Espandi menu
cerca
Jupiter - Il destino dell'universo

Regia di Andy Wachowski, Lana Wachowski vedi scheda film

Recensioni

L'autore

axe

axe

Iscritto dal 23 marzo 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 5
  • Post -
  • Recensioni 743
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Jupiter - Il destino dell'universo

di axe
6 stelle

Jupiter e' una ragazza che vive a Chicago. Di origini russe, e' orfana di padre e convive con molti parenti; per sopravvivere fa le pulizie, ma sogna di potersi permettere l'acquisto di un telescopio per scrutare il cielo, cosi' come faceva il padre, un astrofisico ucciso nel corso di una rapina. Ella ignora di essere al centro di interessi di cui nessun terrestre puo' immaginare l'esistenza. Il film, infatti, racconta che la terra e' solo uno degli innumerevoli mondi abitati, ed e' utilizzata da umani non terrestri come "allevamento" di altri uomini, che, in un preciso momento, verranno uccisi in massa per ricavare una sostanza in grado di garantire a chi l'assume l'eterna giovinezza. In questo contesto, Jupiter e' la reincarnazione di una potente regina, e le spetta di diritto il dominio su molti pianeti, compresa la stessa terra. Queste facolta' le vengono conteste, pero', dai tre figli della regina stessa, i quali le hanno ereditate dopo che la madre era stata misteriosamente assassinata. Pertanto, tra i tre si scatena una contesa per imporre il proprio volere sull'ignara protagonista. In sua difesa intervengono gli agenti dell'"Egida", una polizia interspaziale, e, in particolare un umanoide di nome Caine. Ho letto che la critica non e' stata benevola verso questo film; pertanto l'ho iniziato a vedere aspettandomi il peggio, e non mi e' dispiaciuto. La trama e' affine a quel filone della fantascienza chiamato space-opera, che, sullo sfondo di galassie sterminate, innumerevoli mondi diversi tra loro e abitati da creature di ogni tipo, spesso sconvolti da scontri di potere che si trascinano per ere, racconta le vicende di personaggi impavidi, alla ricerca della liberta', di ricchezze, o, piu' semplicemente dell'affermazione della propria individualita'. Coerentemente con questa impostazione, il film mostra sequenze di battaglie tra astronavi, scene di combattimento tra singoli piu' o meno lunghe, immense ricostruzioni di interni molto fantasiose e colorate, personaggi di ogni genere, anche non umani. Non mancano, pero' sequenze piu' lente, che indugiano su evocative ambientazioni che esaltano i sensi e l'immaginazione. Su queste basi, la vicenda si riduce infine a poca cosa. La protagonista passa di mano in mano tra i tre fratelli, ognuno dei quali cerca di controllarla con un approccio diverso, e cerca di convincerla della propria natura regale, finche', grazie all'intervento di Caine e dell'"Egida" e' messa in salvo. Particolarmente divertente, a circa meta' film, la sequenza che mostra come anche la giovane sia vittima della burocrazia spaziale, una grottesca parodia di quella terrestre. Mia personalissima critica, la mancanza di una corposa introduzione, in grado di accompagnare da subito lo spettatore nel fantastico universo che il film ricostruisce. In mancanza di cio', i ruoli di alcuni personaggi e di alcune creature fantastiche ad inizio film non sono ben chiari e la prima mezz'ora puo' apparire assai caotica. La sensuale protagonista si abitua, in modo innaturale, fin troppo presto al suo ruolo di principessa; per il resto recitazione senza infamia e senza lode. Buon film di fantascienza, per il quale pero' le imponenti risorse messe in campo appaiono sovradimensionate.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati