Espandi menu
cerca
Apes Revolution: Il pianeta delle scimmie

Regia di Matt Reeves vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 30
  • Post -
  • Recensioni 1707
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Apes Revolution: Il pianeta delle scimmie

di Furetto60
7 stelle

Ottimo film di fantascienza,penultimo della fortunata saga

Dopo  dieci anni dagli avvenimenti che avevano caratterizzato il precedente  episodio,in cui le scimmie erano divenute senzienti, grazie ad un virus,sperimentato dagli uomini,per combattere il morbo di alzheimer,la specie umana  è stata quasi annientata,da quello  stesso virus,che si è rivelato per loro letale.E' rimasta in vita solo una piccola comunità di uomini, naturalmente immuni. Dall'altra parte le scimmie, sempre guidate da Cesare,la prima ad aver subito la magica metamarfosi, si sono ritirate nella foresta, hanno creato una loro comunità, vivono in pace, cacciano e si riproducono,convinti che la specie umana si sia estinta.L'incontro accidentale tra le due razze,causerà una sanguinaria faida, nel gruppo delle scimmie,quelle capitanate da Cesare sono pacifiche e offrono collaborazione agli umani,quelle guidate da Koba sono sanguinarie e vanno allo scontro.

Pierre Buoule nel 1963 scrisse il primo romanzo, che diede l'ispirazione a questa fortunatissima saga, che tra sequel ,remake e reboot, va avanti da più di 50 anni.Il romanzo è affascinante e invito tutti gli appassionati di fantascienza a leggerlo ed è evidente che lo spirito che aveva animato quel lavoro è stato stravolto,peraltro in accezione non diminutiva.In quell'opera c'erano degli intriganti riferimenti a teorie scientifiche, come quella della relatività,nonchè la teoria darwiniana dell'evoluzione, che veniva  ripresa e capovolta,La società distopica immaginata,dalla fervida fantasia dello scrittore francese, paradossalmente aveva rovesciato i  ruoli,la specie emancipata  e dominante era quella delle scimmie, che viveva a discapito e di  contro all'uomo, animale sottomesso e addirittura schiavizzato.Il racconto e il film che ne era derivato, aveva un connotazione rivoluzionaria,cambiando in toto la visione del mondo e i valori di riferimento,offriva anche interessantissimi e stimolanti spunti di ragionamento e un'amara e profonda riflessione sul destino dell'umanità e sulla ottusità dell'uomo,incapace di sviluppare sentimenti di solidarietà e invece vittima delle pulsioni auto-distruttive,

In questi ultimi film della serie,lo spirito è cambiato,ormai la dicotomia è oltre che tra uomo e scimmia,soprattutto tra i cattivi e i buoni,sia che si tratti di scimmie che di umani.Sono pellicole raffinatissime e grazie alla grafica computerizzata, molto spettacolari e ricchi di effetti speciali,ma sono virati su di una fantascienza-action,di grande suggestione ed effetto, ma più superficiale.Ciononostante l'avventura di Cesare e del suo rapporto difficile sia con gli umani che con i suoi simili, è raccontata con straordinaria abilità,rendendola una storia appassionante e intensa.Il film è godibilissimo  

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati