Trama

Allettati dalla promessa di una vacanza australiana con i loro zaini sulle spalle, Rutger, Katarina e Paul visitano il famoso cratere di Wolf Creek. La loro avventura da sogno nell'outback australiano prende però una piega orrorifica quando durante il loro cammino incontrano Mick Taylor, il serial killer della zona che nessuno vorrebbe mai incrociare. Chi dei tre sopravviverà alla mattanza, dovrà usare ogni grammo della propria astuzia per averla vinta su Mick e la sua crudeltà.

Approfondimento

WOLF CREEK 2: UN SEQUEL A LUNGO ATTESO

Diretto da Greg McLean e scritto dal regista con Aaron Sterns, Wolf Creek 2 è il seguito a lungo atteso di Wolf Creek, pellicola che nel 2005 ha rivoluzionato gli standard dell'horror fornendo una visione poco rassicurante dell'outback australiano. La storia ci riporta ancora una volta nell'entroterra australiano, in un luogo isolato perfetto per le azioni di un sadico serial killer con un debole per il sangue. Annoiati dalla città, i giovani e idealisti Rutger e Katarina aspirano a esplorare il cuore del Paese e organizzano un indimenticabile viaggio nel desolato parco nazionale di Wolf Creek. Lontani dalla civiltà, qui possono ammirare panorami mozzafiato e vasti spazi aperti, che però celano un grande pericolo all'ombra: lo psicopatico Mick Taylor, l'ultima persona al mondo che chiunque vorrebbe incontrare. Per Mick, la vita umana è solo un mezzo per dare sfogo alle sue sadiche passione e se ne accorgeranno presto i due incauti viaggiatori e l'escursionista Paul Hammersmith, testimone di una "festa" a cui non avrebbe mai voluto essere invitato.

Con la direzione della fotografia di Toby Oliver, le scenografie di Rob Webb, i costumi di Nicola Dunn e le musiche composte da Johnny Klimek, Wolf Creek 2 è stato presentato in anteprima internazionale e fuori concorso al Festival di Venezia 2013, occasione durante la quale lo stesso regista ha manifestato il suo pensiero sull'opera: «Wolf Creek 2 è un'esplorazione della suspense cinematografica ma dirigere un sequel di un film così popolare impone una serie di difficoltà a livello creativo. Si deve rispettare tutto ciò che è stato fatto con il primo capitolo ma allo stesso tempo vi è il bisogno di ampliare l'idea originale e di esplorarla nella maniera più completa possibile.

Come nel primo film, Wolf Creek 2 presenta il paesaggio come un personaggio ben distinto e potente. I viaggiatori sono attratti dall'outback australiano, considerano il paesaggio esotico alla stregua di un paradiso e ignorano di come invece possa rapidamente trasformarsi nel teatro di un incubo in cui occorre lottare per la propria sopravvivenza. In tal senso, Mick e il paesaggio sono una cosa sola. I personaggi che attraversano il deserto o che interagiscono con Mick lo fanno a loro rischio e pericolo: entrambi possono trasformarsi in qualcosa di terrificante in un batter d'occhio. Quello che sembra un paradiso è in realtà un inferno sotto mentite spoglie, un concetto ben raccontato dai primi coloni australiani le cui storie dalla violenta e agghiacciante fine testimoniano come il perdersi nel deserto sia qualcosa di ancorato nella memoria della cultura australiana. Mick rappresenta dunque il nostro incubo culturale collettivo, il nostro "uomo nero".

Il personaggio di Mick Taylor è una rappresentazione della natura dell'identità nazionale australiana: i concetti del passato coloniale, i rancori storici e le profonde cicatrici culturali della nazione si celano sotto l'apparenza dell'affabile e bravo ragazzo Mick Taylor».

In Wolf Creek 2 a interpretare Mick Taylor è ancora una volta l'attore John Jarratt mentre Paul ha il volto di Ryan Corr e i giovani Rutger e Katarina di Philippe Klaus e Shannon Ashlyn.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Dieci anni dopo la sua personale (ma nemmeno tanto) versione di Non aprite quella porta, Greg McLean torna ad affilare i coltelli di Wolf Creek abbandonando ogni discorso filologico e virando verso altri lidi. Un cambio di direzione salvifico e arguto, con cui si smarca dai meccanismi più logori e da ogni autocensura narrativa, finendo per corteggiare il road movie, Duel, The Hitcher, il western e la black comedy grondante sangue.

Commenti (3) vedi tutti

  • Più ironico, più divertente e più spaventoso del primo.

    leggi la recensione completa di Barkilphedro
  • Una delusione pazzesca. Il "fantasma" non esiste più. Tutto più brutale, più violento, più gore. Di una mediocrità imbarazzante. Sconcertante l'apprezzamento.

    commento di GoonieAle
  • Migliore del primo,solo il giochetto degli indovinelli verso la fine mi è sembrato fuori luogo.John jarrat il pazzo di turno, somiglia molto a Gene Hackman per grinta e carisma.

    commento di wang yu
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

amandagriss di amandagriss
7 stelle

  Lasciate ogni speranza, voi che entrate   Torna Greg McLean e con lui Mick Taylor, il serial killer che infesta l’Outback australiano. L’assassino dei turisti, l’incubo -brutto sporco e cattivo- ad occhi aperti per tutti gli stranieri che s’inoltrano nell’entroterra sconfinato e semidesertico del continente; kilometri e kilometri di territorio… leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Mulligan71 di Mulligan71
6 stelle

Il ritorno di Mick Taylor, uno dei più feroci protagonisti che il cinema horror abbia mai visto. Nome da chitarrista dei Rolling Stones, faccia da Neil Young odierno, violenza da Leatherface: Jarratt è straordinario, nella camicia di questo redneck dell'outback australiano, tutto slang, coltelli, fucile da caccia grossa e macelleria. McLean, il regista, è uno che ci sa fare,… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Argan di Argan
2 stelle

Torna Mick Taylor, il sadico torturatore e omicida australiano che terrorizza i turisti del wolf creek crater australiano, questa volta l'incubo coinvolgerà una giovane coppia di turisti tedeschi e un ragazzo inglese. "Wolf Creek" era un ottimo film che ha avuto un discreto successo (meritatamente) e probabilmente proprio per incassare qualche soldo "facile" i produttori hanno deciso di… leggi tutto

1 recensioni negative

2018
2018
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017

Fuggi Resisti Combatti

Barkilphedro di Barkilphedro

Una selezione di film nei quali il filo conduttore sia la fuga o la resistenza o la lotta contro avversità causate dalla natura o dall'ambiente dove i protagonisti sono inseriti.…

leggi tutto
Playlist
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Film horror australiani

boychick di boychick

  Negli ultimi anni, quelli australiani, sono stati gli horror che ho preferito. Registi molto promettenti come Greg McLean, Jennifer Kent, Peter Gawler, hanno contribuito a risollevare (a livello mondiale) le…

leggi tutto

Greg McLean

boychick di boychick

Greg McLean è un regista e sceneggiatore australiano di cui si sente, e si sentirà, sempre di più parlare negli anni a venire. Il primo film che ha diretto risale al 2005 e prende il nome di Wolf…

leggi tutto
Playlist
2016
2016
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Wolf Creek: la serie tv!!!

Wolf Creek: la serie tv!!!

Notizia imperdibile per gli amanti del genere thriller/horror, e per chi (come me) ha apprezzato i due film di Wolf Creek. Un mese fa esatto (il 12 maggio… segue

Post
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

boychick di boychick
8 stelle

Così come il primo, anche "Wolf Creek 2 - la preda sei tu", non scherza. Il genere horror è tra i miei preferiti, e film appartenenti a questo genere ne ho visti molti negli ultimi anni, di famosi e non. Wolf Creek, devo ammettere, è tra i meglio riusciti. Riesce a spaventare gli spettatori, la suspense è garantita e, soprattutto, il ritmo rimane elevato per tutta…

leggi tutto
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2015
2015
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

dareiusee8vtec di dareiusee8vtec
7 stelle

Continuano le imprese del serial killer Mick Taylor, alla ricerca di giovani vittime in Australia. Nel sequel di "Wolf Creek" (2005) Greg McLean cambia schema, lascia i prologhi "road trip" e si concentra sullo slasher puro, lasciando sicuramente tracce di "torture porn" ma concentrando le sue cineprese sul personaggio del killer Mick Taylor. Così il killer presentato nel primo film qui…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito