'8 gennaio 2019 su Cielo
2018
2018
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2017
2017
Trasmesso il 3 dicembre 2017 su Cielo
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
2015
2015
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

vicky13 di vicky13
7 stelle

Tomas è un uomo profondamente solo con se stesso , un “tantino” egoista, sterile negli affetti, sterile nel donare amore alle donne, (“mai nessuno mi ha ferita più di te “ Gli dice la sua ex incontrata casualmente dopo anni, schiaffeggiandolo ) sterile  nel lavoro e soprattutto, sterile nella procreazione. Forse questo è  il suo vero dramma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Un bambino su uno slittino taglia inavvertitamente la strada a un'auto: lo scontro è inevitabile e il piccolo non sopravvive. Alla guida del mezzo c'era Tomas, scrittore in crisi sentimentale con una fidanzata troppo distante da lui e in crisi 'intellettuale', alla ricerca di un'identità artistica. A questo punto si aggiunge per lui una terza crisi, quella di coscienza.  …

leggi tutto

Recensione

MarioC di MarioC
4 stelle

Non è tanto una questione di scrittura (seppur qua e là raffazzonata), nè di interpretazione (benchè il bugiardino di James Franco consigliasse una quantità di espressioni da minimo sindacale, in modo da evitare l'effetto collaterale della prova memorabile). E' che il vecchio maestro Wenders non sembra più capace di emozionare. Raggelare una materia…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti

Recensione

bufera di bufera
6 stelle

    Wim Wenders torna al cinema di finzione dopo due bellissimi documentari ( “Pina” e “ Il sale della terra”) con RITORNO ALLA VITA (Everything will be fine), sceneggiato da Bjorn Olaf Johannessen.I titoli sia italiano che originale sono ben lontani da indicare più o meno di che possa parlare il film che è anche in versione 3D.La fotografia di…

leggi tutto

Recensione

nickoftime di nickoftime
6 stelle

Per il ritorno al cinema di finzione, dopo i riconoscimenti di stima ricevuti per i documentari su Pina Bausch ("Pina") e Julio Ribeiro Salgado ("Il sale della terra") Wim Wenders sceglie di ripartire esattamente dallo stesso punto in cui si era interrotto il suo cammino ("Palermo Shooting", girato in Italia nel 2008) , e cioè da un tipo di cinema che fa del tempo e del suo divenire la…

leggi tutto

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
7 stelle

Del raccontare, dello scrivere.     Erano almeno sette anni che Wim Wenders non si cimentava nel lungometraggio di finzione, dopo il Palermo Shooting [2008] che era stato accolto con fischi e stroncature. Si tratta dunque di un autore i cui ultimi film era più facile condannarli che problematizzarli. Probabilmente la fredda accoglienza che ha…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito