Espandi menu
cerca
Transformers 4 - L'era dell'estinzione

Regia di Michael Bay vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 225
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Transformers 4 - L'era dell'estinzione

di FilmTv Rivista
4 stelle

Che Transformers sia avanguardia industriale è un dato di fatto. Migliaia di persone coinvolte, set globali, budget da 200 milioni di $, botteghini gonfi dagli Usa alla Cina, nuove tecnologie brevettate ad hoc, su cui costruire il cinema futuro: il franchise è pioniere del branded entertainment (Di Bonaventura, produttore, cura per Hasbro pure G.I. Joe), capolavoro di marketing che percorre - come vuole il bignami del contemporaneo - anche le vie del racconto transmediale (via videogame).

 

scena

Transformers 4 - L'era dell'estinzione (2014): scena

 

E quel che il film propone, quel che propina - al netto del solito conflitto allegorico tra umano e post, cinema analogico e digitale - è ancora lo sconcerto per il frastornante fulgore del movimento, la meraviglia per le torsioni dello scialo di pixel in stereoscopia (stupore che non apre sensi, e non lascia residui emotivi, ma fisici), e un cinema di massa in cui non importa quel che accade (la trama è irraccontabile, la logica è sospesa, le psicologie sono stereotipo o parodia) purché accada con enfasi: Bay accumula un conflitto dietro l’altro come farebbe un bimbo in cameretta (ma certamente non quello di The Lego Movie), racconta come un costruttore di giostre, semplifica il mondo a misure di infante/repubblicano/guerrafondaio, lascia che la sci-fi accompagni il fantasy verso il supereroico, per dire di un popolo che si sente debole, abbandonato, scontento del volere di Dio. E difendere l’uomo che irride. La visione è rifondata solo superficialmente. Il resto è ideologia regressiva.

 

Jack Reynor, Nicola Peltz

Transformers 4 - L'era dell'estinzione (2014): Jack Reynor, Nicola Peltz

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 28 del 2014

Autore: Giulio Sangiorgio

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati